Log in
A+ A A-

Articoli filtrati per data: Febbraio 2018

Change the World. Intervista ad Antonello Longo

In occasione del master Change the World, che si terrà a New York dal  16 al 18 marzo, abbiamo avuto modo di intervistare uno dei partecipanti, Antonello Longo, studente Unibas.

 

D: Parlaci di questo Master.

R: L’Associazione Diplomatici è una ONG con status consultivo speciale presso il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite. Dal 2000 ad oggi, attraverso una formazione complementare a quella scolastica e universitaria, ha preparato oltre 20.000 studenti di tutto il mondo sui temi dell’attualità e delle carriere internazionali i quali hanno poi preso parte ai Forum internazionali organizzati da AD alle Nazioni Unite o in altri contesti istituzionali in Italia e all’estero. Diplomatici offre a studenti universitari provenienti da tutto il mondo un modello di confronto inclusivo fondato sul rispetto di ogni diversità: di orientamento religioso, di razza, di orientamento politico allenandoli alle competenze trasversali per il mondo del lavoro globale. Con il supporto dei principali organismi di formazione internazionale, Diplomatici mette a disposizione degli studenti un programma di approfondimento teorico pratico, fondato sul metodo learning by doing, sui temi della geopolitica internazionale e sul funzionamento delle istituzioni europee e delle organizzazioni internazionali, con il fine di incoraggiare la cittadinanza attiva a facilitare la comprensione delle dinamiche complesse che governano il mondo. Per questo motivo l’Associazione ha deciso di mettere a disposizione degli studenti 200 borse di studio al fine di incentivare gli studenti più meritevoli al programma Change the World, di cui sono assegnatario come unico studente dell’Università della Basilicata e che si svolgerà dal 16 al 18 marzo.

 

 

D: Quali sono le porte che potrebbe aprire?

R: E’ il più prestigioso tra tutti gli eventi legati al change the world model United Nation: vi hanno preso parte più di 2000 studenti provenienti da oltre 100 paesi differenti che hanno lavorato in qualità di ambasciatori alle Nazioni Unite degli stati membri nonché in qualità di ministri e premier nelle simulazioni del G8, G20, World Bank e Fondo Monetario internazionale. L’intervento di ospiti internazionali di primissimo piano della politica e della diplomazia mondiale fanno del CWMUN di NYC il più prestigioso forum internazionale dove gli studenti possono confrontarsi con i leader di oggi, affermare le proprie idee per uno sviluppo sostenibile del pianeta fondato sui valori della democrazia e della tolleranza, e aspirare a diventare i leader del domani.

 

D: Come ti senti all’idea di lasciare l’Italia?

R: Nonostante la mia priorità sia di restare in Italia credo sia particolarmente motivante confrontarsi con le tematiche principali di geo - politica che governano la società attuale con ambasciatori e capi di governo americani nonché con colleghi provenienti da tutto il mondo per contribuire a realizzare relazioni sulla tematica cruciale delle migrazioni del vicino Oriente moderno e attuale per contribuire a preservare i diritti umani nei paesi emergenti in cui, tra l’altro, prenderanno parte diversi organi.

Di seguito l’elenco delle Commissione simulate al Change the World Model UN New York

L’Assemblea Generale 1st Committee (GA1 – DISEC)

L’Assemblea Generale 3rd Committee (GA3)

Il Consiglio Economico e Sociale (ECOSOC)

Il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UNEP)

Il Commissione delle Nazioni Unite sullo Status delle Donne (UNCSW)

Il Consiglio di Sicurezza (SC)

Il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (UNICEF)

Il Economic Commission for Africa (ECA)

Il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP)

L’Historical Security Council (HSC)

L’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO)

 Giuseppe R. Messina

GIOVANE 28ENNE MUORE A TITO SCALO(PZ) - INCIDENTE SUL LAVORO

“Non si può morire così, a soli 28 anni…”.

Ancora una tragedia sul posto di lavoro si è consumata nella serata di ieri nella zona industriale di  Tito Scalo (Pz) nello stabilimento dell’Ageco un’azienda che opera nella raccolta e smaltimento rifiuti.

L‘accaduto intorno alle 20.00 dove un giovane residente a Potenza, Antonio Caggianese  stava effettuando il suo turno di pomeriggio  quando , per cause ancora sconosciute ,sarebbe rimasto incastrato in un macchinario che si occupa della vagliatura dei rifiuti, operazione preliminare  a cui sono sottoposti prima di essere avviati al trattamento vero e proprio.

L’operaio ha subito ferite gravissime al capo ed al torace ed a nulla sono serviti i soccorsi immediati. Dall’azienda è partito subito l’allarme e sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 Basilicata Soccorso, i Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Potenza ed i Carabinieri. I sanitari hanno potuto solo constatare la morte del giovane.

 Successivamente sul posto è arrivato il magistrato di turno per gli adempimenti del caso.

Angela Rondanini

ALL' EINSTEIN- DE LORENZO PER PARLARE DI "CRESCITA INCLUSIVA" 3° WORKSHOP DEL MILLENNIAL LAB 2030 DELLA FONDAZIONE VISENTINI

E' per Venerdi 2 marzo  p.v., dalle 9.30 alle 12 l’appuntamento conclusivo del Tour Millennal Lab 2030 all’Einstein-De Lorenzo.

Un percorso che termina con il workshop sulla “Crescita inclusiva”. Sotto la lente i seguenti domini: disoccupazione, abitazione, legalità e parità di genere.

 

Il Progetto, coordinato dalla referente Maria Sara Coriglione, docente di matematica all’Einstein-De Lorenzo è stato un vero e proprio “successo” per aver reso possibile un modello di scuola che dialoga con il territorio, che promuove nei suoi alunni la partecipazione attiva e la ricerca, la critica e la riflessione e, vista la natura del progetto, la creatività. Una sfida accolta dal dirigente scolastico Domenico Gravante che è in perfetta sintonia, già da alcuni anni, con le proposte e le iniziative messe in atto dalla Fondazione Bruno Visentini e della Luiss di Roma.

 

Ancora una volta a stimolare il panel di discussione (sull’importanza di adottare strategie comuni per ridurre il divario generazionale nel più ampio contesto degli ‘Obiettivi fissati dall’ “Agenda 2030” dell’ONU) saranno gli alunni della 3 i (indirizzo informatico) con la presentazione della ricerca e le domande agli interlocutori istituzionali: Roberto Cifarelli, assessore alle politiche di sviluppo, lavoro, formazione e ricerca regione Basilicata; Margherita Perretti, vicepresidente Confindustria Basilicata; Giuditta Lamorte presidente CoReCom Basilicata; Saverio Primavera, For.Im Azienda speciale Camera di Commercio Potenza e Vincenzo Auletta, Presidente Ance Organismo regionale costruttori edili-confindustria Basilicata.

 

E in Aula magna saranno presenti, oltre agli alunni di 3 i, i millennials delle classi Quinte. Una scelta del dirigente Gravante per dare una “possibile” risposta e/o opportunità di orientamento a chi non intende proseguire gli studi ma vuole “lanciarsi” nel mondo del lavoro e pertanto “interrogare gli ospiti –spiega la referente Coriglione- per conoscere le politiche strategiche per lo viluppo e per fare impresa”. In effetti il Rapporto 2018 “Il Divario Generazionale e le Nuove Professioni” ha l’obiettivo non solo di determinare la quota del divario generazionale al 2017 e di aggiornare la metrica della rilevazione del GDI al 2030, ma anche di affrontare il tema del futuro mercato del lavoro per le giovani generazioni, con un focus sui trend occupazionali nel medio-lungo periodo (secondo le previsioni dell’ILO al 2030 la forza lavoro 14-65 decrescerà e il 40% delle professioni saranno digitali) e sui possibili unknown and forgotten jobs.

 

Ma il lavoro per i millennials di 3i continua con il report che dovranno elaborare e inviare alla Fondazione (Alex Calabrese, Federico Calia, Francesco Calia, Simone Degiacomo, Vito Del Cambio, Giuseppe Gentile, Antonio Lotito, Steven Morrillo, Daniele Paternoster, Antonio Sabbatella, Valerio Sabia, Alessandro Scaccuto, Palo Spera, Rocco Tofalo, Gabriele Vaccaro, Vincenzo Valvano). Da una prima risonanza dell’attività, i millennials di 3i hanno espresso tutto il loro entusiasmo per la ricerca svolta e per l’opportunità di confrontarsi, nei precedenti incontri, anche con Luciano Monti, professore della Luiss in Politiche dell’UE e condirettore scientifico della Fondazione.

 

Il progetto si chiuderà con la presentazione dei risultati (da parte degli 800 studenti millennials, complessivamente) al Festival dei Giovani di Gaeta l’11 aprile 2018, in cui racconteranno il loro futuro 2030.

E i contributi delle scuole poi saranno raccolti in un Atlante del divario generazionale, pubblicato dalla Fondazione Bruno Visentini.

 

“Il punto di partenza del “Millennial Lab 2030” è che le nuove generazioni – commenta il dirigente Gravante – già a partire dall’istruzione secondaria superiore, debbano essere considerate come un “attore”: un soggetto individuale carico di aspettative che vuole realizzare , ma anche un soggettivo collettivo che deve essere protagonista della crescita e dello sviluppo socio-economico del territorio”.

 

L’Einstein-De Lorenza è fiera insomma di far parte del Progetto della Fondazione che coinvolge su tutto il territorio italiano 6 regioni con 13 Istituti scolastici superiori (Lombardia, Lazio, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia). Un progetto co-finanziato dal Programma UEErasmus+/Jean Monnet - iniziativa di eccellenza nel settore degli studi sull’Unione Europea ed è uno dei 50 progetti (di cui 10 italiani) selezionati tra i 2.300 presentati a livello internazionale.

“Le scuole e i loro studenti sono un punto di riferimento in questo contesto per discutere – si legge nella nota del Dirigente – sulle sfide che la generazione Millennial dovrà affrontare nei prossimi anni”.

 

Grande partecipazione dunque, da un primo bilancio risulta che nella prima parte del tour 2018 del Millennial lab 2030, ai primi 17 eventi hanno già partecipato circa 2600 studenti, 170 docenti e 85 ospiti (dati diffusi in un video sulla pagina FB della Fondazione, dal prof. Luciano Monti e dal team di progetto della FBV).

 

All’Einstein-De Lorenzo l’evento ha il patrocinio morale della Regione Basilicata, della Provincia di Potenza, del CNR Imaa, della Fondazione dell’Osservatorio ambientale regionale e del Rotary Potenza Torre Guevara.

L’ADDETTO STAMPA

Maria De Carlo

3475703107

 

Mc Gerry il popolare Rapper innovativo

Gerardo Di Benedetto in arte “MC GERRY” è un famoso cantautore, di nazionalità italiana. Un rapper dalle performances alternative che si esibisce anche in francese e in spagnolo. Un cantante di professione da ventidue anni nel settore, un semplice ragazzo dallo stile individuale ma con il talento per la musica e il ballo che gli ha permesso di ottenere successo. Subito si classifica tra i primi posti in alcuni programmi tv come: “ITALIA’S GOT TALENT” e "TALENT PLAYER" dove batte tutti con il video clip "Così Potente". Vincitore di undici festival nazionali, ricordiamo tra i più importanti radio e video Italia, un’artista completo e meritevole di tanto successo.MC Gerry in breve tempo riesce a creare un personaggio gettonatissimo in rete su: YOUTUBE, FACEBOOK e su tutti i social network, inoltre, alcune emittenti radio lo nominano “L’emergente popolare d’Italia”. La sua carriera diventa un crescendo, infatti, il cantante arriva ad aprire concerti con -J-AX - i GEMELLI DIVERSI – CLEMENTINO - MONDO MARCIO e vanta di numerose ospitate artistiche affiancando: Michele Placido, Biagio Izzo, Anna Falchi, Barbara Chiappini e Francesca Rettondini. Più volte anche premiato dalle Regioni: Basilicata per meriti artistici, dalla Campania come artista irpino rivelazione dell'anno e dalla Puglia come talentuoso fenomeno musicale. Nel febbraio 2014 partecipa alla realizzazione della compilation SANREMO DOC distribuita in tutta Italia con il brano“Per amore non si può morire” e vince nel prestigioso “Piper club” di ROMA il contest italiano “THE BEST ITALIAN RAPPERS POSITIVE”. Nel 2015 riceve il titolo nazionale di "Rapper the best live" nella città di Pescara e l’anno successivo invece riceve il premio "SUBLIMITAS" dal presidente Nazionale Fibes, un alto riconoscimento internazionale alla carriera per le eccellenze meridionali. E ancora uno dei suoi brani " FUNKY GERRY” diventa parte integrante di" Vacanze al sud" un film di Nando De Maio. Mc Gerry conquista subito anche un pubblico giovanissimo grazie alla realizzazione del cortometraggio “SAI COME SI VIVE”, dove si affrontano tematiche sociali come: l’alcool, la droga e l’alta velocità.

Mc Gerry cos’è per te la musica?Rappresenta tutto quello che ci circonda, la musica è parte fondamentale del mio essere, diventa per me il mezzo per descrivere la vita. Immagina che mondo sarebbe senza la musica, senza evasione dalla realtà, né forza per risollevarsi dai problemi che quotidianamente affliggono tutti noi, la musica è la nostra forza, non vorrei nemmeno pensare ad una realtà dove la musica non esiste.  

Cosa significa per te mescolare più generi?Io lo paragono sempre alla preparazione di una pietanza,mischiare gli ingredienti per la realizzazione di un’unica portata, altrettanto è per me giocare con i suoni, creare un mix di suoni per poi arrivare ad assaporane solo uno, appunto quello portante.Creare un nuovo suono tra vari strumenti musicali può essere complicato o strano per chi si avvicina alla musica ma per me è sempre un risultato innovativo e geniale.

A cosa ti ispiri per i testi e la musica?Le mie ispirazioni sia per la musica, per i testi nonché per i ritornelli sono dovuti a dei colpi di lampo, dei flash improvvisi, infatti posso anche stare un mese o due davanti alle macchine dello studio a sforzarmi ma a volte non approdo a nulla, solo quando mi arriva l’estro creativo del momento riesco a comporre un testo, una melodia, un ritornello o forse un testo compreso di musica in un attimo o a volte anche in poche ore.

Come è nata la tua passione?Insomma più che passione direi oggi una professione. Dall’età di sei anni, quindi proprio da piccolo, attiravo l’attenzione con esibizioni spontanee era un modo di espormi alla gente molto diverso dal comune, poi solo con gli anni ho capito cosa poteva essere questa forte energia che sentivo dentro. Poi negli anni sono cresciuto, migliorando e perfezionandomi sempre di più, giorno dopo giorno, comunque ho ancora tanto da apprendere, nella vita non si finisce mai d’imparare.

Come coinvolgi il tuo pubblico? Attraverso i testi delle mie canzoni cerco di attivare una sorta di terapia positiva, un modo per distrarsi e alleggerire il peso dei problemi, non come il resto degli artisti, permettetemi di dire a squarciagola: “TESTI BANALISSIMI E INSENSATI PRIVI DI ARGOMENTI E DI GENIO”. Chi produce musica capisce tante cose diverse del popolo che ascolta e sono plagi di plagi di plagi e brutte copie di plagi artistici. Scusate ma dovevo dirlo! Sostiene il cantautore.

 Cosa ti distingue nella produzione di un brano? Ogni mio brano si riconosce sin dalle prime note, per il testo sensato, per l’originalità, cerco di essere divertente e di non essere pesante, forse è questa la cosa che mi distingue di più.

Il segreto del successo del tuo ultimo brano “TE QUIERO”?Un misto tra reggaeton, baciata salsa funky e soprattutto lo stile alla MC GERRY, in poche parole aria di festa e felicità, un brano meritevole che a mio parere personale può essere la miscela giusta per diventare un tormentone estivo.

Stai lavorando a una nuova canzone? Si lavora in continuazione, ogni giorno dedico molto tempo alle nuove produzioni, di solito riesco a realizzare almeno un brano a settimana, in alcuni casi anche due.

Cosa la caratterizza?Le nuove canzoni hanno un carattere innovativo, infatti tutti i miei brani sono totalmente diversi uno dall'altro, cerco di non fare della retorica o la continuazione di brani precedenti. Se ascoltiamo un disco di cantanti affermati notiamo che che ogni canzone dalla prima traccia all'ultima sono simili sia musicalmente che testualmente e sembrano la continuazione di un discorso pregresso. Io non sono d’accordo e faccio un disco con quattordici tracce una diversa dall'altra, sia con la musica che con il testo, solo così si crea una compilation di effetti ritmici di argomenti vari e risulta più piacevole ascoltare il disco.

 Quali sono i contatti per seguirti?

I contatti per seguirmi sono:FACEBOOK Piace a 7.192 persone e un numero di visite ai video clip pari a 3.546.675

https://www.facebook.com/cantantemcgerry/

 YOUTUBE con 2.475 iscritti e un numero di visite ai video clip 1.159.287 visualizzazioni

https://www.youtube.com/channel/UCp1m43aJJhyW99hUUiespjg?app=desktop

 

 

 

 

 

Tris del Potenza al "Viviani" contro l'Aversa

Il Potenza vince 3-0 al "Viviani" contro l'Aversa e rimane al comando della classifica con cinque punti di vantaggio sulla Cavese. Mister Ragno schiera i suoi col 3-5-2 con l'impiego in difesa di Russo al posto di Biancola e di Coppola a centrocampo al posto dello squalificato Diop. La prima opportunità è per il Potenza con Panico, servito da Guaita, che impegna il portiere ospite Maiellaro bravo a respingere in uscita la sua conclusione. Al 24' il Potenza sblocca il risultato con Coppola, servito da Pepe, che realizza in due tempi mandando la sfera all'incrocio dei pali dopo aver lisciato la prima conclusione. Il Potenza prova a realizzare il gol del 2-0 già nel primo tempo e non concede nulla agli avversari. Sul finire del primo tempo Siclari per i rossoblu è fermato per un dubbio fuorigioco. Al 5' della ripresa allo stesso Siclari viene annullata una rete per fuorigioco. Pochi minuti più tardi Siclari va vicino al 2-0 su servizio di Guaita. Al 22' della ripresa Guaita realizza il gol del 2-0 per i rossoblu con una splendida conclusione imparabile per Maiellaro. Al 29' Siclari realizza il 3-0 definitivo per i rossoblu. La gara termina con una vittoria larga e più che meritata per i rossoblu che hanno dimostrato una grande solidità ed anche la giusta determinazione.

 

Gennaro Baldinetti

Vittoria esterna per il Matera, vittoria interna per il Potenza, pareggio esterno per il Picerno e sconfitta esterna per il Francavilla.

Domenica 25 febbraio 2018 si è giocata la ventisettesima giornata, l'ottava giornata di ritorno del campionato di Lega Pro, Girone C.

Il match - apre Dugandzic, chiude Maimone: Matera, ecco il bis.

Il Matera di mister Auteri allo stadio "Domenico Purificato" di Fondi, alle ore 16:30, vince per 0 a 2 contro il Fondi, le reti, al 22' del primo tempo il vantaggio degli ospiti del Matera con Dugandzic, il raddoppio del Matera arriva al 91' del secondo tempo con Maimone.

Sabato 24 febbraio 2018 e domenica 25 febbraio 2017 si è giocata la venticinquesima giornata, l'ottava giornata di ritorno del campionato di Serie D, Girone H.

La tripletta, segnale importante per la "piazza".

Nel girone d'andata, ed eravamo nella terza decade di ottobre dello scorso anno, non si concretizzò, ad Aversa Normanna "l'ottava meraviglia". Altra musica, ora, con i rossoblù che centrano un successo importante, con una prestazione certamente all'altezza della capolista.

Il Potenza (p. 62), dopo una settimana di giusta euforia da parte dei propri supporters, per l'importante pareggio conquistato a Cerignola, trova all'Alfredo Viviani, contro l'Aversa Normanna il tris vincente.

Le fibrillazioni elettorali, relative alla candidatura, del Presidente Salvatore Caiata, non hanno destabilizzato l'ambiente, che è parso, anzi, propositivo, determinato e unito, come non mai. Come dire "tuttiperuno", verso l'obbiettivo prestabilito.

Domenica 25 febbraio 2018 alle ore 15:00, allo stadio "Alfredo Viviani" di Potenza, Il Potenza di mister Ragno batte per 3 a 0 l'Aversa Normanna, le reti, al 23' del primo tempo il vantaggio dei padroni di casa del Potenza con Coppola, al 67' del secondo tempo il raddoppio del otenza con Guaita e al 73' del secondo tempo arriva la terza rete del Potenza con Siclari.

Sabato 24 febbraio 2018 alle ore 14:30, allo stadio "San Sabino" di Canosa di Puglia, il Picerno di mister Arleo pareggia per 1 a 1 contro lo Sporting Fulgor Molfetta, le reti, all'8' del primo tempo il vantaggio degli ospiti del Picerno con Marra, il pareggio dei padroni di casa dello Sporting Fulgor Molfetta arriva al 70' del secondo tempo con Tulimieri.

Domenica 25 febbraio 2018 alle ore 14:30 allo stadio "Erasmo Iacovone" di Taranto, il Francavilla di mister Lazic perde per 3 a 1 contro il Taranto, le reti, al 2' del primo tempo i padroni di casa del Taranto passano in vantaggio con Galdean, al 5' del primo tempo arriva il pareggio degli ospiti del Francavilla su calcio di rigore con Volpicelli, al 76' del secondo tempo arriva il nuovo vantaggio del Taranto con D'Agostino, all'86' del secondo tempo il Taranto sega la terza rete ancora con D'Agostino che sigla la doppietta.

 

Michele Saporito 

 

 

E' UNA NOTIZIA BUFALA L' AUMENTO DI 35 EURO SULLE BOLLETTE DELL'ENERGIA ELETTRICA

 

Un addebito di 35 euro in arrivo sulle nostre bollette elettriche di tutti noi che servirà ad appianare il buco lasciato da quegli utenti che non pagano la luce. È la FAKE NEWS  che sta girando da qualche giorno sui social, insieme all’invito a non pagare o a decurtare questa cifra dall’importo da saldare.
„La voce è iniziata a circolare negli scorsi giorni   su WhatsApp, e sui social ma non c’è niente, o quasi niente, di vero.“
 Altro Consumo, chiamato in causa, smentisce questo messaggio. Semplicemente perché ancora non è stato deciso nulla: infatti non si conosce la cifra reale del danno economico procurato e quindi non è nemmeno possibile quantificare l’aumento. Si specifica anche, che almeno per quest’anno, non sono previsti aumenti sulla fornitura Impossibile, quindi, arrivare alle cifre di 30-35 euro: l’aumento sarà irrisorio e, senza tanto clamore e catene di Sant’Antonio, probabilmente non ce ne saremmo neanche accorti. Aspettiamo comunque che l’Arera chiarisca e fornisca al più presto una stima ufficiale.
Enel fa inoltre presente "che nelle bollette attuali e in quelle dei prossimi mesi non risultano voci aggiuntive". L’aumento, se ci sarà, riguarderà tutti gli operatori sul mercato (dunque non solo Enel) e avra' in ogni caso un importo irrisorio “

Rondanini Angela

"RAVE PARTY" NELLA PROVINCIA DI POTENZA - 64 PERSONE DENUNCIATE

A Lavello, nel potentino, a conclusione di indagini. i militari della locale stazione dei Carabinieri hanno denunciato e deferito in stato di libertà sessantaquattro persone di età compresa tra i 17 e i 39 anni.  Sono accusate di invasione di terreni ed edifici, danneggiamento, deturpamento ed imbrattamento di cose altrui. 'si erano illecitamente introdotte all’interno del terreno e dell’edificio, danneggiando quest’ultimo anche con la realizzazione di scritte e graffiti esclusivamente ornamentali, deturpando altresì l’area circostante abbandonandovi bottiglie ed oggetti di vario genere.

 I fatti sono avvenuti tra la serata del  18 e il pomeriggio del  19 febbraio scorso, durante una festa non autorizzata tipo un "Rave Party " in cui avevano partecipato circa 200 persone provenienti anche da zone limitrofe,  in un capannone industriale in disuso e in un terreno annesso di proprietà privata.

 

Angela Rondanini

 

GIORNATA DELLA DIGNITA' E DELL'ORGOGLIO DELL'AVVOCATURA: ASTENSIONE DALLE UDIENZE 23 FEBBRAIO 2018

Si è tenuta questa mattina presso il Teatro Stabile di Potenza  la manifestazione denominata “Giornata della dignità e dell'orgoglio dell'Avvocatura e della salvaguardia delle tutele: parliamone prima”, indetta dall'Organismo Congressuale Forense con delibere del 12-13 gennaio scorso.

Gli avvocati lucani mandano un messaggio al prossimo Governo, chiedendo "una consultazione in caso di modifiche alle norme di settore", la reintroduzione dei minimi tariffari, e un impegno serio per la salvaguardia della Corte d'Appello: è quanto è emerso stamani, a Potenza, nel corso della "Giornata dell'orgoglio dell'avvocatura", la manifestazione organizzata in tutto il Paese in concomitanza con una giornata di astensione degli avvocati.

   "La giornata di oggi è importante - ha detto il presidente dell'Ordine degli avvocati di Potenza, Giampaolo Brienza - per illustrare al legislatore le istanze che provengono dall'avvocatura, da troppo tempo subiamo modifiche alle norme senza una consultazione, e l'avvocatura vuole essere invece una 'voce' tecnica. Serve poi un impegno serio per la salvaguardia della Corte d'Appello".La manifestazione, organizzata dall’Organismo Congressuale Forense, oltre che dall’Ordine degli Avvocati di Potenza e di Lagonegro, costituisce  un momento di riflessione e confronto tra avvocatura e rappresentanti delle forze politiche che si candidano a dirigere il Paese ed avrà ad oggetto tematiche di viva attualità, che vedono coinvolti gli operatori del diritto e che necessitano di scelte ed interventi di primaria necessità.
Nel corso dell’incontro sono state  prese in esame le recenti riforme che hanno comportato un oggettivo indebolimento delle tutele dei soggetti più svantaggiati, incidendo sulla stessa autonomia ed indipendenza della professione forense, già provata dai pesanti riflessi della crisi economica.
Al centro del confronto, la riaffermazione dei valori fondamentali della civiltà giuridica, tra cui l’irrinunciabilità della tutela giudiziaria quale strumento di affermazione della democrazia e della difesa dei ceti socialmente ed economicamente più deboli, la salvaguardia della professione forense quale unico mezzo per l’attuazione delle tutele e strumento di composizione delle distorsioni sociali e del mercato, il ruolo essenziale della giustizia di prossimità, anche alla luce dell’art. 5 della Costituzione.
Le forze politiche saranno, dunque, chiamate a prendere posizione sui temi maggiormente rilevanti per la professione forense e per la tutela dei cittadini, tra i quali, a titolo esemplificativo, la costituzionalizzazione del ruolo dell’avvocato, l’effettività dell’equo compenso, le problematiche attinenti alle società di capitali, che impongono un ripensamento, la separazione delle carriere giuridiche, le garanzie per gli indagati nelle intercettazioni, la revisione della geografia giudiziaria, la riaffermazione della centralità della giurisdizione per la tutela dei diritti.

Angela Rondanini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scopo della manifestazione è informare la cittadinanza e rivendicare una serie di valori "irrinunciabili" connessi all'esercizio della professione forense:

  • "la salvaguardia della professione forense quale "strumento di composizione delle distorsioni sociali e del mercato;
  • la irrinunciabilità della tutela giudiziaria dei diritti, anche con la conservazione della giustizia di prossimità;
  • l'autonomia e l'indipendenza dell'Avvocatura;
  • il diritto ad una “giusta” remunerazione della prestazione professionale."
  • Per questo motivo oggi è stata proclamato l'astensione degli avvocati dalle udienze e da ogni altra attività giudiziaria, in tutte le materie e dinanzi ad ogni organo giurisdizionale.

ALL'AUDITORIUM DI POTENZA PER RICORDARE IL 150^ DELLA NASCITA DEL GRANDE GIOACCHINO ROSSINI

Una bella occasione offerta dall'Ateneo Musica Basilicata per ricordare un " grande della musica italiana,ovvero Gioacchino Rossini nel 150^ della sua nascita ",e inevitabilmente il grande patrimonio musicale e culturale che ci ha lasciato,riferito anche al periodo storico in cui ha vissuto: una circostanza davvero ghiotta che ha visto il ritorno sulla scena potentina del noto presentatore televisivo  - Michele Mirabella - in qualita' di narratore, il quale con la sua semplicita' e chiarezza ha introdotto quanto presentato dall'Orchestra Federciana, anche questa nuovamente nel nostro Capoluogo,arrichendo il tutto con riferimenti storici,fatti e personaggi dell'epoca,per la migliore comprensione di un pubblico attento e accorso numeroso.

Ma non poteva essere diversamente per uno come lui," regista,autore e attore di teatro,radio,cinema,televisione,laureato in lettere e filosofia cum laude,e ad honorem in farmacia,ma anche docente,saggista e giornalista che ha firmato la regia di oltre cinquanta spettacoli e ha diretto allestimenti e recitato in teatri stabili e in numerose compagnie primarie in Italia,Europa e Stati Uniti". 

Ma naturalmente non ha fatto tutto da solo,sulla scena si é avvalso della presenza di validi artisti,quali il  - mezzosoprano Angela Bonfitto,il baritono Marcello Rosiello,il tenore Federico Buttazzo,i quali hanno impersonato personaggi tipicamente rossiniani, ed eseguito overture come - il Signor Bruschino,Cenerentola,l'Italiana in Algeri,il Guglielmo tell,e l'indimenticabile Barbiere di Siviglia; accompagnati dal valido M.O. Benedetto Montebello," gia' vincitore assoluto del premio Rinaldi quale miglior direttore d'orchestra del conservatorio S. Cecilia,nonche' vincitore del 1^ premio assoluto del Primo concorso internazionale di direzione d'orchestra G. Patane'".

La parte finale dello spettacolo, tutta incentrata sul Barbiere di Siviglia,ha visto i cantanti impegnati in  - duetti e terzetti - che hanno permesso di apprezzare la loro alta preparazione,e poi con generosi  "bis " hanno concluso un bellissimo spettacolo di alta qualita' nel  - ricordo del grande Gioacchino Rossini - .   

 

LUCIANO GENTILE

foto fonte facebook

Sottoscrivi questo feed RSS

Chi è online

Abbiamo 171 visitatori e nessun utente online

La Pretoria Social

Ora esatta

Cerca...

Che tempo fa?!

Potenza

Calendario Articoli

« Febbraio 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28        

Area Riservata

fb iconLog in with Facebook