Log in
A+ A A-
Angela Rondanini

Angela Rondanini

URL del sito web:

15 OTTOBRE - GIORNATA MONDIALE DEI BAMBINI MAI NATI

 



Il 15 ottobre di ogni anno si celebra con numerose iniziative locali la Giornata mondiale del ricorso e della prevenzione, in segno di ricordo di questi bambini che non ci sono più e ci sono stati per pochissimo tempo e apre il mese mondiale della consapevolezza sul lutto in gravidanza e dopo la nascita.

In molte città alle ore 19.00 ore locali per un'ora basterà accendere una candela, in questo modo un'onda di luce attraverserà il globo, illuminando progressivamente il pianeta, un fuso orario dopo l'altro.

Chi ha vissuto una perdita simile, così dolorosa, sa che certi dolori non possono essere rimarginati da una candela accesa per un solo giorno, ma il lutto per la perdita di un bimbo non ancora nato non deve essere sminuito o ignorato come si faceva prima, finalmente viene riconosciuta la genitorialità di chi ha perso un figlio primo ancora di metterlo al mondo, di poterlo stringere tra le braccia.

La morte perinatale che affligge ancora un numero sorprendentemente alto di famiglie, riguarda ogni anno tre milioni di bambini e altrettante famiglie in tutto il mondo, è ancora oggi in Italia del tutto ignorato dalla maggior parte delle istituzioni. Dal 2007 anche l'Italia ha aderito a questo importante progetto grazie all'impegno dell'associazione Ciao Lapo Onlus. GenitoriPiù appoggia e sostiene l'istituzione, anche in Italia, della giornata mondiale della consapevolezza sulla morte dei bambini in gravidanza o dopo il parto, con la convinzione che questo sia un passo molto importante non solo per i genitori in lutto, ma anche per aumentare la cultura intorno a questo tema.

A te che avevi tutto, e di colpo sei diventata niente.

A te che “Ma tu non puoi capire perché mamma non lo sei!” e ti senti lacerare il cuore.

A te che vieni lasciata nell’indifferenza e il cui dolore viene sottostimato, ed invece hai subìto un lutto a tutti gli effetti.

A te che non accenderai alcuna candela, perché quel dolore brucia ancora troppo forte e l’idea di vederlo materializzato ti fa troppa paura, e lo vuoi tenere per te, solo per te.

A te che nel tremolio di quella fiamma ci vedrai il soffio del tuo bambino, che chiuderai gli occhi e lo accarezzerai con una lacrima, come fai spesso, chiedendogli di starti sempre sempre accanto.

A te che il tuo bambino lo senti, e lo cerchi in ogni dettaglio del tuo quotidiano, che vedi un sassolino a forma di cuore e sogni che possa essere lui che vuole farti sentire che è lì di fianco, che ne immagini i tratti del viso, che hai trovato un modo tutto tuo per festeggiare un giorno a lui dedicato che non corrisponde molto spesso alla data di nascita.”


Il mio pensiero va a te, mamma nel cuore.

A te che la società ha spesso istillato il dubbio che tu mamma non lo sia.

A te che avevi tutto, e di colpo sei diventata niente.

A te che “Ma tu non puoi capire perché mamma non lo sei!” e ti senti lacerare il cuore.”

Angela Rondanini

 

GARA REGIONALE DI PRIMO SOCCORSO DELLA CROCE ROSSA:VINCITRICE LA SQUADRA DI ACERENZA

Si è svolta ieri a Potenza la tredicesima edizione della “ Gara Nazionale di Primo Soccorso” della Croce Rossa Italiana organizzata dal Comitato regionale della Basilicata.

Un momento importante di aggiornamento per tutti i volontari dove le squadre si sono sfidate in varie situazioni di emergenza:maxi emergenze, incidenti domestici,Diritto Internazionale Umanitario e tanto altro sulle tecniche di primo soccorso,offrendo la possibilità di confronto tecnico e didattico anche con squadre provinienti da altre regioni d'italia.

La kermesse si è sviluppata in posti caratteristici del centro storico quali: Torre Guevara, Piazza XI Settembre, Piazza Duca della Verdura, Villa del Prefetto, Convento S. Michele Arcangelo, Largo S. Lucia e Largo Sinisgalli, dove è stato possibile assistere direttamente alle simulazioni di soccorso.

In mattinata si è tenuto al Teatro F.Stabile il saluto da parte delle autorità della città e della regione: sono intervenuti il Sindaco e il Prefetto della città di Potenza,Dario De Luca e Giovanna Stefania Cagliostro ,il Presidente del Consiglio Regionale Francesco Mollica e il Presidente del Comitato Regionale Croce Rossa di Basilicata Vincenzo Anobile. La gara è stata seguita con interesse da parte della cittadinanza nonostante le condizioni metereologiche non ottimali e c'è stata vasta partecipazione da parte dei volontari e del Corpo delle Infermiere Volontarie di tutti i comitati della regione che hanno contribuito alla realizzazione delle scene agendo come Truccatori,simulatori,supporter,tutor,giudici e staff.

Come ogni competizione che si rispetti, anche in questo caso è stata redatta una classifica che ha visto trionfare nella compezione tra le squadre ospiti la regione Calabria,seguita dalla Puglia,anche vincitrice del premio Di Pasca,e dal Molise. Nella competizione tra le squadre della regione ad aggiudicarsi il primo posto e l'accesso alla Gara Nazionale di Primo Soccorso che si terrà a Reggio Emilia il 16 settembre è stata la squadra di Acerenza,seguita dalla squadra di Melfi che si è aggiudicata il secondo posto. Le squadre lucane a gareggiare sono state 5 : Comitato del Noce,Matera,Filiano,Melfi e Acerenza. Non ci resta che augurare un in bocca al lupo alla squadra vincitrice per un'ottima riuscita della prossima competizione nazionale.

 

Angela Rondanini

 

SAGRA DELLA PAPATA A GIULIANO - CONCERTO DI DODI BATTAGLIA

Un vero successo il concerto di Dodi Battaglia in c.da Giuliano in provincia di Potenza in occasione della Sagra della Papata che si è tenuta ieri 26 agosto. Tantissimi i fan arrivati per ascoltare l'ex dei Pooh e non sono rimasti delusi. Due ore ininterrotte di musica di brani realizzati da solista assieme ai suoi inediti, nella scaletta tutti i grandi successi portati nel mondo con la sua band storica.

Donato Battaglia in arte Dodi è nato a Bologna il 1 giugno del 1951. Chitarrista, cantante e compositore di una parte delle musiche del Pooh e voce principale del gruppo nasce in una famiglia di musicisti, il nonno suonava il pianoforte e il mandolino, lo zio era chitarrista e il padre violinista.

A soli 5 anni inizia a studiare la fisarmonica frequentando una scuola di musica fino all'età di 12 anni. Successivamente passa allo studio della chitarra dove esalta le sue consistenti potenzialità tecniche da chitarrista. Cominciando a frequentare i ritrovi musicali di Bologna ha modo di entrare già da giovanissimo a far parte di alcuni gruppi: tra questi "I Rigidi" e i "Meteors" gruppo spalla di Gianni Morandi e ne "I Judos" band alternativa bolognese, rivale cittadina dei Pooh quando ancora si chiamavano "I Jaguars".

Nel 1968 la richiesta di entrare a far parte dei Pooh grazie all'amico Valerio Negrini. Dodi ha appena 17 anni, quando con la canzone Piccola Kety il gruppo ottiene un successo strepitoso. Da qui la scalata, 50 anni di grandi successi sia con il gruppo dei Pooh ma anche come solista. Ha collaborato negli anni con Vasco Rossi,Riccardo Fogli,Massimo Ranieri, Gino Paoli, Marco Masini, Enrico Ruggieri, Raf, Gianluca Grignani, Mia Martini, Giorgio Faletti, Annalisa Minetti, Fiorello, ma anche con personaggi di fama internazionale come Eric Clapton, Al Di Meola, Sting, Tommy Emmanuel, Steve Vai.

Nel  luglio scorso  il conservatorio "Egidio R. Duni" di Matera gli ha conferito una laurea honoris in "chiatarra elettrica" ed è la prima volta che un conservatorio dai tempi di Bach conferisce una laurea ad honoris causa non previsto dal regolamento e che le istituzioni ufficiali si concedono il lusso di incorporare al loro interno un personaggio pubblico.

Dialogando col suo pubblico ieri sera Dodi  ha affermato:" Io non ho studiato, non mi sono mai laureato ne diplomato, la mia università è stata il mio palcoscenico,ma ricevere una laurea honoris causa in chitarra per me è stato il massimo. In 50 anni di carriera di premi ne ho ricevuti tanti, ma questo è stato il massimo. Sto vivendo un sogno in un contesto meraviglioso e questo mi spinge a dire suonerò per i prossimi 50 anni".

Non possiamo far altro che augurare a Dodi altri 50 anni di successi.

 

Angela Rondanini

"VALE LA PENA LAVORARE" HA INIZIO IL PROGETTO DI FORMAZIONE NELLE CARCERI LUCANE

 

"Vale la pena lavorare" è quanto prevede il progetto approvato dalla Regione Basilicata su proposta dell'assessore alle Attività Produttive Roberto Cifarelli, che prevede lo sviluppo ed esperienze di formazioni professionali e di lavoro negli istituti penitenziari di Potenza, Melfi (Potenza), Matera e nell'istituto per minorenni di Potenza.

L'iniziativa avrà la durata di un anno ed è destinata a 410 persone (con un fondo di 2,3 milioni di euro da risorse del Po FSE 2014-2020). L'attività-secondo quando reso noto dall'Ufficio Stampa della giunta regionale-è prevista da un protocollo d'intesa tra la Regione Basilicata e il Ministero della Giustizia.

 

“La realizzazione delle attività – commenta l’assessore Roberto Cifarelli – riguarda la complessa questione dell’inserimento sociale e lavorativo dei detenuti, considerando l’istruzione, la formazione professionale ed il lavoro come parti integranti e centrali del trattamento penitenziario nei confronti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale, anche in forma alternativa. Di particola interesse è infatti il previsto raccordo tra i percorsi di formazione professionale, promossi a favore dei detenuti adulti e minorenni e degli ammessi a misure alternative con le reali esigenze occupazionali del mercato del lavoro regionale”. “Rilevanti – conclude Cifarelli – sono le previste relazioni operative fra i vari soggetti, pubblici e privati, che saranno in grado di offrire risposte articolate a tali bisogni sociali complessi, attraverso soluzioni innovative e interessanti”.

I servizi si articoleranno in tre tipologie:

  1. formazione,
  2. work experience,
  3. stage/tirocinio.

servizi di formazione saranno svolti in aula e laboratorio presso le strutture penitenziarie. La work experience consisterà in un percorso formativo individuale che con azioni di orientamento, formazione on the job, grazie ad un contatto diretto con la realtà lavorativa. Lo stage/tirocinio sarà attuato con modalità di formazione in azienda o presso le strutture limitative della libertà personale.

Case Management e Prison Farm consistono infine nella presa in carico di detenuti ospiti delle case circondariali al fine di sostenerne l’inserimento lavorativo sia fuori dal carcere, attraverso i servizi alternativi territoriali, che dentro il carcere. Queste nel dettaglio le strutture coinvolte: Casa Circondariale di Potenza (sezione maschile e femminile); Casa Circondariale di Matera; Casa Circondariale di Melfi; UEPE Potenza; UEPE Matera; IPM Comunità minori; USSM.

 

Angela Rondanini

XXIII EDIZIONE DELLA " SAGRA DEL BACCALA'... E NON SOLO " -17,18 E 19 AGOSTO 2017- AVIGLIANO

Anche quest'anno si rinnova la "Sagra del Baccalà...e non solo" giunta alla XXIII edizione che si terrà ad Avigliano (Pz) il 17,18 e 19 agosto 2017, consolidata manifestazione "giornate del commercio e dell'artigianato, promossa dall'amministrazione Comunale e patrocinata dall'Assessorato  Promozione e Valorizzazione del Territorio, Assessorato all'Associazionismo, con il patrocinio della Presidenza della Giunta Regionale. 

Tre giorni all'insegna della tradizione, del buon cibo e dell'ospitalità della comunità aviglianese, con spettacoli per grandi e piccini.

Quintali di baccalà saranno cucinati con ricette tradizionali in abbinamento a prodotti tipici e dal gusto forte della terra aviglianese, dal baccala "della vigna" ai peperoni "cuschi" (piatto tipico natalizio) a la "ciauredda" alle "patate" e tanti altri piatti prelibati.

Lungo il percorso enograstronomico sarà possibile degustare prodotti tipici locali, dalla famosa "strazzata" al tarallo (u mstazzuol) ai salumi ed ai formaggi di Avigliano.

Ma il principe rimane quello a base di merluzzo essiccato e salato, il baccalà.

Il baccalà e lo stoccafisso (derivanti entrambi dal merluzzo, ma con diversi processi di essiccazione e conservazione) furono introdotti in Italia al tempo delle Repubbliche Marinare (X-XIII sec.), grazie alle rotte commerciali con le coste del Mare del Nord, ma la tradizione narra che il merito di averli scoperti e importati in Italia vada a un nobile veneziano, il capitano Pietro Querini.

Nel 1432 la sua spedizione per commerciare vino, spezie, tessuti e altri prodotti naufragò a Røst, una delle più sperdute fra le isole Lofoten, in Norvegia, dove Querini scoprì lo strano ‘pesce-bastone’ Il successo dello stoccafisso, tuttavia, non fu immediato, poiché il consumo di pesce era, a quei tempi, assai limitato.

Con il Concilio di Trento (1545-1563), tuttavia, la chiesa cattolica dettò regole precise sulla scelta dei cibi e sui digiuni e il «mangiar di magro» diventò regola diffusa e stabile e poiché gli alimenti consentiti dalla chiesa non lasciavano grande scelta e non essendoci nelle campagne possibilità di far giungere pesce fresco (peraltro troppo caro), il baccalà divenne il prodotto ittico più diffuso nelle zone rurali.

Lo studioso Braudel, parlando di questo importante periodo della storia d’Europa, parlerà, addirittura, di «rivoluzione del merluzzo», rivoluzione accolta appieno dagli aviglianesi che ne hanno fatto, in abbinamento ai prodotti locali, il loro piatto per eccellenza.

Il baccalà costituì un alimento a base di pesce fondamentale per le popolazioni dell'entroterra lucano, essendo la zona collinare e lontana dal mare. Semplice da conservare e trasportare, fu un'ottima alternativa ai piatti a base di carne.Da qui l'idea a 

 

Angela Rondanini

(I cenni storici sono tratti da internet e pertanto considerati di dominio pubblico.)

 

 

MORTI 6 VOLONTARI DELLA CROCE ROSSA IN REPUBBLICA CENTRO AFRICANA

Ancora oggi il problema più grande rimane la sicurezza e la protezione dei volontari della Croce Rossa e l'accesso umanitario che in diverse zone è molto difficile. Sono sei i volontari uccisi negli scorsi giorni mentre stavano partecipando a un incontro sulla crisi e su come operare da un punto di vista sanitario nella località di Gambo Ancora,nella Repubblica Centro Africana . Le conferme delle uccisioni sono giunte da alcuni reporter che hanno riferito l'uccisione anche di civili e personale medico. Viene cosi di nuovo violato il trattato internazionale che vieta di sparare sul personale sanitario che si raduna sotto gli emblemi di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa il cui compito è quello di aiutare i ferititi da entrambe le parti durante i conflitti. Da qui nasce il detto "non sparare sulla croce rossa",in quanto ciò significa prendersela con i più deboli. È Essenziale che le parti in conflitto proteggano i volontari di Mezzaluna Rossa e Croce Rossa e tutto il personale associato al movimento internazionale e permetta loro di lavorare in sicurezza.  La Croce Rossa Italiana si unisce la dura condanna nella federazione di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa ."L'unica colpa di questi volontari è stata quella di cercare di dare aiuto ai più piccoli e vulnerabili.". È stato quanto dichiarato dal presidente nazionale della Croce Rossa Francesco Rocca; alle famiglie delle vittime vanno le più sentite condoglianze da parte di tutta la comunità.

 

 

 

 

 

 

ANGELA RONDANINI

 

 

 

 

" QUADRI PLASTICI " EDIZIONE 2017 - 6 AGOSTO 2017 AD AVIGLIANO

Si rinnova l'appuntamento con i Quadri Plastici di Avigliano edizione 2017 promosso dalla Pro Loco e dell'Amministrazione Comunale.

Dopo i numerosi successi riscossi a livello nazionale ed internazionale ,domani 6 agosto i sipari si apriranno alle ore 21.30-21.50-22.10 in Piazza Aviglianesi nel Mondo ,dove giovani appartenenti alle associazioni culturali Aviliart, Basso terra e Spazio Ragazzi si esibiranno in tre opere. "La morte dei giusti" il tema scelto per questa edizione 2017 rappresentato attraverso tre opere del Caravaggio :" La Crocifissione di Sant'Andrea " "La Decollazione di San Giovanni Battista" e il "Martirio di San Matteo". guidati da direttori artistici, affiancati anche da figure artigianali e professionali quali scenografi, tecnici luci, truccatori, pittori, sarti, falegnami e carpentieri, che daranno prova della loro maestria e professionalità.

La serata sarà allietata dal concerto per pianoforte e fisarmonica del Duo Gemmiti che si esibirà prima delle aperture dei Quadri e negli intervalli, passando dalla musica argentina a quella classica.

Sarà possibile visitare la mostra pittorica "Cannibali allo Specchio" presso l'ex convento dei Riformati e la mostra fotografica "Shooting Avigliano" lungo il vicolo di Via Roma.

Per i più piccoli dalle ore 19.30 alle ore 20.00 sarà proposta la lettura animata "C'era una volta... I Quadri Plastici" a cura dell'officina del Circo.

 

Angela Rondanini

MONS. CIRO FANELLI NUOVO VESCOVO DI MELFI-RAPOLLA-VENOSA

La candidatura veniva ormai ventilata da alcuni mesi, è Monsignor Ciro Fanelli  il nuovo vescovo di Melfi-Rapolla-Venosa nominato da Papa Francesco, proveniente dalla diocesi di Lucera Troia, fin ora era vicario Generale della stessa diocesi e parroco della cattedrale.

Mons. Fanelli sostituisce mons. Gianfranco Todisco che lo scorso aprile ha ottenuto dal Papa il permesso di lasciare la diocesi per andare in missione in Honduras.

 Nato il 2 ottobre 1964 a Lucera, in provincia di Foggia, dopo aver frequentato il corso istituzionale filosofico-teologico presso il Pontificio Seminario Interregionale Campano di Posillipo (Napoli), ha conseguito la Licenza in Teologia Morale presso la Pontificia Università Gregoriana in Roma. Ha ricevuto l’ordinazione presbiterale il 15 settembre 1990, incardinandosi nel clero di Lucera-Troia.

È stato Segretario personale dei Vescovi Castielli e Zerrillo. Ha ricoperto l’incarico di Direttore Spirituale del Seminario Vescovile, di Assistente unitario diocesano dell’Azione Cattolica, di Parroco di San Giacomo Maggiore in Lucera e di Vicario Generale. Per diversi anni è stato Membro del Consiglio di Amministrazione di “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo. Durante l’ultima sede vacante è stato scelto come Amministratore Diocesano. Al momento è Vicario Generale e Parroco della Cattedrale di Lucera.

Angela Rondanini

NOTTE BIANCA DEL LIBRO 2017

Tutto pronto per la terza edizione della "Notte Bianca del Libro " tema dell'iniziativa : Il Mediterraneo a Noi", manifestazione ideata e organizzata da Paolo Albano  presidente dell'associazione "Letti di Sera" con la coordinatrice Simona Bonito è il patrocinata  dal Ministero del beni e delle Attività culturali e del Turismo inserito nel cartellone comunale Estate in Città 2017.

Il centro storico della città di Potenza questa sera e domani si trasformerà in una libreria a "cielo aperto" che sarà invaso da scrittori, appassionati della lettura, con una trentina di incontri e presentazioni, a cui si aggiungeranno mercatini, banchetti, mostre fotografiche , caccia al tesoro e spazi per i più piccoli.

Un'anteprima dell'edizione si svolgerà questa sera alle ore 19.00 presso la chiesa di S. Francesco dove Pino Quartana leggerà alcuni versi del sommo poeta Dante :" La spiritualità del Cammino" mente nella Sala degli Specchi del teatro Stabile vi sarà l'accensione della lampada che segnerà l'avvio della manifestazione.

La lettura e la cultura saranno il filo conduttore di tutta la manifestazione che si snoderà per le vie del centro storico cittadino e non solo, nelle librerie, nei bar, nelle piazzette ospitando personalità note della scrittura come Antonio Mosa, direttore artistico della festa del cinema di Roma, la giornalista e scrittrice Francesca Barra, il sassofonista Gabriele Coen, divulgatore della tradizione musicale popolare ebraica reinterpretata in chiave jazzista.

Una notte bianca e della lettura, con le porte che si aprono per far entrare e uscire, parole, voci, luci e pensieri, dove i protagonisti sono ovviamente i libri, gli autori, i librai, ma anche suoni, colori e immagini.

Angela Rondanini

Emodiva Accademy compie e festeggia 10 anni di attività

Venerdi 21 Luglio si è tenuta la sfilata per festeggiare i 10 anni dalla nascita dell’ Emodiva Accademy di Potenza,sita in Via Della Chimica 13.

Emodiva Accademy è nata nel 2007 grazie all’idea del direttore Michele Cutro,commerciale di una multinazionale di prodotti per parrucchieri,che ha deciso di investire e aprire questa accademia che forma ogni anno più di 300 acconciatori. Emodiva non si occupa solo di formare parrucchieri acconciatori ma da due anni si è interessata anche all’estetica,diventando accademia estetica riconosciuta dalla Regione Basilicata.

I frequentanti  sono da subito approcciati al mondo della moda e dell’estetica,sono introdotti nei backstage che permettono di ridefinire un total look. Emodiva svolge tutti i corsi e percorsi in aule dedicate e allestite con tutte le attrezzature di ultimissima generazione con aula didattica, aula tecnico/stilistica, aula viso/mani e aula corpo/piedi.

L’accademia è aperta a uomini e donne a partire dai 16 anni e ha la durata di 2 anni per Estetiste in cui si percepisce la qualifica che permette di esercitare la professione più 1 anno di Specializzazione Abilitante per l’esercizio d’impresa necessario per chi ha intenzione di aprire un proprio centro estetico;

mentre è di 24 mesi la durata del corso per acconciatore maschile e femminile. Di questi il 7% ha aperto una propria attività e l’84% invece lavora stabilmente nel settore.

E’ inoltre una scuola a credito formativo: funziona come un’università in quanto si producono delle evidenze e vengono svolti a esami veri e propri riconosciuti in tutta Europa e nel mondo,grazie all’acquisizione di tecniche utilizzate e riconosciute in tutto il mondo,fornendo così una formazione completa che permette di unire tecniche diverse al fine di soddisfare al meglio il cliente futuro.

Emodiva Academy è una delle Member School autorizzate da Habia UK (Ente Preposto per le Qualifiche in UK), con licenza di HABIA ITALY ad offrire corsi specifici per il conseguimento degli Standard di Qualità Professionale sino al livello 3, avvalendosi di docenti certificati e autorizzati dalla casa madre.

La sfilata si è svolta presso la loro sede e ha visto la partecipazione di Emozioni Atelier per gli abiti.

 

Angela Rondanini

Sottoscrivi questo feed RSS

Chi è online

Abbiamo 88 visitatori e nessun utente online

La Pretoria Social

Ora esatta

Cerca...

Che tempo fa?!

Potenza

Calendario Articoli

« Ottobre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

Area Riservata

fb iconLog in with Facebook