Log in
A+ A A-

Serata in onore di Nico Messina eccezionale il suo insegnamento: la tecnica in secondo ordine, a lui interessava il cuore dei giocatori, e la sua capacità di arrivare al cuore dei giocatori ..la sua avventura premiata ai massimi livelli.

Ieri sera serata in onore di Nico Messina eccezionale il suo insegnamento: la tecnica in secondo ordine, a lui interessava il cuore dei giocatori, e la sua capacità di arrivare al cuore dei giocatori ..la sua avventura premiata ai massimi livelli. Dopo Carlo Recalcati e Boscia Tanjevic, è la volta di Valerio Bianchini ad essere insignito del "Nico Messina", il premio intitolato alla memoria dell'allenatore nato a Potenza. Docente di Educazione fisica, Nico Messina guidò l'Ignis Varese a cavallo degli anni Sessanta e Settanta vincendo due scudetti e due Coppe Italia. Lanciò in prima squadra a 16 anni Dino Meneghin, ma soprattutto introdusse la figura del preparatore fisico nella pallacanestro italiana. Allenò, in tale veste, anche il Varese Calcio. Eccezionale il suo insegnamento: la tecnica in secondo ordine, a lui interessava il cuore dei giocatori, e la sua capacità di arrivare al cuore dei giocatori ..la sua avventura premiata ai massimi livelli. Il premio, promosso dal Comitato regionale FIP Basilicata, è stato consegnato ieri sera 11 ottobre 2021 al teatro Stabile di Potenza. All'incontro sono intervenuti il presidente del Comitato Regionale FIP Giovanni Lamorte, il Presidente Regionale del Comitato Nazionale Allenatori Gianfranco Pace, Andrea Capobianco (Che ha allenato in serie A Avellino e Teramo è stato il vice di Simone Pianigiani, sulla panchina della Nazionale Italiana; allenatore della nazionale femminile di basket fino a luglio 2020.uno dei nomi più stimati della pallacanestro italiana) e lo storyteller Dino De Angelis. Ma chi è il premiato che ha ritirato il terzo premio in memoria di “Nico Messina"? Valerio Bianchini (Torre Pallavicina, 22 luglio 1943) ha guidato la nazionale italiana in occasione dei mondiali di Madrid del 1986 e degli Europei ad Atene del 1987, ma i suoi maggiori successi sono stati ottenuti alla guida di squadre di club. Negli anni '80 le squadre da lui allenate rivaleggiano spesso per il primato con l'Olimpia Milano, alimentando la sua rivalità sportiva con Dan Peterson, l'altro grande allenatore di quel decennio del campionato italiano. E’ stato il primo allenatore, nella storia della pallacanestro italiana, a vincere tre scudetti con tre club diversi (Pall. Cantu' Virtus Roma e V.L. Pesaro.). Tre titoli nazionali nel Campionato Italiano. Pall. Cantù: 1980 1981; Virtus Roma: 1982 1983; e VL Pesaro:1987 1998;  una Coppa Italia con la Fortitudo Bologna: 1998; un titolo internazionale Coppa delle Coppe con la Pall. Cantù nel 1980 1981; e due Coppa dei Campioni: Pall. Cantù: 1091 1982 e Virtus Roma: 1983 84 e per finire una Coppa Intercontinentale con la Virtus Roma nel 1984. Valerio ha dispensato poi il suo sapere cestistico a Roma, Siena, Pesaro, Bologna, Roma, Varese, Milano, Bologna e a Beirut. Conclusa la carriera di allenatore Bianchini ha scritto libri, aperto una libreria a Roma, è diventato presentatore di programmi alla televisione, speaker affermato e testimonial sportivo nei corsi di formazione aziendale.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Meteo

Potenza

Ultime

Calendario Articoli

« Ottobre 2021 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Area Riservata