Log in
A+ A A-

Psicologia ed organizzazioni lavorative

In evidenza Psicologia ed organizzazioni lavorative

Fin dalle sue origini la Psicologia ha preso in considerazione molti problemi legati al mondo del lavoro ponendo attenzione sia alle diverse condotte lavorative sia ai processi psicologici e psicosociali che le sottendono. Anche se l'interesse scientifico per questi aspetti sono relativamente recenti, sull'argomento si possono rintracciare riferimenti disseminati in molti trattati anche lontani nel tempo. Fu solo nel 20° secolo però che apparvero i primi tentativi sistematici di applicare le conoscenze della Psicologia ai problemi del mondo del lavoro e dei lavoratori. Gli Psicologi operanti in quella che fu definita "Psicotecnica" si interessarono all'adattamento delle persone all'ambiente fisico ed al regime di vita del lavoro, alla formazione, allo studio delle abitudini e delle caratteristiche individuali nonché alla motivazione personale ed alla resistenza alla fatica. Queste nuove conoscenze furono applicate dall'esercito statunitense nella selezione dei militari durante la Prima guerra mondiale nel tentativo di assegnare ad ogni soldato i compiti per la quale erano meglio predisposti oppure motivati; tale approccio fu presto seguito da altri eserciti europei. Al termine della Grande guerra anche in Italia si sviluppò molto interesse in merito ed uno dei pionieri della Psicotecnica fu il noto frate Agostino Gemelli mentre nel secondo dopo guerra molte industrie si munirono di un centro di Psicologia. A seguito di questa esperienza si diffuse l'immagine dello Psicologo del lavoro come esperto della selezione del personale e si avviarono numerosissime ricerche al fine di individuare la miglior strategia nella gestione delle risorse umane suscitando sia forte interesse che accese critiche sopratutto di natura politica ed ideologica. Questo tipo di lavoro successivamente si è sviluppato in maniera più scientifica dando vita ad una riflessione sul tema più ampio dell'orientamento professionale, ovvero quel settore mirante a comprendere la costruzione di un percorso professionale utilizzando informazioni sulla persona, sulle proprie caratteristiche, attitudini, interessi, sui propri punti deboli, sulle competenze e sulle ambizioni della persona stessa. Sulla base di queste conoscenze gli Psicologi cercano di fornire un contributo al mondo del lavoro  nel tentativo di indirizzare le persone verso lavori, mansioni o compiti maggiormente graditi o consoni alle proprie caratteristiche, approfondendo inoltre la relazione tra la persona ed il suo ambiente lavorativo (ergonomia psicologica), studiando la sicurezza degli ambienti e cercando di contribuire a ridurre gli infortuni. Oltre a questo, al fine di rendere l'esperienza lavorativa meno stressante possibile, negli ultimi anni si stanno dedicando molte risorse allo studio dello stress lavorativo e delle patologie correlate, al fenomeno del burnout e del mobbing. Gli strumenti utilizzati a tal fine sono quelli tipici della Psicologia quali colloqui individuali, colloqui di gruppo, analisi dell'ambiente socio lavorativo, role playing e simulazioni, test psicologici, l'analisi della mansioni, stesura di profili di personalità. 

Dr Michele Passarella

Devi effettuare il login per inviare commenti

Meteo

Potenza

Ultime

Calendario Articoli

« Gennaio 2022 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Area Riservata