Log in
A+ A A-
Tenport1

Didacta 2018 è l’evento a cui , come dice lo stesso slogan, ogni scuola, ogni docente deve partecipare per scoprire, stupirsi ed educare.

In evidenza Didacta 2018 è l’evento a cui , come dice lo stesso slogan, ogni scuola, ogni docente deve partecipare per scoprire, stupirsi ed educare.

Anche quest’anno l’Istituto Scolastico I.I.S. “ Einstein De Lorenzo” di Potenza (Scuola come comunità portatrice di valori) è stato presente alla seconda edizione di Fiera Didacta Italia 2018 dal 18 al 20 ottobre svoltasi a Firenze alla Fortezza da Basso, l’appuntamento fieristico dedicato alla scuola rivolto a docenti, dirigenti scolastici, educatori, formatori, professionisti e imprenditori del settore scuola e tecnologia.

Dopo ben 50 edizioni in Germania ecco che il capoluogo toscano, per la sua seconda volta, si trasforma nella capitale europea della scuola del futuro: dal 18 al 20 ottobre si è tenuto a Firenze l’evento fieristico più importante sul mondo della scuola. Didacta 2018 è stato l’evento a cui , come dice lo slogan stesso: ogni scuola, ogni docente deve partecipare per scoprire, stupirsi ed educare.

Quest’anno la manifestazione è stata dedicata alla ‘signora delle stelle’ Margherita Hack, la celebre astrofisica fiorentina scomparsa a Trieste il 29 giugno 2013. È stata la prima donna in Italia a dirigere un osservatorio astronomico e una delle menti più brillanti della comunità scientifica italiana, che ha dato un importante contributo nella ricerca e nella divulgazione scientifica.

L’apertura della Fiera è stata preceduta dal Concerto inaugurale del 17 ottobre, a cura dell’Orchestra Erasmus, diretta dal maestro Elio Orciuolo. L’orchestra era formata da 50 giovani musicisti provenienti dai Conservatori e Istituti superiori di studi musicali da tutta Italia.

Nella giornata di apertura, giovedì 18 ottobre 2018 , c’è stata la partecipazione del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti, che ha visitato la Fiera ed ha seguito le attività svolte dagli studenti presso lo spazio espositivo del Miur dove, in questa edizione della Fiera, si sono svolte 50 fra workshop, seminari e momenti di formazione dedicati al personale della scuola.

Durante la manifestazione fiorentina i docenti interessati, dell’Istituto Scolastico I.I.S. “ Einstein De Lorenzo” di Potenza, motivati dall’ottimo proprio Dirigente Scolastico il Prof. Domenico Gravante, hanno partecipato ai numerosi convegni, sul Programma Erasmus+, eTwinning e sulle Avanguardie Educative.

A Fiera Didacta 2018 si e’ registrata la partecipazione anche di personalità del mondo della cultura, come il sociologo, psicanalista e professore dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, Umberto Galimberti, il filologo e membro onorario dell’Accademia della Crusca, Francesco Sabatini.

Tra gli stand  che abbiamo visitato ci hanno particolarmente colpiti è stato lo stand allestito dall’ETN  Education and Training Network di Potenza (Padiglione Spadolini 233 -235) alla sua seconda partecipazione alle fiera; lo staff intero ci hanno affermato che: “E’ stata davvero un’esperienza di grande impatto che ci ha permesso di incontrare le persone alle quali ci rivolgiamo ogni giorno per offrire una formazione in mobilità di alta qualità infatti a Didacta 2018 abbiamo parlato di Erasmus+, PON, Alternanza Scuola-Lavoro, Corsi Accreditati MIUR come la Carta del Docente /che è una grande opportunità per tutti gli insegnanti. Un’opportunità per migliorare le proprie competenze e la propria professionalità) dei Percorsi Linguistici in quanto ETN è leader nella gestione di progetti di “mobilità”per studenti europei.

Abbiamo registrato anche la notevole affluenza presso lo stand Ef  -The World Leader in
International Education Education First - diretta da Barbara Lodi ( Dipartimento scuola educazione vacanze studio all’estero) per l’interesse verso i programmi Ef: scuola superiore, giovani e università, adulti, professionisti e manager, vacanze studio per tutte le età, corsi di inglese a Londra, ecc...

Quale migliore occasione per sottolineare l’importanza del Programma Comunitario Erasmus+? come promuovere la cittadinanza europea attraverso l’Erasmus+ ? Quale migliore occasione per celebrare l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale?

Sì, perché l’anno 2018 è stato designato come l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, con l’obiettivo di incoraggiare il maggior numero di persone a scoprire e riscoprire il potenziale della nostra Europa provando a rafforzarne il senso di appartenenza. Abbiamo perciò seguito con estremo interesse venerdì 19 ottobre a partire dalle h 14.00 un bel momenti di formazione presso il - Lorenese Theater  - della Fortezza Da Basso, una conferenza organizzata dall’Agenzia Nazionale Erasmus+, INDIRE,“Erasmus: percorsi di cittadinanza europea”.

Fiera Didacta è stato  quindi da “agente promotore” per la valorizzazione di tutte le esperienze e i progetti che hanno in qualche modo contribuito, nel mondo della scuola, ad incentivare tutti i percorsi di cittadinanza europea in un quadro comune.

La conferenza organizzata da INDIRE  -l’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa – ha riservato uno spazio interamente dedicato al ruolo del Programma Erasmus; è stato uno strumento innovativo utile al rafforzamento e alla promozione, a scuola, della cittadinanza europea, dei comuni valori di libertà, tolleranza e non discriminazione; infatti si è parlato di Erasmus+ e competenze interculturali, Patrimonio Europeo e senso di appartenenza all’Europa e di Cittadinanza e inclusione sociale. Altro momento interessantissimo è stato il workshop da noi seguito “To CLIL or not to CLIL ? sempre a cura dell’INDIRE.

La metodologia CLIL (Content and Language Integrated Learning) consiste nell’insegnamento e nell’apprendimento di contenuti disciplinari di area umanistica o scientifica in lingua straniera veicolare. Si tratta di una metodologia attiva e interattiva che pone lo studente al centro del percorso di apprendimento e che si avvale di un’ampia varietà di strategie e tecniche didattiche. Il workshop ha focalizzato l’attenzione su alcuni aspetti legati alla metodologia CLIL, che sono stati affrontati e discussi in forma di “debate”, animato da esperti di fama nazionale e internazionale, sotto la moderazione delle ricercatrici Indire Letizia Cinganotto e Raffaella Carro. Di seguito i “claim”per le sessioni del debate: il CLIL potenzia solo le competenze linguistiche degli studenti; il CLIL comporta una riduzione dei contenuti disciplinari; il CLIL richiede nuove e diverse modalità di insegnamento e di apprendimento; il CLIL è più utile di altri approcci nelle scuole del primo ciclo. Relatori sono stati l’Ispettrice Miur la Prof.ssa Gisella Langé, esperta CLIL di fama internazionale; Lucilla Lopriore Professore associato, Dipartimento di lingue, letterature e culture straniere, Università Roma Tre; il prof.  Martin Dodman: Docente – Libera Università di Bolzano.

Erano Presenti gli Ambasciatori e referenti etwinning della Basilicata, capitananti dall'eccellente  dott.ssa Debora Infante . Referente Istituzionale -e dalla Dirigente Scolastica Rosanna Papapietro -Referente Pedagogico.

Sono stati tre giorni belli ed entusiasmanti, pieni d''incontri, confronti e nuove idee e obbiettivi da raggiungere. Da Firenze è tutto, ma prima di lasciarvi voglio salutarvi alla maniera di ETN "Stay Tuned " rimanete sintonizzati sempre pianeta Scuola.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Meteo

Clear

12°C

Potenza

Clear

Humidity: 51%

Wind: 28.97 km/h

Ultime

Calendario Articoli

« Novembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

Area Riservata