Log in
A+ A A-

Le tecniche di rilassamento

Esperienza comune nella vita quotidiana rappresenta la percezione di emozioni sgradevoli spesso causate da condizioni di vita avverse, eventi negativi, condizioni lavorative particolarmente gravose oppure relazioni sociali fonte di disagio. La capacità di saper far fronte a queste situazioni rappresenta una sfida non semplice ma pur sempre necessaria al fine della tutela del proprio benessere psicofisico. Naturalmente non esiste una ricetta semplice, tanto meno universale, di sicuro sapersi rilassare rappresenta un buon punto di partenza. Ognuno di noi è a conoscenza e mette in atto condotte atte e gestire il distress e rilassarsi, in Psicologia sono state elaborate delle tecniche specifiche finalizzate al rilassamento: le tecniche di rilassamento rappresentano un punto di unione tra svariati ambiti della Psicologia applicata e la loro storia è relativamente recente dato che le prime pubblicazioni sulle tecniche di rilassamento risalgono agli anni 20 del ventesimo secolo anche se, da un punto strettamente storico tecniche utilizzate in medicina fin dal '700, quali l'ipnosi, oggi sono contemplate nel novero di queste tecniche. Come già accennato, di queste metodologie oggi se ne conoscono e praticano moltissime, tutte basate sul principio del condizionamento rispondente oppure quello operante; alcune di esse sono focalizzate sulla respirazione, altre sull'apparato muscolare, altre ancora utilizzano metodi immaginativi od evocativi; alcune sono particolarmente semplici altre necessitano di un periodo di apprendimento supervisionato da un esperto di quella tecnica. In Psicoterapia le tecniche di rilassamento sono ampiamente utilizzate anche se esse sono inserite all'interno di un percorso molto più ampio e sono utilizzate prevalentemente come ausilio per abbassare la percezione dello stato di ansia oppure per migliorare la qualità del sonno ma i settori di utilizzo di queste tecniche sono amplissime e vanno dalla preparazione al parto nelle donne al mental training degli atleti professionisti. Le ricerche sulla loro efficacia sono sempre incoraggianti e ne suggeriscono l'utilizzo anche con persone non affette da particolari sindromi oppure sottoposte a situazioni stressanti e dunque come strumenti adatti alla promozione del benessere individuale; bisogna sottolineare però che nonostante non si conoscano controindicazioni, coloro che le utilizzano nella loro pratica professionale devono necessariamente eseguire una valutazione del  funzionamento mentale della persone che le esegue, senza dimenticare di accertarsi di eventuali malattie a carico del sistema cardio-respiratorio. Come moltissimi Psicologi e Psicoterapeuti sanno bene, il principale limite delle tecniche di rilassamento è rappresentato dai tempi necessari affinché si possano percepire i benefici  nonché la costanza nell'esecuzione delle tecniche: questo induce in molte persone una perdita di motivazione e di conseguenza all'abbandono di queste pratiche. Nonostante l'esperienza non felice di molti praticanti, le ricerche e l'esperienza dei professionisti che le utilizzano induce a considerare le tecniche di rilassamento dei buoni strumenti di promozione del benessere psicofisico.

Dr Michele Passarella

Ultima modifica ilMartedì, 14 Aprile 2015 18:28
Altro in questa categoria: « Il linguaggio La depressione »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Meteo

Potenza

Ultime

Calendario Articoli

« Giugno 2024 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Area Riservata