Log in
A+ A A-

Articoli filtrati per data: Dicembre 2016

I QUADRI PLASTICI DI AVIGLIANO A " STANOTTE A S. PIETRO "

Durante la presentazione della realizzazione televisiva di Alberto Angela " Stanotte a S. Pietro " su RAI 1 di martedi 27.12.2016, abbiamo avuto modo di ammirare la presentazione de la " Crocifissione di S.Pietro ", - dipinto del Caravaggio realizzato tra il 1600 e il 1601 - ad opera dei " Quadri Plastici di Avigliano ", e messi in atto dagli appartenenti all'associazione - Spazio Ragazzi - della cittadina lucana, situazione che colpisce notevolmente per la fedele riproposizione del dipinto con personaggi vivi.

Il gruppo riscuote sempre piu' successo in Italia e all'estero, dopo essersi messi in evidenza per la 1^ volta durante lo show televisivo " Italian's got Talent ", quindi in una delle piu' importanti Mostre Internazionali a Londra, e questa volta  - brevemente su RAI 1 - ;

un trend che ci sembra molto ben apprezzato da piu' parti e che ci auguriamo possa " aprire uno splendido futuro a tutti i suoi appartenenti ".

 

LUCIANO GENTILE

foto fonte facebook (times pag 9 )

quadri plastici avigliano 

"Cecilia per le feste"

Anche quest’anno il Cecilia si veste a nuovo per le festività natalizie. Dal 27 al 29 dicembre, infatti, il centro per la creatività di Tito ospiterà tre serate caratterizzate da altrettanti generi musicali differenti, per incrociare le esigenze di un pubblico vasto ed esigente.

            Si inizia con il reggae dei Double trouble, martedì 27 dicembre: un progetto – nato dall’incontro tra il cantante italo/nigeriano Raphael, il cantautore Zibba e il leader degli Africa Unite, Bunna – che celebra le sonorità di Bob Marley e si concretizza in un tributo elettroacustico arricchito da brani inediti. Nella stessa serata, aperta alle ore 20 dall’aperitivo e poi dallo spettacolo teatrale con degustazione a base di canapa Malerba, si esibiranno il lucano Dino Bacchus e l’artista pugliese Teta Mona; chiuderà l’evento la dancehall di Manuel Brando e Sceriffo (Krikka Reggae).

            Mercoledì 28 dicembre è il turno del rock dalle tinte marcatamente autoriali, con i Perturbazione come gruppo di punta. La band torinese proporrà canzoni estratte dall’ultimo album “9 mq superficie minima abitabile” e altri brani che hanno segnato la loro lunga storia, che ha visto anche la partecipazione a Sanremo e l’aggiudicazione del premio della critica nel 2014. Prima dei Perturbazione, saliranno sul palco, a partire dalle ore 22, i lucani Vitus, 2elementi e Damash; a seguire, il dj-set di Nick Pink accompagnerà i presenti fino a notte fonda.

            La programmazione natalizia del Cecilia si chiude, giovedì 29 dicembre, con lo “Swing night party”, evento in stile che chiama a raccolta i ballerini di lindy hop, il ballo afroamericano nato negli Stati Uniti negli anni venti del secolo scorso. Le postazioni “trucco e parrucco”, i ballerini che potranno eventualmente accompagnare i curiosi a ballare in pista, l’allestimento e il codice di abbigliamento retrò, gli accessori vintage trasformeranno il Cecilia in un locale newyorkese negli anni del proibizionismo, in cui il compito di far alzare freneticamente i tacchi sarà affidato alla Dr. Jazz & Dirty Bucks swing band, prima del dj-set a tema di Lucie Q. A partire dalle ore 21 sarà possibile imparare i primi passi dello swing con il workshop di Balboa.

            La programmazione evidenza ancora una volta la rete di collaborazioni del Cecilia. Le prime due serate, infatti, rientrano nell’ambito della quarta edizione di “HempAct”, iniziativa promossa da Lucanapa quest’anno con La voce del reggae e con l’associazione Ji so’ paz. La serata swing, invece, è in collaborazione con Hey hey eventi e con l’associazione Boom! Per informazioni e biglietti si può consultare la pagina facebook del Cecilia (facebook.com/centrocecilia). Ufficio stampa Giancarlo Riviezzi / tel 366.6552667

 

“Tempo e memoria nelle fotografie di Aldo La Capra”

Si inaugurerà alle ore 18 di mercoledì 28 dicembre al Museo Archeologico Provinciale di Potenza la mostra fotografica “Tempo e memoria nelle fotografie di Aldo La Capra”.

 La mostra fotografica descrive il percorso artistico e documentaristico del fotografo lucano Aldo La Capra (1925 - 1986) a trent’anni dalla sua scomparsa. Saranno in mostra nelle sale espositive del Museo Archeologico Provinciale più di  ottanta immagini in bianco e nero su stampe originali eseguite dall’Autore. Gli scatti documentano la ricerca fotografica di Aldo La Capra tra gli anni ’60 e ’80, un’opera di rilevante importanza per lo studio del territorio lucano.

Fotografo professionista dal 1964, Aldo La Capra ha collaborato a lungo con le Soprintendenze archeologiche ed ai monumenti della Basilicata ed italiane, a metà degli anni ’70  inizia la sperimentazione della fotografia aerea divenendo ben presto uno dei maggiori specialisti del settore. Le sue fotografie sono pubblicate in numerosi volumi ed opere editoriali e sue personali sono state allestite a Roma, Napoli, Potenza, Matera, Reggio Calabria, Catanzaro, Cava dei Tirreni e Gravina. Da giornalista Aldo La Capra ha collaborato a lungo con testate e periodici locali e nazionali fino al 1986, anno della sua improvvisa scomparsa a causa di un incidente stradale.

L’inaugurazione della mostra fotografica “Tempo e memoria nelle fotografie di Aldo La Capra” verrà preceduta da una presentazione dell’evento e dell’autore in programma alle 17,30 nella sala conferenze del Museo Archeologico Provinciale di Potenza, con la partecipazione della dirigente dell’Ufficio Cultura della Provincia di Potenza Angela Costabile, del consigliere regionale Vito Santarsiero, dell’archeologa Giovanna Greco.

La mostra sarà visitabile fino al prossimo 31 gennaio 2017 ad i seguenti orari: martedì dalle 9.00 alle 13.00, dal mercoledì al sabato dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00.
 Il 31 dicembre il Museo sarà aperto dalle 9.00 alle 13.00.
Chiusura tutte le domeniche e i lunedì, 1 e 6 gennaio 2017.

"IO SCELGO ! DIFENDO IL MIO CORPO USO LA TESTA" FRANCESCA BOCCHICCIO MARTEDI' 27 DICEMBRE - LIBRERIA UBIK A POTENZA

POTENZA. Consapevolezza personale e prevenzione...per sconfiggere ogni violenza e intolleranza a partire da quella di genere....."una dichiarazione forte contro la condizione di vittima". 
Se ne parlerà martedì 27 dicembre, alle 18, presso la libreria Ubik di via Pretoria con Francesca Bochicchio direttamente dalla trasmissione "Detto Fatto" su Rai2. 
L'iniziativa, voluta dall'UCSI Basilicata (Unione cattolica stampa) in collaborazione con la Pro Loco di Potenza e col patrocinio della libreria Ubik di Potenza, vuole offrire uno "spazio di riflessione sulla difficile arte di relazionarsi con l'altro -come spiega la presidente Ucsi Maria De Carlo -, con quell'alterità che ci "obbliga" a ripensarci quali soggetti unici, irripetibili e irriducibili e perciò bisognosi di riconoscimento della propria sacralità e di quel rispetto che fonda un'autentica democrazia e multiculturalità". 
Francesca, giovane potentina che vive da anni a Milano, è la protagonista del progetto "Io scelgo! Difendo il mio corpo uso la testa".
"Il progetto è nato con l'obiettivo di creare un percorso per la dignità e l'autodeterminazione della donna e dei soggetti più discriminati - spiega l'ideatrice -. Il nostro obiettivo è quello di creare una piattaforma interattiva di dialogo e attivismo, che vada in parallelo con questo pensiero". Si vogliono promuovere attività culturali, corsi di autodifesa e informazione nelle scuole, iniziative sociali ed artistiche. "La vera trasformazione -afferma Bochicchio- parte solo dall'ordinario, non dallo straordinario".
 
(Comunicato Stampa)

“Concerto di Natale”

A  Potenza, nella giornata del 16 dicembre, presso la cattedrale di San Gerardo, alle ore 19.30, si è tenuto il concerto di Natale, organizzato dal Rotary Club, che ha visto esibirsi Rocco Mentissi , pianoforte, ed Elisabetta Caputi, voce.

Diversi sono stati i pezzi musicali eseguiti da Mentissi,  di  cui molti di sua composizione, quali “Gare n. 1”, “Per Delia”, “Altrove” e “Ballata per i poeti dimenticati”. Tra questi il maestro ha voluto dare particolare rilievo al brano “Porte chiuse”, essendo quest’ultimo dedicato alla Basilicata e al suo infelice momento attuale, rimarcando il sentimento di tristezza di chi si trova le porte chiuse e di chi le chiude.

L’evento si è concluso con i ringraziamenti da parte dei due artisti al pubblico presente e ai rappresentanti del Rotary Club che ne hanno permesso la realizzazione.

 

Giuseppe R. Messina

 

(da lalucania.org)

Sconfitta immeritata per il Potenza contro la Gelbison

Il Potenza perde in casa al "Viviani" per 3-2 contro la Gelbison davanti a circa duecento spettatori e scivola in classifica ai margini della zona play-out. Sconfitta tutto sommato immeritata per i rossoblu ma in questo momento anche la fortuna non è dalla parte del Potenza. Il mister rossoblu Biagioni schiera i suoi col 4-4-2 col rientro in campo di Pepe dal primo minuto, Pagano viene impiegato a centrocampo mentre in attacco Todino è assistito da Forgione. In difesa il Potenza deve rinunciare agli squalificati Ungaro e Guarino e giocano al centro della difesa i nuovi arrivati Cacciotti e Manetta mentre sulla fascia sinistra è impiegato Potrone. Nel primo tempo il Potenza ha un buon approccio e prova ad impensierire i campani con una conclusione di Esposito a cui replica la conclusione del campano Cammarota. Al 18' c'è un tocco forse col braccio del difensore campano Giordano nella sua area dopo un'azione di Pepe ma l'arbitro sorvola. Dopo una conclusione debole del rossoblu Todino, la Gelbison sblocca il risultato al 21' con un colpo di testa di D'Orsi sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Dopo otto minuti il Potenza trova l'1-1 con Guaita servito molto bene da Todino. Dopo appena sessanta secondi la Gelbison trova il nuovo vantaggio con Perillo che supera il portiere rossoblu Napoli. Subito dopo il gol del 2-1 degli ospiti il Potenza prova a reagire con una conclusione di Pagano che però non impensierisce il portiere campano D'Agostino. Il primo tempo si chiude con un'azione del Potenza con Guaita che preferisce effettuare un cross invece di calciare verso la porta. Nel secondo tempo il Potenza parte bene e ci prova con una punizione di Pepe parata dal portiere D'Agostino. Poco dopo c'è un presunto atterramento di Guaita nell'area campana ma l'arbitro lo ammonisce per simulazione. Al 12' della ripresa il giocatore ospite Maggio ruba palla ad Esposito, la sfera giunge a Cappiello che sigla il 3-1 per i campani con un tiro preciso che supera il portiere Napoli. Dopo sette minuti il Potenza accorcia le distanze con una punizione calciata molto bene da Pepe per il gol del 2-3. Negli ultimi minuti il Potenza prova a pareggiare e si rende pericoloso prima con Pepe che impegna il portiere D'Agostino direttamente da calcio angolo, poco dopo altra opportunità per i rossoblu con una conclusione di Potrone. Il Potenza ci prova ancora con  Guaita il cui tiro impegna D'Agostino mentre poco dopo lo stesso portiere ospite anticipa Forgione. Gli ultimi tentativi di raggiungere il pareggio consistono in due conclusioni di Esposito ed in un tiro di Todino che non inquadra la porta. In conclusione il Potenza perde in maniera immeritata contro la Gelbison ed alla ripresa del campionato prevista per l'8 gennaio il Potenza cercherà di conquistare punti importanti nella gara interna contro il Manfredonia.

 

Gennaro Baldinetti

A Tolve nuova edizione del Presepe vivente

TOLVE (PZ) - Nello scenario delle antiche cantine sotto la Rupe, torna a Tolve domenica 18 dicembre la rappresentazione del Presepe vivente, quest’anno intitolato “I valori che da sempre illuminano la vita”, grazie all’impegno della locale associazione di arte, cultura e spettacolo Zéfiro Lab, guidata dal presidente Nicola Stigliani. L’iniziativa, giunta alla quarta edizione, si avvale quest’anno dell’importante collaborazione della cooperativa sociale “Il Giardino di Alice”, che a Tolve è impegnata nella gestione di una struttura psichiatrica terapeutica e riabilitativa, occupandosi anche di reinserimento e inclusione sociale di ragazzi e ragazze con patologie psichiatriche. Coinvolte nell’organizzazione, inoltre, alcune associazioni di altri comuni della Basilicata: la Federazione Lucana Carretti, la Pro Loco Acerenza, la Pro Loco Cancellara e l’associazione culturale Acheruntia.

L’apertura della manifestazione è prevista per le ore 17.00 nella centrale Piazza Mario Pagano, da dove partirà la sfilata del corteo con in testa Maria e Giuseppe, che si dirigerà verso l’area della Rupe, le cui caratteristiche grotte scavate nella roccia faranno da sfondo al Presepe vivente. Grazie alla supervisione del professor Rocco Mentissi, confermato nel ruolo di direttore artistico, e alla presenza di circa ottanta figuranti in costume, sarà raccontata e animata la natività di Gesù, insieme ad altre scene tradizionali del presepe, dalle attività del mercato al lavoro degli artigiani. L’illuminazione realizzata con luci scenografiche permetterà di creare un’atmosfera magica, valorizzando ancora di più il percorso già di per sé suggestivo delle cantine. Rispetto alla passata edizione sarà modificata la collocazione della capanna, come pure la disposizione delle scene.

Tra gli obiettivi degli organizzatori c’è la volontà di trasmettere quei valori ritenuti fondamentali per illuminare la vita degli uomini, quali l’amore, la famiglia, l’amicizia, la solidarietà, il lavoro, ma anche il desiderio di promuovere l’immagine di Tolve attraverso un evento che nel tempo possa fungere sempre più da attrattore per il paese e per l’intero territorio, giocando un importante ruolo di richiamo ad ampio raggio di visitatori e turisti.

A testimoniare l’apprezzamento e la risonanza ricevuti nelle passate edizioni dal Presepe vivente di Tolve l’invito arrivato direttamente dall’UNPLI (Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia) a prendere parte con circa cinquanta figuranti, il giorno 23 dicembre, al Presepe narrante “Dies Natalis - La Natività nei Sassi di Matera”. Invito accolto con orgoglio e gioia dall’associazione Zéfiro Lab, per la possibilità di contribuire ad un così grande evento, allestito in uno scenario storico di rara bellezza e suggestione.

Lectio magistralis artistico-musicale di Danilo Vignola.

POLICORO- Si terrà oggi 13 e domani 14 dicembre a partire dalle 18:30 presso l’accademia di formazione musicale Poly Core Factory una lectio magistralis musicale di Danilo Vignola fra workshop di ukulele e  filosofia delle nuove tendenze sull’ avanguardia artistica e creativa che ha portato il poliedrico artista Danilo Vignola ad esibirsi nei principali live club e teatri nazionali ed europei. Centinaia di concerti che hanno entusiasmato la critica internazionale per l’unicità del fenomeno artistico ed il valore tecnico compositivo delle sue opere. Dopo un riconoscimento mondiale da New York, Danilo Vignola è attualmente considerato il miglior musicista di strumenti alternativi; titolo conferitogli dalle più influenti case discografiche Italiane l’anno scorso durante la ventesima edizione del prestigioso MEI di Faenza (meeting delle etichette indipendenti).

Durante la due giorni si analizzeranno le opere composte dall’artista, lo stile tecnico di esecuzione con attenti riferimenti al contesto attuale musicale. I maestri ed allievi iscritti potranno assistere ad un’attenta analisi tecnica che ha portato lo stile e le opere di Danilo Vignola a ritagliarsi un piccolo spazio, diventando oggetto di studio in alcuni metodi di settore giapponesi e americani. 
La Poly Core Factory, importante centro per le attività di alta formazione artistica e culturale,
di recente fondazione ma in continua metamorfosi ed ascesa, inaugura le sue svariate attività concedendo ai propri allievi e docenti la preziosa testimonianza di uno degli artisti lucani più celebri ed attivi a livello internazionale che ha saputo dare rilievo di prim’ordine al prestigio  Lucano sapendo re-inventare l’arte contemporanea influenzando la cultura musicale proiettando la tradizione e la conoscenza classica nella modernità.

Punto pesante per il Potenza a Gravina

Il Potenza conquista un punto prezioso nella trasferta contro il forte Gravina. La gara termina 1-1 con il gol dei rossoblu realizzato da Todino dopo l'iniziale vantaggio dei pugliesi siglato da Picci su rigore. Il mister potentino Biagioni schiera i suoi col 4-4-2 con l'impiego dal primo minuto del nuovo arrivato Guaita a centrocampo sulla corsia sinistra. I locali invece si schierano col 3-5-2. Nel primo tempo parte bene il Gravina che ci prova con Guadalupi che lancia gli attaccanti Morga e Picci ma questi ultimi non arrivano puntuali all'appuntamento. Al 16' il Potenza risponde con una punizione di Esposito. Al 24' un errore del Potenza causa una conclusione di Guadalupi ma il suo tiro non impensierisce il portiere potentino Napoli. Al 27' rigore generoso concesso dall'arbitro Ricci di Firenze per un contrasto tra il difensore rossoblu Guarino e Picci, con l'attaccante che accentua la caduta. Lo stesso Picci realizza l'1-0 per il Gravina. Dopo il vantaggio il Gravina si rende pericoloso con una conclusione del difensore Zammuto respinta dal portiere Napoli, successivamente i locali ci provano prima con Palermo che tenta una conclusione che non inquadra la porta e poco più tardi con Caputo che cade in area di rigore lucana per un presunto tocco di Pettinelli e Lucchese, ma l'arbitro sorvola. Dopo due conclusioni senza pretese da parte di Todino per i rossoblu e di Fanelli per i locali il Potenza pareggia con Todino che supera in uscita il portiere Cilumbriello dopo che un errore a centrocampo aveva causato la ripartenza di Todino. Dopo il pareggio il Gravina è molto pericoloso prima con Guadalupi la cui conclusione sfiora il palo e poi con Anaclerio il cui colpo di testa è di poco alto sopra la traversa. Il primo tempo si chiude con il risultato di 1-1. Nel secondo tempo parte bene il Potenza che ci prova con Esposito la cui punizione viene salvata con un volo dal portiere Cilumbriello. Al 19' altra occasione per i rossoblu con Forgione la cui conclusione viene parata da Cilumbriello. Il Gravina prova a pervenire al nuovo vantaggio ma prima le conclusioni del nuovo entrato Dimatera e poco dopo la mezza rovesciata di Picci non portano a risultati apprezzabili. La gara termina 1-1 ed è un pareggio importante per il Potenza in attesa dei nuovi rinforzi prima della chiusura del mercato. Domenica prossima il Potenza cercherà di chiudere il girone d'andata con un risultato positivo nella gara interna contro il Gelbison, attualmente quinto in classifica.

 

Gennaro Baldinetti

 

Foto fonte Facebook

Sottoscrivi questo feed RSS

Chi è online

Abbiamo 175 visitatori e nessun utente online

La Pretoria Social

Ora esatta

Cerca...

Che tempo fa?!

Potenza

Calendario Articoli

« Dicembre 2016 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  

Area Riservata

fb iconLog in with Facebook