Log in
A+ A A-

Psicologia e dolore organico

Sebbene il dolore sia un'esperienza comune a tutti gli esseri viventi, definire questo termine in modo sintetico ed esauriente non è così facile. La difficoltà maggiore consiste nel descrivere in poche parole una realtà complessa e totalizzante, il cui significato viene costruito in maniera soggettiva dalla persone che la vive e che è costituita da specifiche componenti fisiopatologiche, psicologiche, comportamentali e socio-culturali, la cui gestione integrata richiede conoscenze in costante aggiornamento oltre ad un dialogo continuo tra diverse figure professionali. Da una prospettiva funzionale ed evoluzionistica, il dolore agisce come sistema di allarme in grado di indicare la presenza di un danno e svolge un evidente ruolo in chiave adattiva per il benessere individuale e la preservazione della specie. Nel 1992 l'Associazione Internazionale di Studi sul Dolore (IASP) affermava che per quanto medici e pazienti fossero riluttanti ad ammetterlo, le componenti psicologiche nel dolore organico sono sempre presenti ed influenzano sia la sintomatologia ed il decorso che il trattamento e la remissione. A distanza di oltre venti anni parlare di componenti psicologiche del dolore organico risulta estremamente difficile e molte persone affette dal dolore  non si sentono capite, per non dire credute, quando si accenna alle dinamiche psicologiche coinvolte asserendo, in moltissimi casi, che il loro dolore è reale e non inventato nonostante appare superfluo sottolineare che parlare di componenti psicologiche del dolore organico non significa sostenere l'assenza di sintomi dolorosi ne che il dolore sia causato da psicopatologia di varia natura.  Per quanto vi siano ancora Psicologi che sostengono che i sintomi dolorosi siano la conseguenza di fantomatiche e misteriose istanze inconsce che si manifesterebbero generando sintomi antalgici, oggi gli Psicologi hanno un approccio molto più scientifico e funzionale. Le componenti psicologiche alla quale la Psicologia moderna fa riferimento e da oltre venti anni studia in maniera approfondita, sono tutti quei correlati emotivi cognitivi e comportamentali che amplificano la percezione soggettiva della sensazione dolorosa e intervengono come concausa al mantenimento del sintomo come ad esempio la paura correlata, il significato emotivo attribuito, pensieri relativi alle cause ed al trattamento del dolore, possibili vantaggi secondari ottenuti dal mantenimento dell'affezione. Se i pochi e riduttivi esempi appena citati sottolineano l'influenza indiretta delle componenti mentali, il più delle volte presenti in persone con patologia organiche già diagnosticate, in realtà è utile ricordare che alcune affezioni dolorose sono direttamente causate da fattori psichici: sappiamo ad esempio che l'ansia è spesso causa di disturbi gastrici e digestivi come anche che rabbia e tensione muscolare possono indurre cefalee, emicranie e dolori muscolari ed articolari. Molti Psicologi, in collaborazione con Medici specialisti,  oggi sono impegnati nel trattamento della sintomatologia antalgica sopratutto in persone affette da patologie croniche ed invalidanti: il trattamento risulta sempre multifattoriale, particolarmente complesso e rivolto alla persona nella sua globalità la cui attuazione è, sotto molti aspetti,  simile ad una Psicoterapia. I risultati fin qui conosciuti sono alquanto incoraggianti ma strettamente vincolati alla collaborazione dell'utente: come è stato accennato in precedenza, ancora oggi vi è estrema riluttanza ad accettare l'idea di un trattamento psicologico per il proprio dolore: la condicio sine qua non affinché una persona possa trarre beneficio dall'intervento sopra accennato rappresenta dunque l'accettazione della problematica psicologica ed il superamento del pregiudizio relativo il rivolgersi ad un professionista diverso dal Medico quale appunto lo Psicologo.

Dr Michele Passarella 

Altro in questa categoria: « Gli stereotipi La motivazione »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Meteo

Potenza

Ultime

Calendario Articoli

« Giugno 2024 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Area Riservata