Log in
A+ A A-

Microsoft, 40 anni di tecnologia

Il prossimo 4 aprile Microsoft compie 40 anni. Fondata da Bill Gates e Paul Allen il 4 aprile 1975, ad Albuquerque, New Mexico, col nome di "Micro-Soft Company", il colosso dell'informatica ora punta ad una seconda giovinezza e si appresta a fronteggiare, con l'avvento del sistema operativo unico e l'apporto di nuove feature, gli agguerriti concorrenti hi-tech, Apple e Google in primis.

Nata per iniziativa di due amici, studenti con la passione per l'informatica, che svilupparono un software per il primissimo personal computer, il Mits Altair, oggi Microsoft è un colosso hi-tech da oltre 380 miliardi di dollari. Il suo business, derivante principalemente dallo sviluppo software, inizia negli anni Ottanta, quando l'azienda cambia il nome, rimuovendo il trattino e divenendo semplicemente Microsoft, e lancia sul mercato il sistema operativo MS-DOS 1.0, che debutta sul primo PC IBM nell'agosto del 1981. Nel 1986 Microsoft si quota in Borsa, e nel 1989 lancia la prima versione del sistema operativo a finestre, Windows 3.0, che in un solo anno vende oltre 4 milioni di copie, a cui fa seguito l'esordio della versione 1.0 del pacchetto Office.

Negli anni avvenire, Microsoft, sviluppa principalmente nuove release di Windows e Office, ma negli anni 2000 effettua un cambio di passo, sia sotto il profilo tecnologico che societario. Lancia l'Xbox, una console per videogiochi a 128 bit che rappresenta il tentativo d'ingresso nel mercato del gaming, sviluppa il motore di ricerca Bing, col fine di contrastare la prevalenza di Google e Yahoo, e la piattaforma mobile Windows Phone che, unitamente all'acquisizione di Nokia, gli consente di entrare nell'arena del mercato della telefonia mobile. Inoltre, mette a segno la la maxi-acquisizione di Skype, rinomato software per la messaggistica istantanea ed il VoIP, e debutta come produttore di tablet, lanciando sul mercato il Surface 1.

A livello societario, invece, la svolta avviene nel 2008, quando, dopo 33 anni, Bill Gates dà ufficialmente le dimissioni da amministratore delegato, assumendo l'onorifica carica di presidente, per dedicarsi, insieme alla moglie, a tempo pieno alla Fondazione Bill & Melinda Gates, un'organizzazione umanitaria privata che si occupa di combattere alcune malattie, come l'AIDS, soprattutto nel Terzo mondo. Al suo posto viene nominato Steve Ballmer, che resta a capo di Microsoft fino al 2013. A subentrargli è Satya Nadella, che fa di mobile e cloud i punti cardine del suo mandato come CEO. Con l'insediamento di Nadella, si registra anche il ritorno in campo di Bill Gates, che lascia la presidenza della sua creatura ed assume un ruolo operativo, precisamente quello di consulente tecnologico. Sotto la guida di Nadella, Microsoft punta a realizzare un vecchio sogno: una piattaforma unica per tutti i dispositivi, PC, tablet e smartphone. E con Windows 10, in arrivo la prossima estate, il sogno diventa realtà.

L'azienda, dunque, non sembra affatto scalfita dallo scorrere del tempo ma, al contrario, alla soglia dei 40 anni, Microsoft sta vivendo una seconda giovinezza tecnologica incentrata su innovazioni futuristiche, con le quali lancia il guanto di sfida alle altre rivali del mercato hi-tech. Auguri.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Meteo

Potenza

Ultime

Calendario Articoli

« Gennaio 2022 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Area Riservata