Log in
A+ A A-
comunicati

comunicati

URL del sito web:

Ultime due tappe per le Ruraliadi: domani 25/9 a Sant’Antonio Casalini di Bella “Mazz e Piuz”, sabato 26/9 a Vietri di Potenza il “Gran Premio dei Carrettini”, cerimonia di chiusura e concertone in viale Tracciolino

Ultime due tappe per le “Ruraliadi”, le olimpiadi della ruralità che hanno preso il via il 20 agosto e che si concluderanno sabato sera a Vietri di Potenza: prima la tappa a Sant’Antonio Casalini di Bella, venerdì 25/9, poi la lunga e ricca giornata vietrese di sabato 26/9. Una seconda edizione che ha visto praticamente raddoppiata la partecipazione delle comunità e degli atleti, che hanno affollato queste tredici tappe, dalla prima di Muro Lucano fino all’ultima di Ruoti. Ideate dal Gal Csr Marmo Melandro e realizzate dalla società Iridia, le Ruraliadi venerdì sera saranno a Sant’Antonio Casalini di Bella, dalle 19.30, dove sarà riproposto il gioco “Mazz e Piuz”: i concorrenti –con tecnica e coordinazione- dovranno colpire con la “mazz” (pezzo di legno) il “piuz” (un altro pezzo di legno di circa 15 cm con le due estremità appuntite). Bisognerà quindi far saltare il piuz e colpirlo. Dopo la gara sportiva la serata continuerà con il concerto de “Il Terronista” e stand gastronomici. Ricca la giornata di sabato, che prenderà il via già alle 18 con il “Gran Premio dei Carrettini”. Il gioco consiste in una discesa su carretti in legno (forniti dall’organizzazione) lungo corso Vittorio Emanuele, il percorso cittadino vietrese. Le squadre, a seconda della posizione in classifica generale, si affronteranno in uno scontro diretto a due. Ogni squadra sarà composta da due concorrenti (un maschio e una donna). Richiesta destrezza alla guida e concentrazione per la riproposizione di questo storico gioco. Gioco che durerà fino alle 20.30 circa. Poi dalle 21 al via la cerimonia di chiusura con la sfilata delle squadra e degli amministratori in rappresentanza dei 15 Comuni del Marmo Melandro. Alle 21.30 la premiazione e i saluti, ma non mancheranno diverse sorprese. Poi in Viale Tracciolino il tanto atteso concerto di quattro band lucane: Renanera, Basiliski Roots, Il Terronista e i Cant’Ieri. Le band che tanto hanno animato tutte le tappe dell’edizione 2015 delle Ruraliadi. Durante la serata non mancheranno stand gastronomici. Le ultime due tappe si sono svolte a Baragiano e Ruoti, con il tiro alla fune e la morra: a vincere entrambe le tappe la squadra ruotese, ormai favorita per la vittoria finale. Anche se la matematica ancora non ha ancora dato la sicurezza. Sicuramente un bilancio più che positivo per l’edizione 2015: le Ruraliadi anche quest’anno sono state un sano momento di integrazione, divertimento e socializzazione. Senza dimenticare la valorizzazione e conoscenza del territorio, con molti Comuni che hanno visto rivivere i centri storici e valorizzare le bellezze naturali e paesaggistiche, come accaduto durante le varie escursioni proposte dall’organizzazione. Appuntamento quindi venerdì a Sant’Antonio Casalini di Bella e sabato a Vietri di Potenza, per le ultime due spettacolari tappe delle olimpiadi della ruralità. Tutte le info ed i programmi completi di ogni tappa su www.ruraliadi.it e sulla pagina Facebook “Ruraliadi

Scienze Motorie di nuovo a Potenza, venerdì 25 settembre la presentazione

Riapre a Potenza una succursale del Corso di Laurea triennale in Scienze delle Attività Motorie e Sportive.  La sede dell’ex Isef ubicata al rione Francioso dal 1980, poi facoltà universitaria di Scienze Motorie, risulta chiusa dal 2011. L’Accademia Civica del Sapere ha stipulato la convenzione con il Comune di Potenza, attraverso la quale sarà messa a disposizione la sede e le strutture sportive per le attività pratiche. La presentazione dell'Anno Accademico 2015-16 del Corso di Laurea triennale in "Scienze delle Attività Motorie e Sportive" si terrà venerdì 25 settembre alle ore 10 nella Sala dell’Arco del Palazzo di Città, in piazza Matteotti. Interverranno il Sindaco di Potenza, Dario De Luca, l’assessore comunale allo Sport, Giovanni Salvia e il consigliere regionale Mario Polese, promotore della norma sul sostegno economico al corso di Scienze Motorie, approvata nel 2014. Programma, attività e modalità saranno illustrati da Dino Potenza, presidente dell’Accademia Civica del Sapere, responsabile del corso. Le iscrizioni al corso di laurea si effettueranno a ottobre, senza test d'ingresso. Gli studenti interessati possono ottenere informazioni rivolgendosi al numero di telefono 0971 283967.

LA BASILICATA SULL’ANNUARIO 2015-2016 DIDATOUR: SETTE ITINERARI PER UN TURISMO SCOLASTICO DI QUALITA’

Dalla parte dei giovani studenti che crescono. Viaggiatori che osservano i territori con occhi curiosi, con un approccio semplice ma non ingenuo, con fantasia ma al contempo concretezza. Capaci di apprezzare i tratti di unicità di luoghi lontani dall ’omologazione delle destinazioni di massa.

L’Apt dedica a loro sette itinerari, organizzati da tour operator e agenzie viaggi lucane, che raccontano la Basilicata e sono presentati su “Didatour Annuario 2015-2016. Turismo scolastico e didattica”, pubblicazione rivolta ai docenti e supporto nell’ organizzazione ai viaggi di istruzione e alle gite scolastiche.

Visite guidate, attività outdoor e laboratori didattici passando da storia, geografia, letteratura ed arte studiate sui testi scolastici a quelle vissute da piccoli protagonisti. E’ quanto offrono i pacchetti turistici, illustrati sull’annuario, che ben coniugano momenti educativi e momenti ricreativi e invitano gli studenti e i loro accompagnatori alla scoperta del patrimonio materiale e immateriale lucano.  Percorsi culturali e artistici, collegati ad un’ampia scelta di itinerari naturalistici e ambientali e servizi di qualità, in un’ottica multidisciplinare, regalano emozioni autentiche da assaporare e condividere.

La Basilicata, meta ideale per il turismo scolastico, affascina con i suoi paesaggi culturali: da Matera, Capitale Europea della cultura per il 2019 e città dei Sassi, patrimonio dell’Unesco dal 1993, con un firmamento di caverne e cripte, testimoni silenti della spiritualità ascetica di monaci eremiti e di una civiltà rupestre, che ha evidenti legami con la Cappadocia, alla  piana del Metapontino, che conserva i segni di antichi fasti come le Tavole Palatine e reperti risalenti alle colonie greche di Siris ed Herakleia. Conquista il palato con le specialità enogastronomiche e affascina con il racconto di storie di briganti e di poeti nei parchi tematici e letterari (parco della Grancia, parco di Aliano dedicato a Carlo Levi, di Tursi in omaggio ad Albino Pierro e  di Valsinni in onore di Isabella Morra),con il perpetuarsi di riti arborei, matrimoni di natura e cultura, di usi tipici della cultura arberesche, di grandi feste religiose e rievocazioni storiche. Colpisce con grandi attrattori come il Volo dell’Angelo e il Volo dell’Aquila che regalano adrenalina esaudendo il primordiale sogno dell’uomo di volare a contatto diretto con la natura, con luoghi ludico-didattici di nuova concezione come la città dell’Utopia, il Museo scenografico Orsoleo, il Percorso delle Sette Pietre.

Architetture civili e religiose fanno da quinta a stradine di impianto medievale lasciando intuire il susseguirsi degli stili, delle culture di antiche genti: greci, sanniti, romani, barbari, bizantini, normanni, saraceni ed albanesi. Un crocevia di civiltà ricordate attraverso antiche vestigia, nelle aree archeologiche e nei musei nazionali e un caleidoscopio di colori dove sfilano tappeti di rigogliosi boschi come quelli del Vulture, tanto cari all’imperatore  Federico II, che accolgono gli specchi d’acqua di Monticchio; castelli su rupi scoscese nascoste in una natura fiabesca; le Dolomiti Lucane, roccaforti naturali dai profili aspri e suggestivi; colline incise dai calanchi dall’aspetto lunare  che creano autentiche sculture tra pinnacoli, dune bianche e profondi canyon come nella Riserva naturale regionale dei Calanchi di Montalbano Jonico, il geosito più grande della Basilicata; borghi  tra i più belli d’Italia; le oasi di verde incontaminato con una variegata flora e fauna dei parchi naturali come quello del Pollino, il più esteso d’Italia, del Parco nazionale dell’Appenino Lucano Val d’Agri lagonegrese, del Parco regionale di Gallipoli Cognato e delle piccole Dolomiti Lucane.

I pacchetti turistici proposti connettono molteplici  siti  con un’offerta articolata conciliando esigenze di contenuti, di sicurezza, di soddisfazione dei destinatari dei viaggi e non ultimo di costi con una spesa minima prevista di 110 euro e una massima di 140 euro.

Chiuso il Lauria Folk Festival: vino protagonista tra convegni e giochi a squadre La manifestazione ha promosso per l’ottavo anno territorio, produzioni e tradizioni locali

LAURIA (PZ) – Si è chiusa domenica 20 settembre l’ottava edizione del Lauria Folk Festival, la manifestazione che riscopre il territorio e la sua dimensione partendo dalle tradizioni popolari e contadine, organizzata dall’Associazione Culturale Terra Antica in collaborazione con la ProLoco e il Comune di Lauria e con la direzione artistica di Pasquale Cappiello della Artistica Management di Venosa. Tema centrale di quest’anno è stato il vino, come omaggio all’intero territorio lucano, ricco di risorse vitivinicole e capace di produrre vini di qualità rinomati nel nostro paese e all’estero, e al mese di settembre, che inaugura la stagione della vendemmia. Tra gli obiettivi, promuovere i vini lucani come elemento di attrazione per incrementare le presenze turistiche.

Sabato 19 settembre nel rione di Lauria Inferiore sono stati allestiti gli stand gastronomici e artigianali, per permettere alle aziende del territorio di esporre e vendere i propri prodotti di qualità. Nel pomeriggio si è svolto un convegno, moderato dal giornalista de “La Repubblica” Piero Russo, in cui si è parlato di eccellenze vinicole e di promozione turistica legata all’economia del vino, con la partecipazione di rappresentanti di categoria e autorità politiche. In serata spazio alla musica folk con il concerto acustico del gruppo Ars Nova, che ha suonato musiche popolari tradizionali del Sud Italia, e al cabaret di “Cantieri Comici”, con le esibizioni di Pietro Sparacino, Carmine Del Grosso e Stefano De Clemente.

Nel corso della due giorni non sono mancate le degustazioni, ma anche i momenti artistici e di intrattenimento: la performance live di pittura di Vittorio Vertone, le incursioni musicali dell’uomo-orchestra Teatro Caccabak, l’incontro con gli autori Biagio Accardi (cantastorie), Peter Barone (fumettista) e Nicozazo (artista), la performance di body painting di Roberta Lioy, i componimenti live del poeta estemporaneo Silvestro Sentiero, gli intermezzi musicali del gruppo Barabbash.

Fulcro della giornata di domenica sono state le “Olimpiadi del vino”, presentate da Pino Carlomagno, che hanno coinvolto il rione di Lauria Superiore. Quattro comuni rappresentanti Lauria e alcuni paesi limitrofi si sono sfidati nella “Gara del travaso” e nel “Palio delle botti”, con la vittoria finale dei padroni di casa. Ai giochi è seguita una tavola rotonda con alcuni produttori vinicoli di importanti etichette nazionali, intervenuti per portare la loro testimonianza sul forte legame esistente tra il vino e i luoghi in cui viene prodotto, per scambiare esperienze e buone pratiche, per discutere della produzione vinicola tradizionale e delle nuove tendenze.

Il concerto degli Amarimai, previsto in serata a chiusura della manifestazione, è stato annullato causa maltempo

Cultura e business: un convegno a Matera della Fidapa in partnership con Milano

Cultura e business: i paradigmi al femminile dell’economia etica. E’ il titolo del convegno organizzato dalla Fidapa BPW Italy di Matera in partnership con la Federazione di Milano nell’ambito di Btobexpo che si terrà venerdì 25 settembre alle 17,00 nella Sala Carlo Levi di Palazzo Lanfranchi nella Città dei Sassi. L’argomento è il filo conduttore del tema internazionale del biennio 2014-2017 dell’organismo femminile che ha incentrato la propria attività sul “fare” la differenza attraverso la leadership e l’azione.

Il convegno è articolato in varie sezioni: “Matera capitale della cultura 2019 – Milano expo 2015, opportunità di cultura e di business” con gli interventi di Lucrezia Annese, presidente della Fidapa di Matera e Laura Caradonna, presidente della Fidapa di Milano. “Finanza etica – Corporate Governance” con gli interventi di Eufemia Ippolito, BPW International Rappresentante al Consiglio d’Europa, Eustacchio Quintano, presidente dell’Ordine dei commercialisti di Matera. “L’etica nel business nutre Matera” con gli interventi di Antonietta Spinella, Commissione EXPO Ordine Dott. Commercialisti Milano, e di Patrizia Minardi, Dirigente Sistemi turistici e culturali Regione Basilicata. “Architetture, città, paesaggi: Turismo e riqualificazione sostenibile dei siti ad elevata qualità storica ed ambientale” con l’intervento di Rossella del Prete, docente Università degli studi del Sannio. “Capitale culturale, coesione sociale e qualità della vita: l'impatto delle policies innovative per la cultura e la creatività” con Angelo Tortorelli, presidente Camera Commercio di Matera, Rosa Gentile, Vice Presidente Nazionale Confartigianato, Franco Stella, Direttore CONFAPI.

Il convegno sarà aperto alle 16,30 dai saluti di Lucrezia Annese, presidente F.I.D.A.P.A. BPW Italy Matera, Raffaello de Ruggeri, sindaco di Matera, Raffaele Liberali, ass.re Politiche Sviluppo, Lavoro, Formazione e Ricerca, Luca Braia, assessore alle Politiche Agricole e Forestali, Francesco De Giacomo, presidente Provincia di Matera, Aurelia Sole, rettore Universita’ di Basilicata, Maria Antonietta Amoroso, presidente F.I.D.A.P.A. BPW Italy Distretto Sud Est. Modera Eva Bonitatibus, giornalista e responsabile Commissione Relazioni e Rapporti con la stampa Distretto Sud Est.

Le conclusioni sono affidate a Filippo Bubbico, Vice Ministro Ministero dell’Interno. Interverrà nel corso della serata Antonella Pagano “DALL'ARTE ALLA CREATIVITÀ: LA CELEBRAZIONE DELLA BELLEZZA”.

Eva Bonitatibus

Satriano di Lucania, successo per il “Peperoncino Fest”: tantissima gente ha invaso il centro storico della capitale dei murales

SATRIANO DI LUCANIA – Due giorni intensi, ricchi di iniziative, quelli del “Peperoncino Fest” a Satriano di Lucania. Due giorni che hanno visto una grande affluenza nel paese dei murales e del peperoncino, con il centro storico del Borgo autentico d’Italia molto affollato. E’ stato un susseguirsi di aree espositive, degustazioni, spettacoli teatrali, musica, presentazioni e tanta buona musica. La kermesse si è aperta venerdì sera con il convegno “Conoscere il Peperoncino”, nella suggestiva piazza Abbamonte. La parte gastronomica e teatrale si è aperta invece in serata, con lo spettacolo teatrale “#Tabula 2- Dot_Degustazione di Origine Teatrale”, di e con Antonella Iallorenzi e la Compagnia Teatrale Petra. Sempre l’affascinante piazza satrianese ha ospitato in serata lo splendido concerto de “I Maltesi”, la prima cover band italiana di Fabrizio De Andrè, che si è esibito proponendo i più grandi successi del compianto artista genovese. La splendida voce di Dario Di Stefano ha davvero impressionato ed emozionato tutti. Tante persone a seguire il concerto e a visitare e girare il centro storico, affollando i numerosi stand provenienti da Campania, Basilicata e Calabria. Stand che hanno esposto peperoncino satrianese, formaggi, prodotti da forno, prodotti al tartufo, cioccolato artigianale, salumi calabresi, conserve di mare e prodotti ittici, specialità al peperoncino, conserve a base di peperoncino e cipolle di tropea, olio extravergine, cosmesi naturale all'olio presta ed eccellenze calabresi. In tanti hanno voluto assaggiare le ottime pietanze del Crazy Horse e de La Botte (che aderiscono alla Rete dei Ristori Piccanti Lucani: il panuozzo (impasto piccante) con salsiccia lucana e porchetta, strascinati con cicoria e peperoncino, strascinati al sugo di pezzente, buon vino e variegate bibite. Per i non amanti sono state servite pietanze anche non piccanti. Sabato sera invece la presentazione del libro “Peperoncino, amore mio” di Enzo Monaco e l’area espositiva oltre alla degustazione dei piatti a base di peperoncino. E poi ancora tanta buona musica con i Mitici e BasiliCanti e la chiusura con dj Tony Delta in piazza Abbamonte. “Peperoncino Fest –ha sottolineato Michele Miglionico, vice presidente Delegazione Accademica del Peperoncino dell’Appennino Lucano- si afferma ed inizia a registrare ottime attenzione. In due giorni tantissima gente ha invaso il centro storico, ed oltre un quintale di peperoncino lucano è stato consumato, oltre a centinaia di pietanze consumate e grandissimo entusiasmo. Il nostro obiettivo è quello di coinvolgere più gente possibile intorno alla spezia più utilizzata al mondo. L’area mercato –ha concluso- consegna i suoi positivi risultati e gli operatori lucani e calabresi testimoniano il loro inaspettato boom di vendite”. Un evento –condiviso con la cittadina calabrese di Diamante- che in poco tempo è cresciuto a dismisura. Ma il “progetto peperoncino” non si ferma qui: l’operatività dell’Accademia Lucana –dopo aver raccolto i primi frutti- continuerà ancora per la valorizzazione di questo importante prodotto.

Collaborare con l 'Unibas: domande riservate agli studenti sino al 30 Ottobre

Pubblicato il bando per l’assegnazione di 106 forme di collaborazione destinate agli studenti dell’Università della Basilicata da svolgersi entro il 30 dicembre 2016.

La durata delle collaborazioni sarà di 130 ore.

Queste le Strutture presso cui si svolgeranno le attività:

  • Biblioteca Interdipartimentale di Ateneo
  • Centro di Ateneo Orientamento Studenti (Potenza e Matera)
  • Centro Interfacoltà Servizi Informatici e Telematici
  • Ufficio Ricerca e Relazioni Internazionali
  • Ufficio Segreteria Studenti - ex Enaoli
  • Ufficio Segreteria Studenti - Polo Macchia Romana
  • Ufficio Disabilità
  • Centro Linguistico di Ateneo (Potenza)
  • Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo (Matera)
  • Scuola di Ingegneria
  • Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari
  • ed Ambientali
  • Dipartimento di Matematica, Informatica ed Economia
  • Dipartimento di Scienze Umane
  • Ufficio formazione e rapporti sindacali

 

Requisiti richiesti
Possono partecipare alla selezione tutti gli studenti dell’Ateneo che per l’A.A. 2014/2015 risultano iscritti ad una delle seguenti tipologie di Corsi di studio, esclusi i fuori corso:

  • Corsi di Laurea
  • Corsi di Laurea Magistrale
  • Corsi di Laurea Specialistica o Magistrale a ciclo unico

Il requisito dell’iscrizione è necessario fino al termine dello svolgimento dell’attività di collaborazione.

CANDIDATURE: le domande di ammissione dovranno essere consegnate o spedite entro il 30 ottobre 20

Partnership tra Bcc Laurenzana e Cus Potenza Rugby

Il 21 settembre 2015 sarà sicuramente un giorno ricordato con molto orgoglio da tutti componenti attuali e futuri del CUS Potenza Rugby, in quanto proprio in questa data è stata stipulata un’importante partnership con la Banca di Credito Cooperativo di Laurenzana e Nova Siri. Grande soddisfazione da entrambe le parti per l’accordo raggiunto e per il progetto illustrato nella mattinata presso la direzione sita in viale Marconi a Potenza. “Per noi è grande onore sostenere il CUS Potenza Rugby e i valori nei quali gli atleti di questo sport si riconoscono – ha dichiarato il direttore generale Costantino Giorgio – La BCC di Laurenza e Nova Siri in questi anni ha cercato di assistere le iniziative del territorio meritevoli alla luce del fatto che nel nostro statuto c’è l’esplicita menzione alla crescita sociale e culturale del territorio dove operiamo; grazie al fondo di beneficenza e mutualità, che deriva dagli utili delle attività, abbiamo stanziato dei fondi al fine di affiancare numerose attività culturali e sportive, sostenendole nel loro percorso di crescita e sviluppo. Il questo contesto si pone in maniera meritevole l’opera sportiva e non del CUS Potenza Rugby che non solo si è fatta rispettare in campo a suon di vittorie, ma anche e soprattutto per le attività fuori dal campo che incarnano a pieno quelli che sono i principi e i fondamenti su cui si fonda la nostra banca. È un modo per farci conosce, vero, ma anche per far capire che ci siamo sul territorio e che sosteniamo le attività di questa terra. Il sostegno alle attività del CUS Potenza Rugby è stato deliberato dal consiglio per questa annualità ma siamo certi che si creerà un circuito virtuoso tale da poter permettere la continuazione della collaborazione negli anni avvenire”. “E’ un grande onore per noi avere l’appoggio della BCC per le nostre attività – ha dichiarato il presidente del sodalizio potentino Giovanni Passarella – L’obiettivo è quello sicuramente di disputare un buon campionato e di continuare a toglierci altre soddisfazioni ma soprattutto di far inserire le nuove leve provenienti dalla under 18 e i nuovi adepti nei meccanismi della nostra squadra. Nel rugby, come in altre discipline, è di fondamentale importanza il vivaio, le giovanili. Quest’anno abbiamo l’opportunità di portare in campo ben 6 nuovi ragazzi iscritti all’Unibas ed ex atleti delle giovanili e in quest’ottica si pone il sostegno datoci dalla BCC che sarà sicuramente utile nelle attività soprattutto dei ragazzi delle giovanili che rappresentano per noi, il futuro del rugby in città”. Un giorno quindi storico per la giovane società potentina che potrà finalmente dare, grazie al supporto della BCC, uno slancio alle proprie attività soprattutto del vivaio

Il “CAFFÈ LETTERARIO-BOOKAFFÈ ” di Amburgo e gli artisti emergenti.

Vogliamo affrontare un tema molto caro a tanti lettori e membri della nostra comunità italiana, un piccolo sogno che a breve si realizzerà nella Missione di Amburgo.

Stiamo parlando del cosiddetto Caffè Letterario”, un incrocio spesso ben riuscito tra cultura enogastronomica e letteraria. Matrimonio che quasi sempre si è rivelato solido e vincente e che non è una scoperta dei nostri giorni. Anzi. Già più di un secolo fa nasceva e si diffondeva in tutto il continente europeo la moda dei caffè letterari. Allora erano gli artisti che normalmente li popolavano per scambiarsi esperienze, commenti e idee. Il popolino se ne stava alla larga, quasi impaurito dalla presenza, in questi ritrovi, di quegli “strani personaggi”. Oggi, invece, ritorna questa tendenza per porsi come alternativa alle spersonalizzanti realtà virtuali.

Ma cos’è un Caffè (o bar che dir si voglia) Letterario?

In pratica è un locale a metà tra il classico bar e la biblioteca, ma dall’unione degli elementi nasce un prodotto del tutto nuovo, molto più accattivante e multiforme.

Un posto dove l’arte di ogni genere la fa da padrona. Qui studenti ed artisti di ogni tipo espongono le loro idee per farsi conoscere. Che si tratti di pittori, scultori, poeti o scrittori, cantanti o semplici appassionati, questi si recano nei caffè letterari anche per allietare la clientela con il loro intrattenimento.

Il caffè letterario quindi non è un semplice bar. E non è nemmeno una semplice biblioteca. Ma nemmeno l’unione dei due elementi. È un’atmosfera, è una sensazione, è sicuramente un posto dell’anima. E può coinvolgere diverse generazioni di anime sensibili, perché all’odore del caffè e alla carta stampata, si può unire quello del buon vino e della tecnologia più avanzata, creando a fianco della classica parte libraria, tanto altro.

Insomma il caffè letterario è un locale dove allo stare insieme, tipico dei bar ed anche dei bar che sono nelle varie Missioni Cattoliche, e al piacere di preparare cocktail dietro al bancone, si può unire un grande amore per i libri, per la cultura e, spesso, per un profondo senso etico e solidale, anche per mezzo di quegli spazi come ad esempio il giardino interno della Missione Amburghese da sfruttare tutto l’anno. L’idea del nuovo Parroco/Missionario, accolta con favore e piacere dai membri del Consiglio Pastorale e dalla Comunità tutta, ha fatto sì che si avesse l’opportunità di far conoscere con il nuovo locale, anche artisti di ogni estrazione ed in particolar modo nostri connazionali; vuole essere quindi un luogo dove le idee vengono tradotte nella modalità pubblica dell’evento, attraverso le potenzialità della “parola” come veicolo di creazione e trasformazione dell’esistente in un modo sempre migliore.

 

Voler quindi creare un sistema di fruizione culturale originale ed alternativo, fatto di quanto di buono ci possa essere sulla piazza per fruitori che cercano dell’aldiquà un segno dell’aldilà, in modo da arrivarci sempre più preparati (altrimenti che senso avrebbe?!?).

Pertanto il 19 settembre alle 18.00 ci sarà l’inaugurazione del Caffè Letterario “Bookaffè” della Missione Cattolica Italiana di Amburgo con Armando Quattrone.

Ma chi è Armando Quattrone?

Armando è un giovane calabrese che dal “profondo Sud” dell’Italia si trasferisce al “profondo Nord” della Germania, ma non prima di passare da vari punti importanti d’Europa. Infatti suo primo punto di riferimento è stata l’Irlanda, dove si esibisce con musicisti folk irlandesi, passando poi per Parigi, Atene, e ad Amsterdam e ad Amburgo scopre la musica italiana degli anni '60: Domenico Modugno, Adriano Celentano.

Inoltre ha lavorato negli H.O.M.E. Studios con artisti internazionali come Eminem e Mariah Carey. Le canzoni sono un mix pop originale in cui Armando elabora la musica italiana anni ‘60, il reggae e la tarantella. La musica è ballabile, con testi tutt’altro
che superficiali. Vincitore di vari premi, in maniera particolare quest’estate ha superato artisti di fama come Alvaro Soler con la sua “El mismo sol”, vincendo la Summer Hit 2015 di NDR2 con la canzone “Positvo” già spot TV dell’Aperol Spritz, per continuare con il premio “Manente” (unico nel suo genere, che associa gruppi musicali e registi uniti dalla passione per l’arte e la cultura popolare, questa linfa che ha ispirato colui al quale tutto è dedicato), per mezzo del suo videoclip dove racconta la sua terra e l’orgoglio della sua gente, contro chi li vorrebbe ancora arretrati e subalterni. Un video originale e innovativo, che 
utilizza una modalità attualissima, praticamente una sorta di invito a vincere la rassegnazione, che acquista particolare forza con la ripresa in soggettivo dell’interprete, 
impegnato in un costante “selfie”, al quale, grazie al sapiente montaggio, fa da sfondo la Calabria con i suoi paesaggi e le sue bellezze in rapido movimento, come vuole questo nostro tempo. E a dimostrazione del fatto che la musica può davvero costituire un ponte naturale tra le generazioni e le culture, ecco che il nostro “Bookaffè” che si apre con un artista sempre più in crescita come Armando Quattrone, nonché caro amico della nostra Missione, proprio per dare quel segnale che, come recita un antico adagio: “chi ben comincia è a metà dell’opera” e, pertanto, si farà in modo che dopo l’inaugurazione del 19 settembre diventi un locale di eventi, di energie, una fucina di idee e quindi: alla larga la pigrizia!

PIERLUIGI VIGNOLA

 

Six memos in jazz nella Villa del Prefetto

A trent’anni dalla morte avvenuta la notte tra il 18 ed il 19 settembre 1985 dello scrittore ed intellettuale Italo Calvino, tra i più importanti del Novecento italiano, il circolo culturale Gocce d'autore, in collaborazione con la Provincia di Potenza, presenta il libro "Six Memos in Jazz" di Giuseppe Romaniello.

La presentazione avverrà in una cornice speciale, la Villa del Prefetto appena riaperta alla pubblica fruizione e si terrà sulla balconata principale sabato 19 settembre ore 18,00. Prenderà parte, oltre all’autore, Pierluigi Argoneto, presidente dell’associazione Liberascienza, che ha curato la prefazione e Rosario Palese, editore e presidente della Fondazione Abacus. Conduce e modera la giornalista Eva Bonitatibus. La narrazione musicale è affidata a Toni De Giorgi, tastiere, Gianluca De Giorgi, percussioni, e allo stesso Giuseppe Romaniello, sax. Pasquale Palese sarà, invece, impegnato in una estemporanea di pittura.

Il libro di Romaniello rende omaggio al grande Calvino che scrisse, prima di morire, le Lezioni americane individuando sei importanti valori letterari. Romaniello ne trae spunto per una trasposizione nella musica jazz e l’esperimento è riuscitissimo. La narrazione prende il via dalle pagine del libro e prosegue con la musica attraverso i brani che meglio esprimono i contenuti dei valori letterari.

Sottoscrivi questo feed RSS

Meteo

Potenza

Ultime

Calendario Articoli

« Gennaio 2022 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Area Riservata