Log in
A+ A A-

Il sonno

In evidenza Il sonno

 

Studi epidemiologici indicano che circa un terzo della nostra vita la trascorriamo dormendo; naturalmente sono dati indicativi e non strettamente corrispondenti all'esperienza di ogni singolo individuo: il sonno può essere considerato un comportamento e come tale dunque oggetto di studi e riflessioni. In realtà, nonostante il sonno abbia sempre interessato l'uomo, esso non è stato oggetto di studi scientifici fino agli anni 50 del 20° secolo, periodo dalla quale gli scienziati hanno potuto usufruire di strumenti tecnologici adeguati a questo fine.

Oggi sappiamo che la psicofisiologia del sonno è estremamente complessa e variegata, a tratti contraddittoria e questo alimenta il fascino che questa condizione esercita sui cultori della materia. Sinteticamente il sonno si divide in cicli che si susseguono; i cicli a loro volta sono divisi in due fasi, la fase REM (acronimo di Rapid Eyes Moviments) e fase Non REM: la fase N-REM è divisa in tre stadi (quattro fino al 2007, la comunità scientifica a seguito di nuove acquisizioni ha ritenuto più corretto questa nuova suddivisione); la fase REM e la N-REM formano un ciclo della durata di circa 90 minuti.

Il sonno comporta modificazioni dell'attività cerebrale; l'ingresso in questo stato di coscienza avviene nello stadio 1 N-REM; si susseguono gli stadi 2 e 3 ed al termine della fase N-REM della durata approssimativa di 45-50 minuti, comincia la fase REM. Solitamente alla fase REM è associata l'attività onirica, anche se alcuni ricercatori sostengono che questi si manifestino anche durante gli altri stadi. L'attività cerebrale durante questa fase aumenta fino a divenire simile a quella dello stato di veglia così come aumenta anche il metabolismo mentre si presenta una fase di atonia dei muscoli finalizzata, molto probabilmente, ad impedire la messa in atto dei movimenti eseguiti nel sogno. Al termine della fase REM l'attività cerebrale ritorna come quella presentata nello stadio 2 N-REM; è frequente un breve risveglio che solitamente cade in oblio e di cui non manteniamo il ricordo.

La durata di un ciclo  N-REM/REM è variabile e dipende, come tutti i comportamenti, dalle abitudini: in media durante il sonno di un adulto si susseguono 5 cicli e sono questi a determinare la qualità del sonno e, dunque, non la durata in termini di ore. La qualità del sonno incide notevolmente sulla nostra vita quotidiana; è noto ad esempio che la deprivazione del sonno influenza sulla capacità di memorizzare o mantenere l'attenzione; anche l'umore ne è profondamente influenzato. Esso a sua volta è influenzato dalle nostre attività svolte durante la giornata e dallo stato psicofisico; una cattiva condizione di salute inficia la qualità del sonno creando a sua volta un circolo vizioso spesso deleterio. Va aggiunto che  anche le condizioni ambientali come ad esempio la temperatura della stanza, il rumore e la luminosità incidono su questo comportamento. Solitamente, alla cattiva qualità di questa condizione è possibile rimediare mettendo in atto dei semplici comportamenti finalizzati a creare la cosi detta "igiene del sonno", mentre alle volte, quando il problema persiste oppure risulta particolarmente pervasivo è necessario un consulto presso uno specialista, Psicologo o Medico.

I disturbi del sonno sono sempre più diffusi, anche nell'età dello sviluppo e solitamente rappresentano la spia di un disagio emotivo, soprattutto quelli riferiti a difficoltà di addormentamento oppure risvegli continui. Come tutti i disagi non vanno sottovalutati né tanto meno trattati con metodi improvvisati: anche i farmaci per dormire, tra i più venduti al mondo, devono essere assunti solo dopo prescrizione e monitoraggio del Medico curante.

Dr Michele Passarella

Ultima modifica ilLunedì, 29 Dicembre 2014 20:26
Altro in questa categoria: « Il Lutto L'immagine mentale »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Meteo

Potenza

Ultime

Calendario Articoli

« Maggio 2024 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

Area Riservata