Log in
A+ A A-

I nostri studenti a lezione di prevenzione

In evidenza Rico Comi (coautore dell’opera teatrale) Rico Comi (coautore dell’opera teatrale)

 

Mercoledì 9 dicembre 2015 alle ore 10.00 presso il Teatro Due Torri di Potenza, si è tenuto lo spettacolo teatrale promosso dall’Ufficio Scolastico Regionale di Basilicata d’intesa con la Compagnia teatrale di Milano – Itineraria Teatro - rivolto agli studenti della regione sul tema della tossicodipendenza, e intitolato “Stupefatto...avevo 14 anni, la droga molti più di me” che ha ottenuto un riconoscimento da parte del Presidente Emerito della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, per l’alto valore civile e sociale.

L’iniziativa, fortemente voluta dalla Dirigente dell’U.S.R. di Basilicata, Dott.ssa Claudia Datena, (partendo da notizie tragiche: …morte studente in gita: il pubblico ministero indaga per cessione di droga, ed eventi di cronaca: …traffico e spaccio di droga… giovani studenti trovati in possesso di alcuni dosi nei pressi di una scuola; droga tra i banchi di scuola: 4 studenti segnalati, ecc…) ha visto la bella e attenta partecipazione di una rappresentanza studentesca delle Scuole secondarie di secondo grado - statali e paritarie - della Provincia di Potenza (un teatro pieno all'inverosimile 600 persone circa, molta la gente in piedi, sarebbero serviti parecchi posti in più e circa 500 se ne prevedono domani, con replica a Matera sempre alle ore 10, al Teatro Comunale di piazza Vittorio Veneto) accompagnati dai docenti e/o dirigenti.

Dopo un’ora e mezza circa di spettacolo con l’attore Fabrizio De Giovanni, noto per le sue collaborazioni a tutte le nuove produzioni di Dario Fo, gli studenti hanno avuto la sorpresa di incontrare e conoscere il protagonista reale di “Stupefatto”, Rico Comi (coautore dell’opera teatrale) venuto direttamente da Lecco per dare la sua testimonianza e dire a tutti un forte no alla droga.

E’ attraverso la sua storia e le sue parole, rivolte ai giovani, che passa il messaggio di prevenzione.

Alla domanda “Qual è la motivazione che vi spinge a portare in giro questo lavoro?” Rico Comi venuto direttamente da Lecco ha così risposto: “Quando un giovane comprende a fondo le problematiche legate all’abuso di sostanze tossiche, riesce a sviluppare un miglior senso critico e automaticamente incrementa la sua capacità di sviluppare decisioni autonome nei confronti di tale sostanze.

Riteniamo che la corretta informazione sia l’unica via praticabile per una prevenzione efficace.

Se anche uno solo dei ragazzi che assisterà allo spettacolo smetterà di usare droghe... ne sarà valsa la pena“.

Ai giovanissimi viene correttamente insegnato che la droga fa male; perché quando un ragazzo incontra gente che si droga, e la vede allegra, che si diverte, tutto quello che è stato detto loro sulle droghe non lo vedono. In un attimo cancellano tutti gli insegnamenti che hanno ricevuto perché non combaciano con la loro esperienza personale. I giovani non sono stupidi, anche loro vogliono bene alla vita. L’arte scenica di stamane al Teatro Due Torri di Potenza, ha dato quella fascinazione che non può dare la parola, o le campagne pubblicitarie.

I ragazzi poi, crescendo, vedono amici che si divertono usando droghe e risultano più estroversi, più allegri. In quel momento il dubbio si insinua nei loro pensieri e i ragazzi, giustamente, cercano di capire: crederanno alle spiegazioni dei propri amici oppure le raccomandazioni di educatori e genitori avranno la

meglio?.

L’efficace approccio e il carico emotivo dello spettacolo - sicuramente stamattina – sono riusciti a scardinare alcuni luoghi comuni diffusi tra i giovanissimi: “smetto quando voglio”;

“la canna fa meno male delle sigarette”; “sono droghe naturali”; “lo faccio una volta sola... per provare”.

La Preside Prof.ssa Giovanna Sardone afferma che  occorre tenere la guardia sempre alta contro la droga:

« Facciamo molta sorveglianza, e se necessario  e all’occorrenza nel mio Istituto Scolastico usiamo anche le maniere forti:  cani antidroga a scuola. Invito costantemente il personale della mia scuola a fare dei controlli e a parlarne in classe e nei corridoi, perché questi giovani e adolescenti vanno tutelati, bisogna far sempre presente i rischi enormi che corrono. Su questo tema è importante come sempre l’alleanza con le famiglie».

Com’è possibile interessare i ragazzi e coinvolgerli in una riflessione profonda su questi temi è stata la “risposta educativa” della Dirigente Scolastica Prof.ssa Giovanna Sardone (sempre molto attenta e vigile a chi si azzardi a fumare in aule, bagni e corridoi - è ormai difficile dal 1 settembre 2014 giorno del suo insediamento -) accogliendo l’invito dell’U.S.R. di Basilicata inviando stamane una propria rappresentanza dell’Istituto di Istruzione Superiore “Einstein De Lorenzo” di Potenza (lo Studente 1° eletto Referente del Dipartimento Scientifico delle Classi Prime e delle Classi Seconde + 3 studenti del Corso Serale + 2 studenti della Consulta Studentesca) che poi relazioneranno ai propri pari.

Come sempre, punto di merito a chi relaziona.

Ultima modifica ilGiovedì, 10 Dicembre 2015 16:12
Devi effettuare il login per inviare commenti

Meteo

Potenza

Ultime

Calendario Articoli

« Giugno 2024 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Area Riservata