Log in
A+ A A-

LUDOPATIE, VICENDE VISSUTE, UN UOMO SI RACCONTA. Andrea Costantino presenta il suo libro di vita.

In evidenza LUDOPATIE, VICENDE VISSUTE, UN UOMO SI RACCONTA. Andrea Costantino presenta il suo libro di vita.

 

In prossimità della giornata per lo slot mob indetta per sabato 7 maggio, si presenterà a Potenza, venerdì sera, 6 maggio 2016, alle ore 18, presso il Ridotto del Teatro Francesco Stabile, il libro di Andrea Costantino: “Ludopatia. La debolezza della volontà”, Kimeric. Interverranno molte personalità, tra cui Maria De Carlo, presidente UCSI – Basilicata, Roberto Falotico, ass. cult,, Rocco Rosano, sindaco di Castelsaraceno, l’autore, inoltre Rocco Mentissi, della SFI, Michele Cusato e Raffaella Lombardi, dell’ass. “Famiglie fuori gioco”, Luana Franchini, ass. “Il cielo nella stanza”.

Il tema è molto forte ed attuale e tratta di una delle piaghe endemiche più emblematiche della società contemporanea, vittima ormai di un attentato omicida da parte della Dea della Tecnocrazia. L’uomo contemporaneo, per adusare le parole di Heidegger «non pensa più!». Ma non solo non pensa più, ormai ha perso il lume della ragione. All’età della Dea Ragione, dell’Illuminismo, si è sostituita, dopo varie vicende, l’età della Dea Tecnica. Non dimentichiamo che questa Dea terribile ha sostenuto due guerre mondiali catastrofiche con le sue armi micidiali. Adesso il rischio è ancora più alto, quello di perdere proprio la ragione, oramai ottenebrata dai cellulari, da internet, dalla televisione. È un potere fortissimo, di cui già ci aveva avvertito il profeta Pasolini, che pure ha toccato la nostra terra, a Matera.

Questa piaga ci viene raccontata da Andrea Costantino, vittima di ludopatia, il quale ha scritto questo bellissimo libro, che è una sintesi anche della sua vita e del suo “male di vivere”, come lo direbbe Montale. Come scrive la giovane filosofa Giusy Giovinazzo nella prefazione: «Questo libro è un dono, un Kairos, che si abbraccia, si scontra e si definisce nel gioco, la più pura delle attività, delle convergenze, pervertita nella più ossessiva delle operazioni, quella dell’età della tecnica, dell’industria culturale. Della ragione calcolante, sistematica, in cui la fantasia e l’immaginazione vengono relegate al confino, alla dimenticanza». Andrea Costantino è nato a Castelsaraceno nel 1959. Laureato in giurisprudenza ha lavorato fino al 2007 alle dipendenze del Ministero della Giustizia. Negli anni Novanta è stato esponente di punta del movimento ambientalista. Attualmente svolge attività di volontariato con associazione che operano nel settore delle dipendenze comportamentali. Sulla sua autobiografia è stato girato un trailer dal regista Sebastiano Messina.

 

 

D. Nigro

Liberi e Forti di Basilicata

Devi effettuare il login per inviare commenti

Meteo

Potenza

Ultime

Calendario Articoli

« Gennaio 2022 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Area Riservata