Log in
A+ A A-

“LE COLAZIONI FILOSOFICHE” PRESSO L’U-PLATZ DI GOMMALACCA TEATRO

La compagnia teatrale Gommalacca ha inaugurato la programmazione della sua rassegna primaverile "Il teatro che c'ho in testa" con le Colazioni filosofiche - due domeniche primo e otto marzo 2015 alle ore 10.00 - dedicate ai temi dell'Eros attraversando Jacques Lacan e Platone con "Ancora", è un interrogarsi sul tema del desiderio a partire dalle voci del grande dialogo platonico del “Simposio”. Lacan ha ripreso l'antica tradizione sull'amore della filosofia greca; nei suoi seminari tenuti dal 1953 al 1980, l’ottavo (1960-61), espone la questione del transfert: le lezioni sono dedicate, maggiormente, al commento del Simposio.

Etimologicamente la parola “simposio” significa bere insieme. Il simposio era una pratica diffusa nei costumi della Grecia classica. Finita la cena si cominciava a bere a turno facendo girare la coppa del vino. Degli intellettuali, che erano anche coloro che detenevano il potere politico, parlavano delle questioni etiche e dei valori della vita.

Il “Simposio” è uno dei dialoghi più belli di Platone. Scritto intorno al 380 a.C., si svolgeva nella casa di Agatone dove, Fedro, Pausania, Eurissimaco, Aristofane, Agatone e Socrate si sfidavano per il discorso più bello in onore di Eros. 

Durante l’incontro del primo marzo 2015, il Prof. Giuseppe Biscaglia ha approfondito la lettura del testo platonico e l’interpretazione che fa il psicoanalista francese Lacan.

Il protagonista delle “colazioni filosofiche” ha introdotto la sua relazione situando l’opera platonica: “Il Simposio si tiene all’interno dell’antica Grecia, è un incontro tra persone che hanno una cultura elevata e hanno tante cose da dire e da scambiarsi nel dialogo. La struttura del dialogo è molto particolare, è una narrazione di una narrazione. Il primo personaggio Apollodoro viene avvicinato da un compagno che gli chiede di parlagli di questo Simposio che si è tenuto a casa del poeta Agatone in occasione di una sua vittoria. Viene rapportato solamente una parte delle conversazioni, sul tema dell’Amore. Il dialogo viene alternato da vari discorsi.”

Il Prof. Biscaglia ha approfondito il discorso sull’amore esaminando le dinamiche del desiderio e dell’Eros, attirando l’attenzione di tutto il pubblico presente all’U-Platz. Qualche brano scelto è letto da Carlotta Vitale e dai partecipanti del laboratorio di ricerca scenica di Gommalacca Teatro. Le pause sono sostenute da una consistente colazione: pane casereccio di lievito madre, latte delle fattorie locali, caffè d'orzo, spremuta di arancia, frittelline dolci, torta di mele, frutta di stagione, frutta secca…

Il progetto è sostenuto da Ortofrù che ha come obiettivo l’inserimento lavorativo di persone con disabilità psichica.

L’ultima puntata delle “collazione filosofiche” si terrà domenica 8 marzo 2015 alle ore 10.00, all’U-Platz (via Tirreno 49 – Potenza). Si può prenotare tramite sms o WhatsApp al 3934358108. Il biglietto d’ingresso costa 8 € (per gli associati 6 €).

HAMZA ZIREM

Ultima modifica ilMercoledì, 04 Marzo 2015 16:22
Devi effettuare il login per inviare commenti

Chi è online

Abbiamo 96 visitatori e nessun utente online

La Pretoria Social

Ora esatta

Cerca...

Che tempo fa?!

Potenza

Calendario Articoli

« Aprile 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Area Riservata

fb iconLog in with Facebook