Log in
A+ A A-

GIOVANNI RUBINO VINCITORE DEL PREMIO GIULIO STOLFI 2019

La cerimonia di premiazione della XIII edizione del Concorso Nazionale di Poesia Giulio Stolfi (illustre magistrato, poeta e scrittore), organizzata dall’associazione culturale Pro Loco-Circolo Culturale “IL PORTALE” di Pignola, si è tenuta il 12 Ottobre presso l’Hotel Giubileo di Pignola. La Giuria, presieduta dal Prof. Luigi Reina è composta da: Elio Andriuoli, Anna Maria Basso, Giampaolo D’Andrea, Vincenzo Ferretti, Andrea Monda, Rachele Zaza Padula, Rosa Maria Salvia e Mario Santoro. Sono stati proclamati i seguenti vincitori: primo premio Giovanni Angiolo Rubino originario di Trivigno e residente a Potenza, secondo premio Giovanna Cristina Vivinetto di Floridia in provincia di Siracusa, terzo premio Michele Della Porta di Milano. La giuria ha ritenuto inoltre meritevole di segnalazione speciale Pasquale Balestrieri di Barano d’Ischia. Diploma di merito per: Monica Gori di Cesena, Tiziana Monari di Prato. Per la sezione “Giovane Poesia” segnalazione speciale a Ginevra Puccetti di Porcari in provincia di Lucca.                                                                                                                               Una delle tre poesie di Rubino, vincitrici del primo premio Stolfi, è intitolata "Piange il mare", il poeta scrive: "Nulla meno che l'immenso/ il mare mi fa triste./ Nei gorghi minacciosi si rincorrono paure/ i ricordi gemono/ stridono sui cardini della coscienza./ Il frangersi dell'onda/ immagine d'una vita in lotta/ che ha disconosciuto la pace./ Dalle schiume non si materializza la bellezza/ non viene il canto delle sirene./ Il mito è una falsità e la magia è morta./ Trascorre a cavernosi abissi la mente/ ferita dall'uccello di mare". Ma chi è esattamente il vincitore del primo premio Giulio Stolfi 2019? Giovanni Angiolo Rubino è nato il 29/03/1937 a Trivigno. Ha compiuto gli studi di giurisprudenza e ha lavorato nell'insegnamento. Con la sua grande capacità espressiva ha il pregio dell’immediatezza e dell’inesauribilità. Autore di radiodrammi, è conosciuto nel mondo dello spettacolo per le sue fiabe e i racconti. Poeta autentico dalla vena scorrevole e varia, scrive principalmente romanzi, ha pubblicato una quarantina di libri. Il critico letterario Mario Santoro, nella sua recensione intitolata “Abilità linguistico-letteraria e magia nella scrittura di Giovanni Angiolo Rubino”, redige fra l’altro: “È uno scrittore fecondo, come testimoniano la sue numerose produzioni, ma è anche versatile se si guarda alla varietà dei suoi scritti, ed è soprattutto bravo perché possiede la facilità espressiva come pochi, alternando realtà e fantasia, concretezza e astrazione, dato oggettivo e soggettività in un giuoco di incastro di parole sempre intenso e variegato, e sapendo proporre, proiettare, alludere come pochi, senza indulgenze e senza compiacimenti facili. Utilizza con disinvoltura metafore e ricorre alle figure retoriche senza fatica. (…) E i contenuti dei suoi libri risultano estremamente vari con situazioni originali e talvolta anche stravaganti e antiretorici, spesso contrastanti e sovente portati all'esagerazione ma sempre sotto il controllo e il dominio dell'autore anche quando egli sembra cedere e lasciarsi andare”.

Ultima modifica ilMercoledì, 23 Ottobre 2019 19:04
Hamza Zirem

Hamza Zirem

Altro in questa categoria: « SPEZIE E FITOTERAPIA
Devi effettuare il login per inviare commenti

Meteo

Potenza

Ultime

Calendario Articoli

« Dicembre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

Area Riservata