Log in
A+ A A-

La leadership

In evidenza La leadership

Il termine leadership deriva dalla parola inglese "to lead" traducibile anche come l'arte di saper condurre; in letteratura non esiste una definizione universalmente condivisa di cosa significhi essere un leader ma in linea di massima con questo termine si indica un membro la quale esercita una posizione di preminenza sul resto del gruppo finalizzata a guidare o condizionare il comportamento degli altri membri. E' utile sottolineare la differenza con il concetto di comandare, termine che descrive la conduzione autoritaria di un sistema spesso caratterizzato da una organizzazione gerarchica ben definita e stabile nel tempo. Una leadership può essere formale od informale: con la prima si intende un incarico affidato da un agente esterno (tipica delle organizzazioni riconosciute anche sul piano giuridico come ad esempio una azienda) mentre con la seconda si intende quella affidata in maniera implicita dal resto del gruppo (come avviene ad esempio in una squadra sportiva o in un gruppo di volontari). Secondo molti ricercatori la vera leadership è quella informale poiché derivante da comportamenti della persona la quale risulta in grado di orientare, decidere, mediare tra gli altri membri del gruppo senza che gli sia stato chiesto precedentemente o formalmente di farlo. Un leader è tale nel momento in cui è in grado di porsi come modello, di saper motivare, saper comunicare in maniera efficace, delegare ed individuare a chi poterlo fare, saper gestire le risorse a disposizione ed utilizzarle nel modo più proficuo possibile sopratutto in termini di risorse umane. A scopo didattico si tende a suddividere la leadership in tre stili: autoritario; democratico; permissiva. Si tratta di una suddivisione didattica poiché nessuno dei tre stili è migliore di un altro ne sembra possibile una suddivisione realmente netta tra di essi. In effetti lo stile di conduzione di un gruppo andrebbe determinato in base alle necessità del momento, agli obiettivi ed alle risorse a disposizione. In Psicologia si discute da anni se la capacità di leadership sia o meno un tratto di personalità; le ricerche non sono al momento in grado di fornire una risposta univoca. Nel leader sono presenti però delle caratteristiche stabili e solitamente acquisite negli anni dello sviluppo quali capacità di assumersi rischi, proporsi come modello, tolleranza alla frustrazione, capacità di modificare le proprie opinioni nonché una buona dose di empatia, tutte caratteristiche legate  allo stile cognitivo della persona e fortemente influenzati dai tratti di personalità; ciò induce a ritenere, tra le altre cose, che la capacità di leadership sia una dote intrinseca e naturale della persona appresa e tendenzialmente stabile negli anni. Appare doveroso sottolineare che non possedere doti di leadership non rappresenta una carenza ne tanto meno motivo di biasimo; premesso questo se tutte le persone possono divenire leader, per alcuni questo risulta particolarmente semplice e confacente alla propria personalità risultando di gran lunga più adeguati a ricoprire tale ruolo.

Dr Michele Passarella

Devi effettuare il login per inviare commenti

Meteo

Potenza

Ultime

Calendario Articoli

« Aprile 2024 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          

Area Riservata