Log in
A+ A A-

Articoli filtrati per data: Marzo 2018

RIBALTA GIOVANI ALL'AUDITORIUM DI POTENZA

Penultimo appuntamento all'Auditorium del Capoluogo,questa volta improntato sul talento giovanile,ovvero cenerentole a cui viene offerta la possibilita' di mettersi in evidenza,ed il tutto é riuscito bene considerata la giusta curiosita' fra il pubblico potentino che ha applaudito con gradimento gli artisti:

la serata é stata sostenuta dall'Orchestra ICO della Magna Grecia, che non é certamente la prima volta che sale sul palcoscenico dell'Auditorium,guidata dal M.o. Simone Zuccatti,il quale ha guidato l'esibizione dei giovani musicisti che hanno offerto brillante prova delle proprie capacita'.

Il concerto é iniziato con Giuseppe Baldari al basso tuba,che si é affidato alle musiche di  - Arild Plau nei momenti prologo,canzone e finale - a cui ha fatto seguito l'arpista Fabrizio Aiello che con il suono dolce del suo strumento ha presentato  - musiche di Debussy, ovvero danze sacre e profane -, e quindi é stata la volta della giovanissima Ilaria Paolicelli con le musiche di  -Ney Rosauro nei momenti saudacao,lamento,danca e despedida - ha posto al centro dell'attenzione  - la marimba -,strumento da percussioni che difficilmente si vede nei concerti e dal suono accattivante.

L'appuntamento della serata é proseguito con le musiche di Edward Elgar, con la serenata per archi op.20,che ha messo in mostra i giovani della ICO,altra orchestra nata con l'intenzione di permettere ai suoi appartenenti di emergere e distinguersi nel campo artistico.

Una bella serata per il pubblico potentino sull'onda delle giovani speranze nel mondo della musica.

 

LUCIANO GENTILE 

foto fonte facebook

 

Il Potenza vince contro il San Severo e resta a +5 sulla Cavese

Il Potenza vince 1-0 al "Viviani" contro il San Severo davanti ad oltre 4000 tifosi in festa e resta a +5 sulla Cavese a cinque giornate dal termine del campionato. Mister Ragno sceglie di schierare Sicignano in difesa, Vaccaro sostituisce lo squalificato Panico ed a centrocampo viene impiegato Guadalupi per Pepe. Nel primo tempo parte bene il Potenza che ci prova con un tiro di Vaccaro di poco alto sulla traversa. Guadalupi, in gran giornata, impegna il portiere ospite Patania su un tiro cross dalla fascia sinistra. Poco dopo, all'11' il Potenza passa in vantaggio con la rete realizzata da Vaccaro servito perfettamente da Guadalupi. Pochi minuti più tardi viene annullata una rete al Potenza realizzata da Siclari per fuorigioco. Il primo tempo si chiude 1-0 per i rossoblu, risultato stretto per quanto visto in campo. Nella ripresa il Potenza preferisce il controllo della palla e non si rende particolarmente pericoloso. A pochi minuti dal termine della gara grande intervento del portiere rossoblu Breza che salva il risultato respingendo le conclusioni da posizione ravvicinata prima di Kameni e poi di Palumbo. La gara termina con la vittoria meritata del Potenza che procede la sua marcia al vertice della classifica.

 

Gennaro Baldinetti

Vittoria di misura in casa per il Potenza, il Picerno espugna il "Miramare" di Manfredonia e il Francavilla sconfitta a Torre del Grego contro la Turris.

E' ripresa la corsa verso... il sogno!

Dopo l'inopinata e spiacevole sconfitta a Francavilla in Sinni, il Potenza scende in campo avendo la possibilità di riabilitarsi immediatamente.

Alla viglia mister Ragno aveva predicato sicurezza, confermando che i suoi "ragazzi" detenevano, intatto, le certezze e le convinzioni per raggiungere l'obbiettivo stagionale.

Ieri sera finisce con un importante successo rossoblù, che riescono ad incamerare tre punti fondamentali per la classifica, nonostante la sofferenza dell'ultimo quarto d'ora di gara.

La marcatura è di Francesco Vaccaro, sostituto di Panico, che ottimizza di testa un pallone proveniente da destra.

La mancanza dei due "elastici" di ambo i lati, Guaita e Panico, è stata colmata, in maniera soddisfacente, dai sostituti.

Anche i tifosi hanno voluto testimoniare il loro "attaccamento" ai colori rosso e blu e lasciare il segno, allestendo una coreografia con bengalini e fumogeni da "costringere" gli spettatori a stare col fiato sospeso, trasmettendo un'emozione che si può registrare solo in altre categorie e in altri stadi più importanti.

Il Potenza di mister Ragno allo stadio "Alfredo Viviani" di Potenza alle ore 20:30 vince per 1 a 0 contro il San Severo, la rete all'11' del primo tempo con Vaccaro.

Il Picerno di mister Arleo allo stadio "Miramare" di Manfredonia alle ore 15:00, vincono per 0 a 1 contro il Manfredonia, la rete al 47' del secondo tempo con E. Esposito.

Il Francavilla di mister Lazic allo stadio "Amerigo Liguori" di Torre del Greco alle ore 14:30, perdono per 2 a 1 contro la Turris, le reti tutte nel secondo tempo, al 47' gli ospiti del Francavilla vanno in vantaggio con Volpicelli, al 57' i padroni di casa della Turris pareggiano con Improta e al 59' la Turris va in vantaggio con Roghi.

 

Michele Saporito

LA VIA CRUCIS DI FRANCESCO STABILE

L'appuntamento del 24 marzo con l'A.M.B. si veste d'insolito,e ci porte in altra sede, ben piu' consona per cio' che deve essere rappresentato e per meglio configurare l'arrivo della Santa Pasqua: e per l'occasione é stato scelto un autore lucano, Francesco Stabile e la sua Via Crucis,che per " la prima volta fu' eseguita il 15 aprile 2011 nella chiesa di S.Maria del Sepolcro a Potenza dove Stabile era maestro di cappella,oggi dopo che la trascrizione dal manoscritto,affidata al M.o. Pasquale Menchise, che ha arrangiato la parte pianistica per orchestra ed ha reso l'opera piu' accattivante sottolineandone ancor piu' le tensioni che sono all'interno della scrittura, é stata nuovamente rappresentata con successo  e con l'aiuto dell'orchestra Meridies,ovvero un organico di legni e archi  che hanno garantito una molteplicita' di timbri,facendo meglio risaltare la melodia e la prassi armonica, anche con l'inserimento dell'organo che ha assicurato quella sacralita' che in alcuni momenti manca nella composizione".

Il tutto affiancato dalle stupende voci dei tenori Yoosang Yoon e Stefano Tanzillo,del baritono Saverio Sangiacomo,e della voce narrante di Nicole Millo che ha declamato alcuni passi intervallati da inserimenti musicali:

il concerto é iniziato con l'esecuzione a cappela di alcuni brani da parte del  Coro Polifonico "Vox Populi" guidato dal M.o. e organista Paola Guarino,altri eseguiti insieme all'orchestra Meridies diretta dal M.o. Pasquale Menchise, e quindi il Laudate Dominum in compagnia del soprano Eun Kyoung Suh;

poi la chiesa é stata interamente rapita dalla presentazione della Via Crucis,che in questa versione va' considerata " come una prima esecuzione assoluta per orchestra e voci maschili", il tutto riportando l'alto gradimento dei presenti che hanno salutato l'evento con abbondanti applausi.

 

LUCIANO GENTILE

foto fonte facebook

L'istituto Einstein- De Lorenzo sui luoghi del terremoto

POTENZA. Uno stage formativo ad Amatrice dal 9 all’11 aprile p.v., sui luoghi del terremoto. E’

 

quanto l’Einstein-De Lorenzo di Potenza, in collaborazione con il CNR-IMAA (di Tito Scalo) ha organizzato per gli studenti delle classi quinte CAT (5G e 5H) nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro. Ma l’intero progetto (che coinvolge tutte le quinte e gli indirizzi) verrà presentato

 

mercoledì 28 alle ore 9.30 nell’Aula Magna di via Sicilia.

 

Ad aprire i lavori il Dirigente scolastico, Domenico Gravante che ha fortemente voluto e promosso questa collaborazione per una scuola sempre più radicata e aperta al territorio. Al tavolo il presidente CNR Vincenzo Lapenna, i ricercatori CNR Licia Fanti, Maria Rosaria Gallipoli e Claudia Belviso, insieme per presentare e ufficializzare questo felice connubio. Infatti la convenzione stipulata tra Einstein-De Lorenzo e CNR-IMAA sarà pluriennale e coinvolgerà i seguenti indirizzi

 

dell’Istituto: Meccanica, Meccatronica ed Energia - Chimica, Materiali e Biotecnologie - Informatica e Telecomunicazioni - Costruzioni, Ambiente e Territorio.

 

Per ora gli alunni delle due classi quinte CAT (5G e 5H) sono pronti per partire per Amatrice subito dopo le festività pasquali –dal 9 all’11 aprile pv- guidati dalla ricercatrice Maria Rosaria Gallipoli, esperta di dissesti idrogeologici e sismici, e da alcuni docenti impegnati nel progetto.

 

Gli alunni analizzeranno i crolli, compileranno schede sui dissesti sismici e per loro sarà una “esperienza ricca e significativa che li qualificherà sempre di più nella professione che vorranno intraprendere”, così come commenta la docente referente per l’alternanza scuola-lavoro del CAT, Lucia Stabile. “Torneranno più arricchiti – continua la Stabile – di conoscenze specifiche sia nel rilievo topografico che nell’analisi strutturale degli edifici storici”.

 

Ad affiancare la referente i seguenti docenti che accompagnano gli studenti in questo percorso formativo: Patrizia Panebianco, Raffaele Giansanti, Antonello Lagrutta e Carlo Iannelli.

"Due parole con... Alexandre Azuké"

Carissimi lettori, abbiamo avuto la possibilità in questi di poter scambiare due parole con Alessandro Cappiello, in arte Alexandre Azukè, e le sue collaboratrici: Daniela Stefanelli, arte Dana e  Sabrina Albanese e Debora Lopardo, in arte Sabrina e Deb, in occasione dell’uscita dei tre brani: “What we were”, in versione original e remix, e “ Ti perdo o no”.

D: Raccontaci un po’ di te. 

Alexandre: Alessandro Cappiello, in arte “Alexandre Azùké”, nasce a Potenza, il 22 maggio 1991. Fin dalla giovane età si interessa per la musica, approdando presto al deejaying. Seguiva spesso i party nella discoteca della sua città. Mentre i suoi amici si sbizzarrivano in pista, lui rimaneva immobile ed estasiato nel guardare i dj muoversi in console. Il pensiero era già traghettato al voler avere le sue mani su quel mixer. Avvicinandosi a questo ambiente, iniziò a suonare con un piccolo controller compatto, da autodidatta. Proprio per perfezionarsi in questa tecnica, ha studiato attraverso corsi professionali, fin quando finalmente ha scalato quei 3-4 gradini che l’hanno portato a calpestare personalmente la console. Da li in poi a suonare in svariati club e manifestazioni pubbliche/eventi. Il suo nickname “Alexandre Azùké” racchiude le sue due grandi passioni oltre la musica in primis, la psicologia e i motori: il Giappone e la lingua francese (“Azùké” significa “vita”). Nel 2016 inizia a produrre, esordendo con il suo primo inedito “What We Were” - nella versione original mix di genere “R&B” e nella versione remix, di genere “House” - stipulando un contratto discografico con la casa “TRB-Rec di Andrea Tognassi”. A distanza di pochi mesi compare sul mercato musicale con il suo secondo inedito “Ti Perdo O No” – di genere “Reggaeton” - sotto la casa discografica “Red Sunset Records” (Sub label della TRB-Rec). Con il primo brano ha partecipato al Contest “Sanremo New Talent” arrivando in finale di Categoria Giovani. Con il secondo brano, è stato intervistato in diretta a Buongiorno Regione su Rai 3. Infine con entrambi i brani ha partecipato al “IV Concorso Letterario della Scuola Autori di Mogol” dove il testo “What We Were” (tradotto in italiano), è stato selezionato come uno dei testi più rappresentativi del concorso e verrà pubblicato nell’antologia commercializzata da aprile 2018 in tutte le librerie dalla “Aletti Editore” con l’introduzione del maestro Mogol. Spera di arrivare a tutti facendosi capire per quello che si scrive e si compone interpretandolo al meglio.

Dana: Mi chiamo Dana, ho 20 anni. Sono sempre stata impegnata in attività che coinvolgono la musica, dalla danza, al canto, al musical ecc., ed ora studio Produzione Audio a Milano. Le mie tendenze canore sono sempre state per lo più sulla black music, dal jazz, al blues all R&b, ma i miei gusti di ascolto musicale spaziano all’interno di molti più generi.

 

 

Deb: Ho 24 anni, sono un studentessa universitaria ed ho sempre avuto una grande passione per la musica in generale. Da quando ho 13 anni infatti ho frequentato il conservatorio fino a coronare il mio sogno di diventare maestra di piano. In generale sono una ragazza molto aperta a nuove sfide e questa nello specifico è stata molto costruttiva per le mie passioni e obbiettivi futuri.

 

Sabrina: Sono Sabrina Albanese, ho 30 anni, sono laureata in Psicologia e attualmente lavoro presso una cooperativa sociale di Potenza. Non amo definirmi una cantante, sono semplicemente una ragazza con una grande passione per la musica. Mi sono avvicinata a questo mondo in tenera età; avevo solo 8 anni quando ho deciso di partecipare alle selezioni dello zecchino d'oro. Nel 2004 ho partecipato al "Premio Mia Martini", esibendomi su vari palchi d'Italia,tra cui Reggio Calabria e San Benedetto del Tronto; ho passato diverse selezioni fino ad arrivare in semifinale a presentare il mio primo inedito "Sconosciute maree", un brano scritto da me.Durante quest'esperienza ho avuto modo di conoscere persone strepitose che hanno creduto in me e mi hanno regalato un piccolo sogno. Dal 2005 mi esibisco lavorando in serate karaoke, pianobar, feste di piazza e feste private con diversi gruppi con i quali sperimento svariati generi musicali,tra cui folk,pop,rock e heavy metal. Mi ritengo una persona timida e introversa ma allo stesso tempo forte e determinata, sempre con un sogno nel cassetto e i piedi ben piantati per terra.

 

 

D: Come è nato il tuo EP, in particolare i brani: “What We Were” e “Ti Perdo O No” poiché sono due testi totalmente differenti nel loro genere, e raccontaci anche come è nata la collaborazione con Dana (Daniela Stefanelli) e con Sabrina & Deb (Sabrina Albanese e Debora Lopardo)?

Alexandre:  L’EP nasce con la voglia di farsi conoscere, cercare di emergere in un mondo bellissimo che è quello musicale. Iniziando con il cimentarsi nell’arte del deejaying, si è arrivato anche a produrre per affermare la propria impronta musicale. Azùké, compositore della strumentale e autore di entrambi i testi ha voluto iniziare il suo cammino da producer con questo EP. In particolare, il brano “What We Were” mette in risalto una grande storia di amicizia. Il testo espone il dolore della rottura del rapporto e allo stesso tempo la volontà di reagire, la speranza ed il sapere che i soggetti siano felici. Il brano parla d’amore, non l’amore sentimentale, ma l’immenso legame fra due persone che godono di un’amicizia forte e vera; come cita anche l’inglese “I love you”, il quale ha due significati differenti: “ti amo” / “ti voglio bene”. Due persone che si sostengono l’un l’altra anche attraverso le distanze e le barriere interposte fra di loro. Quest’ultimo è stato prodotto anche in versione remix attraverso il genere “House”. Per quanto riguarda, invece, il brano “Ti Perdo O No”, nel dettaglio, racconta la storia di due ragazzi fidanzati che per colpa di lui hanno dovuto lasciarsi. Entrambi, però, soffrono. Soprattutto lei. Fin quando, per caso, si incontrano ad una festa, dove lei invitata e lui in console la nota e mettendo da parte l’orgoglio le se avvicina chiedendole scusa, ritornando così insieme. Il destino non li aveva fatti incontrare per poi farli separare. Il primo brano nasce in collaborazione della splendida voce di Daniela Stefanelli, in arte “Dana” la quale è riuscita ad estrapolare tutto il sentimento che il testo voleva intendere, in un genere, quello “R&B”, che riesce meglio ad esprimere il brano. Il secondo è nato in collaborazione con l’armoniosa voce di Sabrina Albanese, in arte “Sabrina” e le mani fatate della pianista Debora Lopardo, in arte “Deb”. Il volerlo produrre genere “Reggaeton” è collegato innanzi tutto a creare un brano leggero e spensierato (con un testo comunque serio), ed anche ricondurlo al genere che negli ultimi tempi sta spopolando, facendo conoscere in un certo senso, il Reggaeton cantato in italiano. Lavorare con Dana, Sabrina e Deb, confrontarsi, è stato molto semplice e piacevole e fin da subito è nata un’armonia dettata anche dalla passione per la musica che ci accomuna. A volte il parere di una era diverso da quello dell’altra parte. Ma questo è giusto perché si vuole sempre cercare di dare il meglio di sé in condizioni dove si pensa di non essere mai abbastanza e di non aver fatto mai abbastanza. Queste ragazze sono delle splendide, capaci e preparate artiste. Entrambi i brani sono presenti su tutte le piattaforme musicali on-line di streaming e download. Per “Ti Perdo O No” è stato realizzato anche il videoclip.

D: Dana come è nata la tua collaborazione per il brano: “What We Were”, con Alexandre Azùké (Alessandro Cappiello), quali sono state le sensazioni nel collaborare e la scelta del genere “R&B” per l’original mix e “House” per il remix?

 

Dana: Io ed il mio amico Ale ci siamo conosciuti proprio grazie alla musica, nel 2012, quando abbiamo organizzato insieme una serata, dove lui ha fatto da dj ed io da vocalist/singer. Per questo motivo non ho esitato affatto quando mi ha detto che voleva pubblicare una canzone con me. Il brano è un perfetto punto d’incontro tra i nostri gusti, per questo mi è venuta molto naturale l’interpretazione e la scrittura della linea melodica. Il testo parla di un’amicizia esplosa e poi svanita, “come scintille” (“I can feel it in my heart like sparks”) e la versione house è stata un’idea di Ale, che è già attivo nel genere, pensata per far sfogare gli ascoltatori nelle emozioni della danza, la reazione più bella che si possa ricevere da un pubblico.

 

D: Deb, come è nata la tua collaborazione per il brano: "Ti Perdo O No", con Alexandre Azùké (Alessandro Cappiello), la scelta del genere "Reggaeton", e, raccontaci anche le sensazioni nel collaborare con Sabrina (Sabrina Albanese)?

 

Deb: Questa fantastica collaborazione è nata semplicemente grazie al rapporto di amicizia che ho da tempo con Alexandre Azuke, che un giorno mi parlò di questa sua idea e della sua volontà di far partecipare anche me ed io molto entusiasta e convinta di questo progetto ho deciso di collaborare. Trovo la scelta del genere reggaeton molto azzeccata in quanto questo genere sta suscitando parecchio successo tra i giovani e anche perché è un genere che rispecchia molto i miei gusti. Ritengo che la mia collaborazione con Sabrina sia stata molto produttiva e interessante in quanta è una ragazza molto solare, simpatica e soprattutto ha un immenso talento e professionalità.

 

D: Per te, invece, Sabrina?

Sabrina: L'incontro tra me e Alessandro è stato assolutamente casuale,ci siamo conosciuti ad una festa di laurea di un amico in comune ed in quell'occasione mi ha proposto di collaborare con lui a questo progetto. Ho accettato immediatamente, soprattutto perché mi fido molto delle sensazioni a pelle e mi è sembrato un ragazzo serio,umile e con un progetto molto interessante. Il genere reggaeton,oltre a piacermi in particolar modo per le sonorità e il ritmo coinvolgente; negli ultimi anni si sta diffondendo a macchia d'olio nel nostro paese. Inoltre, come produzione musicale italiana è un'assoluta novità;poiché il genere è legato soprattutto a culture sudamericane. È stato bello collaborare con Debora,le sensazioni sono state positive,all'insegna di momenti di divertimento e serietà; ingredienti fondamentali e rari da trovare nelle persone. Inoltre è una persona che trasmette grinta e passione in ciò che fa.

 

 

D: Come il pubblico potentino sta rispondendo a questi due brani?

Alexandre: Il pubblico potentino ha reagito molto egregiamente per entrambi i brani. Si è avuta una buona frequenza di ascolti e complimenti, anche da famosi e conosciuti artisti, calcolando anche l’essere artista emergente e quindi non essere ancora propriamente affermato sul mercato musicale. Va benissimo così. Tutto questo, a tratti, non sembra vero ed è già un grande traguardo raggiunto.

 

Deb: Beh devo dire che anche se potenza è una realtà piccola e noi siamo comunque dei ragazzi giovani e alle prime esperienze in questo campo, la risposta è molto soddisfacente, c'è tanto interesse e voglia di conoscere nuovi artisti emergenti.

 

Sabrina: In maniera positiva,probabilmente anche per la novità del genere reggae ton made in Italy che ha incuriosito e avvicinato anche i più scettici. Inoltre la semplicità delle strofe e la musicalità rendono "Ti perdo o no" un brano sia da ballare che da ascoltare.

Dana: Per essere il primo progetto realizzato assieme, sono soddisfatta del riscontro del pubblico perché è piaciuta molto a chi l’ha ascoltata. Inoltre abbiamo portato la canzone come provino per il Sanremo New Talent del 2017, guadagnandomi l’accesso diretto alla finale.

 

 

D: Cosa hai in cantiere per il futuro?

Alexandre:  Per il futuro vi è l’intenzione di produrre altri brani e continuare questo cammino di dj/producer. Ad oggi, è stato già scritto un altro testo del quale non si svela nulla, neanche il titolo per cercare di carpire il tema di questo nuovo testo che sarà collegato molto probabilmente ad una strumentale “Dance”. Tutto a suo tempo. Ora come ora, già si hanno le prime soddisfazioni e tutto questo non si fa per cercare fama, anche se, chiaramente, se dovesse arrivare, ben venga. Per il momento si vive il sogno; questo sogno di suonare e produrre che pian piano sta trasformandosi in realtà. Come on!

Dana: Sto studiando molto in vista dei miei progetti, nel giro di 2 anni vorrei riuscire ad autoprodurmi con successo, adesso sto preparando le tracce per i miei primi singoli da solista pop/R&B, che hanno ancora un anno di lavoro d’avanti prima di vedersi pienamente realizzate.

 

Sabrina: Vorrei continuare a coltivare la mia passione per il canto,magari anche perfezionando la tecnica. Sto pensando di realizzare un progetto musicale pop-rock piano e voce o chitarra e voce.

 

Deb: Per prima cosa vorrei finire gli studi universitari, poi spero di continuare nel campo musicale anche con altri brani come questo o esibizioni in pubblico.

 

Ringraziamo i ragazzi per averci permesso di scambiare due parole con loro in modo da conoscerli meglio sia artisticamente che umanamente e gli facciamo un grosso in bocca al lupo per i loro progetti futuri.

 

 

Giuseppe R. Messina

 

 

Link

Canale YouTube Alexandre Azùké Dj

https://www.youtube.com/channel/UCSDZD9Y35YElCWpBhIKla4g

-          Canale YouTube Red Sunset Records

https://www.youtube.com/channel/UCECbQWpQToTq-sK-5w8IvBA/featured

Azùké Dj

-          Facebook

https://it-it.facebook.com/azukedj/

-          Instagram

https://www.instagram.com/azuke_dj/

-          Twitter

https://twitter.com/azuke_dj

-          Soundcloud

https://soundcloud.com/alex-ndr-ryo-az-k

Red Sunset Records

-          Artist

http://redsunsetrecords.com/artist/alexandre-azuke/

 Link brani:

"Ti perdo o no"

 https://www.youtube.com/watch?v=bA3p72PM5EM

"What we were" (original)

https://www.youtube.com/watch?v=eQKcKMs6F9s

"What we were" (remix)

https://www.youtube.com/watch?v=jfsXe7RwsJ4

 

 

MALTRATTAVANO DISABILI - 8 ARRESTI A VENOSA (POTENZA)

A Venosa (Potenza )per maltrattamenti a disabili sono 15 le persone indagate (tra cui 8 agli arresti domiciliari , 5 divieti di dimora e due interdizioni dalla professione medica) eseguite dai carabinieri del Nas nell’inchiesta “Riabilitazione invisibile” I fatti sarebbero avvenuti nella struttura riabilitativa dei Padri Trinitari che ospitava tutte le persone con disabilità.

 Calci, pugni, schiaffi e "trascinamenti a terra" per essere trasferiti dal corridoio alle stanze: è "l'inaccettabile e penoso sistema di vita quotidiano" che hanno dovuto subire alcuni ospiti di una struttura riabilitativa , interrotto stamani dai Carabinieri del Nas.

 Maltrattamenti "ripetuti" e "violenti" sugli ospiti, tutte persone con disabilità, avvenivano all'interno di una struttura per la riabilitazione gestita dai Padri Trinitari.

Tutto  è partito dalla denuncia della madre di un paziente che più volte aveva notato sul corpo del figlio ematomi e graffi. La  donna si era rivolta al personale dell’istituto di riabilitazione, ricevendo in risposta «sempre spiegazioni evasive e di comodo»

Per altri ricoverati viene contestata l'assenza di attività ludiche, ricreative e riabilitative, con completo disinteresse del personale dipendente.

 Inoltre dall'esame di 22 cartelle cliniche e diari medici, sottoposti a sequestro, si è riscontrato che gli unici duemedici presenti avevano omesso di registrare negli anni l'invio al pronto soccorso di alcuni pazienti per ferite lacero-contuse e traumi cranici.

 I reati contestati a vario titolo sono concorso in maltrattamenti e falsità ideologica ed omissione di atti d'ufficio.

  Le indagini cominciate nel novembre 2016 e andate avanti per diversi mesi sono state condotte anche con intercettazioni audio-video e telefoniche nonché con attività tradizionali quali ispezioni, riscontri testimoniali ed acquisizione di documentazione sanitaria.

 I dettagli dell’operazione sono stati forniti stamani in una conferenza stampa negli uffici della Procura della Repubblica alla quale hanno partecipato il Procuratore capo facente funzioni, Francesco Basentini, il pm Vincenzo Lanni, il comandante del Nas di Napoli, tenente colonnello Vincenzo Maresca, e il comandante del Nas di Potenza, capitano Carmelo Marra.

 

Angela Rondanini

Il Potenza perde a Francavilla ed ora è a +5 sulla Cavese

Il Potenza esce sconfitto col punteggio di 3-2 a Francavilla contro la locale formazione ed ora il suo vantaggio sulla più immediata inseguitrice Cavese si riduce da 8 a 5 punti. Il Potenza perde la sua seconda partita stagionale, entrambe le sconfitte subite dai rossoblu sono state ad opera di due squadre lucane, infatti l'altra squadra ad infliggere la prima sconfitta in campionato al Potenza è stata il Picerno. All'11' del primo tempo i sinnici passano in vantaggio grazie al gol di Marino che supera il portiere Mazzoleni in uscita dopo essere stato servito da Volpicelli. Al 21' il Potenza pareggia grazie ad una punizione calciata da Pepe deviata dalla barriera. Al 30' Marino per i sinnici realizza la sua personale doppietta portando i suoi in vantaggio per 2-1 dopo un'azione in collaborazione tra Volpicelli e Zappacosta. Nel finale del primo tempo ancora locali pericolosi prima con un tiro di Acosta parato da Mazzoleni e poi con Volpicelli. Nella ripresa all'11' Volpicelli per il Francavilla ci prova con un diagonale che termina di poco a lato. Pochi minuti dopo vicino al gol Acosta per i sinnici su assist di Zappacosta. Al 28' della ripresa terzo gol per i sinnici realizzato da Volpicelli su assist di Marino. Il Potenza tenta di reagire ma non riesce a rendersi particolarmente pericoloso. Al 51' della ripresa Franca realizza il secondo gol per il Potenza per il 3-2 definitivo per il Francavilla. Sicuramente il Francavilla ha fatto la partita perfetta contro un Potenza che non è stato all'altezza della situazione. Giovedi' si torna in campo per la 29' giornata con il Potenza che ospiterà al "Viviani" il San Severo e cercherà di tornare immediatamente al successo per avvicinarsi alla promozione in C1.

 

Gennaro Baldinetti

Vittoria interna per il Matera, nel derby lucano vittoria interna per il Francavilla contro il Potenza.

Domenica 25 marzo 2018 si è giocata la trentaduesima giornata, la quattordicesima giornata di ritorno del campionato di Lega Pro, Girone C.

Il match - Matera, una vittoria col il cuore: è ritorno al successo.

Un esultanza che la dice tutta quella del nuovo vantaggio. I biancoazzurri ci credono dal primo all'ultimo minuto e portano a casa una vittoria che dopo il clamoroso pareggio del Bisceglie sembrava impossibile. E invece no, il Matera continua a crederci, e al fotofinish con Sernicola trova la rete del nuovo vantaggio, e ovviamente della vittoria. La vincono i biancoazzurri per 2 a 1 che portano a casa tre punti davvero importanti del loro campionato.

Ma conta di più la prestazione, soprattutto nel secondo tempo, con il Matera che è andato oltre tutto e nel finale, con Sernicola porta a casa tre punti davvero importanti.

Il Matera di mister Auteri allo stadio "XXI Settembre - Franco Salerno" di Matera alle ore 18:30, vince per 2 a 1 contro il Bisceglie, le reti tutte nel secondo tempo, al 74' i padroni di casa del Matera vanno in vantaggio con Maimone, all'88' gli ospiti del Bisceglie pareggiano con D'Ursi e al 90' il Matera torna in vantaggio con Sernicola.

Domenica 25 marzo 2018 si è giocata la ventotesima giornata, l'undicesima giornata di ritorno del campionato di serie D, Girone H.

Francavilla perfetto Potenza battuto la Cavese ora è a -5.

Una battuta d'arresto, rimediabile!

Sorprendente successo della compagine del presidente Antonio Cupparo, a cui è stata dedicata la vittoria.

La compagine di casa in cerca del successo per allontanarsi dalla zona playout, nella quale si trova inopinatamente coinvolta, considerato i programmi di inizio stagione. I rossoblù del capoluogo di regione, inseguono la vittoria, per dar seguito ai risultati positivi ed avvicinarsi, senza apprensioni, alla meta stagionale.

La gara se l'aggiudica il Francavilla col punteggio di 3 a 2, nonostante un terreno pesante per l'abbondante pioggia "caduta" in questi giorni.

I locali , scesi in campo, con l'intendo di non sfigurare, riescono ad invertire il trend negativo, con un'ottima prestazione. Hanno mostrato la verve giusta per "conquistare punti" ed alimentare la deficitaria classifica.

Di rimando i rossoblù del capoluogo sono apparsi poco incisivi e non particolarmente reattivi e "in palla", nonostante i cambi effettuati.

Una giornata negativa! Spalti gremiti, per la disputa della gara fra compagini lucane. Il colore rossoblù ha dominato la scena!

Il Potenza di mister Ragno allo stadio "Nunzio Fittipaldi" di Francavilla in Sinni alle ore 15:00, perde per 3 a 2 nel derby lucano contro il Francavilla di mister Lazic, le reti, all'11' del primo tempo i padroni di casa del Francavilla vanno in vantaggio con Marino, al 19' del primo tempo gli ospiti del Potenza pareggiano con Pepe, al 29' del primo tempo il Francavilla torna in vantaggio ancora con Marino che fa dopietta, al 74' del secondo tempo il rancavilla segna la terza rete con Volpicelli e al 96' del secondo tempo il Potenza accorcia le distanze con il solito Franca.

Rinviata per neve Picerno e Turris che si giocherà mercoledì 11 aprile 2018 con inizio alle ore 15:00.

 

Michele Saporito

 

FINP: Diversamente Nuoto a Potenza

Lo sport da sempre unisce, coinvolge e crea emozioni. Oggi 25 Marzo la piscina comunale "Michele Riviello" di Montereale (Potenza) ha ospitato l'evento Diversamente Nuoto. La FINP (Federazione Italiana Nuoto Paralimpico) con a capo il presidente Mario Giugliano ha dato modo a diversi giovani di mettere in mostra il lavoro svolto; infatti costantemente questi ragazzi con disabilità vengono seguiti ed allenati da istruttori competenti che donano anima e cuore al loro lavoro. La maggior parte dei giovani (FISDIR, Federazione Italiana Sportiva Disabili Intellettivo Relazionale) vengono inseriti nel mondo dello sport, in questo caso del nuoto, e vengono fatti gareggiare. Per questo articolo abbiamo avuto modo di essere sul posto e di vedere come il rapporto tra istruttore e allievo non sia poi così tanto formale, si viene invece a creare un rapporto quasi genitoriale, fatto di sorrisi; l'armonia che aleggia in questi ambienti è qualcosa che lascia sempre un pensiero positivo nella mente, una voglia costante di andare avanti, di credere in ciò che si fa e di dire sempre che nulla è impossibile se lo si vuole.  All'evento era presente anche il Sindaco di Potenza Dario De Luca e l'INAIL, che ha permesso ai vari istruttori di studiare per conseguire il patentino e quindi aiutare i ragazzi. La mattinata è trascorsa in modo piacevole nella conosciuta piscina di Montereale da poco ristrutturata. 

Durante l'evento si è discusso di come, ogni settimana, avvengono gli allenamenti con un numero sempre maggiore di ragazzi con disabilità. Bisogna ammettere che, da parte degli istruttori, ci sta molto lavoro da fare, molto impegno e molta forza per portare avanti tutto ciò, ma, da come abbiamo avuto modo di constatare, tutto viene ripagato con la gioia di aiutare e far divertire chi ne ha davvero bisogno. Non si parla molto di questo solitamente, ma possiamo ammettere che è una realtà sì difficile, ma esistente a tutti gli effetti. Si esce sempre soddisfatti da tali esperienze, ed è questo che vale tutto il lavoro svolto.

 

Tommaso Bifolco

Sottoscrivi questo feed RSS

Chi è online

Abbiamo 154 visitatori e nessun utente online

La Pretoria Social

Ora esatta

Cerca...

Che tempo fa?!

Potenza

Calendario Articoli

« Marzo 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  

Area Riservata

fb iconLog in with Facebook