Log in
A+ A A-

Presentazione del libro di Hamza Zirem, “Libertè, Inno alla libertà”.

In evidenza Presentazione del libro di Hamza Zirem, “Libertè, Inno alla libertà”.

Dal 17 al 22 Febbraio 2014 “Le Vie della pace per una cultura della fratellanza”, l’evento settimanale, temi sugli stranieri.

Giovedì 20 Febbraio 2014 ore 17:30, Casa del Volontariato Via Sicilia (ex I.P.S.I.A), “Inno alla libertà di espressione”, presentazione del libro di Hamza Zirem. Intervengono l’autore e Francesco Calabrese, docente e critico letterario, lettura brani di Monica Palese, Compagnia Teatrale Abito in Scena, e dal sottofondo musicale di Marina Lorusso (chitarrista). Il romanzo di Hamza Zirem esprime con la forza del sentimento il travagliato cammino di un intellettuale che, perseguitato nel proprio paese a causa delle sue idee, è costretto a cercare in esilio una patria dell’anima.                            

Hamza Zimen, è un autore algerino della Cabilia, ha scritto 10 testi, professore di Letteratura Francese nel suo paese, abbandona il suo paese, e si mette in viaggio per i vari paesi europei, passando dalla Francia, la Norvegia, arrivando in Italia. Il romanzo si intitola “Libertè, Inno alla libertà”, il tema del viaggio, un diario di viaggio. Racconta della Norvegia, la geografia, analizzando la cultura, la puntualità, i paesaggi, la natura, soffermandosi poi  sull’aurora boreale.                                                                                                  

Hamza è uno scrittore che afferma le libertà parlando contro le oppressioni, anche in queste terre islamiche dove la libertà non esiste.                                                                                                          

Si tratta di un'opera di spiritualità, a tutto tondo, con riferimenti a grandi figure storiche, come Mandela. L’esperienza dello scrittore si colloca nel periodo storico da lui vissuto, alla ricerca della continua libertà e dell’amore. Bisogna augurarsi che la sua opera non resti isolata.                                                                                                        

Nel libro, la scritta Libertè è scritta con il sangue. Hamza Zimen l'ha scelta, ispirandosi ad un ragazzo di 27 anni che è stato sparato, e passandosi la mano sul sangue, ha scritto sul muro Libertè.

Ora, l'autore vive a Potenza, dove collabora con una rivista, “Rivista Lucana” e ha collaborato con vari giornali in passato.

 

Michele Saporito

Ultima modifica ilSabato, 22 Febbraio 2014 14:22
Devi effettuare il login per inviare commenti

Meteo

Potenza

Ultime

Calendario Articoli

« Giugno 2024 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Area Riservata