Log in
A+ A A-

Articoli filtrati per data: Maggio 2021

Serie D girone H: Brindisi-AZ Picerno 0-1, Città di Fasano-F.C. Francavilla 0-1 e F.B.C. Gravina-U.S.D. Lavello 1-1. Serie D girone I: Castrovillari-Rotonda 1-0.

Domenica 23 maggio 2021 si è giocata la trentunesima giornata di ritorno del campionato di serie D girone H 2020/2021.

Brindisi-AZ Picerno 0-1, lucani corsari con Pitarresi e passa allo stadio "Franco Fanuzzi" di Brindisi ma pugliesi furiosi per il pari annullato.

Vittoria di misura per i lucani, decisiva una rete di Pitarresi ad inizio riprese poi un episodio controverso con l'arbitro che prima convalida e poi annulla la rete di Forbes. Restano in scia al Tarano 1927 gli uomini di mister Palo.

BRINDISI - L'AZ Picerno passa al Fanuzzi fra roventi polemiche. I lucani si sono imposti per 0-1 sul Brindisi, che recrimina per una rete annullata a Forbes al 55' della ripresa, per un presunto fallo sul portiere Giuliano, pochi minuti dopo la rete del vantaggio degli ospiti realizzata da Pitarresi. A far imbufalire i biancazzurri è stata la decisione dell'arbitro, Stefano Peletti di Roma, di tornare sui suoi passi, a seguito di un consulto con l'assistente di linea, dopo che in un primo momento aveva indicato il centrocampo. Nonostante la disparità di valori fra l'AZ Picerno, secondo nel girone H del campionato di Serie D, a tre punti dalla capolista Taranto 1927, e il Brindisi, in piena bagarre salvezza, la partita è stata equilibrata.

Di occasioni degne di nota se ne sono viste davvero poche. Gli uomini di mister Cazzarò fino alla rete dello svantaggio avevano contenuto senza affanni i quotati avversari, non concedendo praticamente nulla. Dopo la rete annullata a Forbes, però, i padroni di casa non hanno trovato la forza di reagire, subendo l'ennesima sconfitta casalinga.  

Primo tempo

Mister Cazzarò conferma la linea difensiva a quattro composta da Sicignano e Suhs al centro e Boccadamo e Merito sulle fasce. A centrocampo, Rotulo e Sibilla sulla linea mediana. Forbes e Palumbo incursori sulle fasce, a supporto degli attaccanti Calemme e Faccini.

L'avvio di gara è all'insegna di una prolungata fase di studio. Le squadre si affrontano quasi con timore, come se non volessero scoprire le carte. L'AZ Picerno cerca di imporre il suo gioco, ma il Brindisi contiene senza difficoltà. Al 24' prima incursione nell'area campana dei biancazzurri, con un cross dal fondo verso vaccini, anticipato in tuffo dal portiere Giuliani. La ribattuta viene raccolta da Calemme, che dal limite non inquadra lo specchio della porta. Al 28' prima parvenza di conclusione in porta da parte dei lucani, con un innocuo colpo di testa di Iadaresta. 

Molto più ghiotta l'occasione che al 36' capita a Nossa, che d limite dell'area di rigore non riesce a sfruttare una linea di tiro "pulita" verso la porta avversaria, calciando malamente sopra la traversa. Il Picerno alza i ritmi, ma senza pungere. Al 45', sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto dagli ospiti, nell’area di rigore del Brindisi si accenda una mischia furibonda, con i difensori biancazzurri che si "immolano" tre volte per respingere le velenose conclusioni avversarie. Dopo di che, l'arbitro manda tutti negli spogliatoi per l'intervallo. 

Secondo tempo

Dopo la pausa, l'AZ Picerno rientra in campo con maggiore determinazione. Al 4' la squadra di mister Paolo passa in vantaggio con Pitarresi, che da limite dell'area, con un interno di prima intenzione, insacca all'angolo basso alla sinistra di Lacirignola, portando i suoi in vantaggio. Ma il Brindisi reagisce. Al 55' succede di tutto. Forbes, appostato sul palo, su un tiro dalla bandierina a favore del Brindisi insacca alle spalle di Giuliani, che finisce per terra, colpito alla testa. Inizialmente l'arbitro convalida la rete, indicando il centrocampo. Ma a stretto giro il direttore di gara, dopo essersi consultato con l'assistente di linea, torna sui suoi passi, annullando per una presunta carica di Forbes su Giuliani, nel frattempo soccorso dallo staff medico. I brindisini, su tutte le furie, inveiscono contro la decisione arbitrale. Il gioco si interrompe per 5' minuti. Al 65', Evacuo, da posizione defilata, si libera di una finta con un avversario e calcia, senza impensierire Giuliani. Al 70' Dettori, su calcio piazzato dal limite, sfiora il palo alla destra di Lacirignola. Dopo di che non succede praticamente nulla. Il Brindisi non riesce più a rendersi pericoloso. Nel finale l'arbitro espelle mister Cazzarò per proteste.

L'AZ Picerno di mister Palo allo stadio "Franco Fanuzzi" di Brindisi alle ore 16:00, vince di misura 0-1 contro il Brindisi, la rete degli ospiti dell'Az Picerno arriva al 50' del secondo tempo con Pitarresi.

Città di Fasano-F.C. Francavilla 0-1. Il Fasano impatta sul muro della F.C. Francavilla e perde allo stadio "Vito Curlo" di Fasano l'opportunità di conquistare la salvezza diretta.

Il Fasano sciupa il primo match-point salvezza e impatta contro una F.C.  Francavilla a trazione ultra-difensiva. I tre punti contro i lucani infatti avrebbero garantito ai biancazzurri la salvezza matematica, obiettivo insperato fino a qualche mese fa ma adesso realisticamente a due passi. Termina con una vittoria di misura della F.C. Francavilla questo match della trentunesima giornata di Campionato di Serie D: il gol del difensore Cabrera, arrivato al 19' del primo tempo, ha permesso a mister Lazic di issare un vero e proprio fortino nella propria metà campo tanto da intasare ogni spazio possibile e imbrigliare lo scacchiere disegnato da mister Vito Costantini. A nulla sono serviti gli innesti di Dellino, Lopez e Amoruso anche se il Fasano ha avuto in diverse occasioni la possibilità di pareggiare: al 61' del secondo tempo un gran tiro da fuori area di Dambros si stampa sulla traversa e salva un Cefariello ormai battuto; all'85' del secondo tempo Giuseppe Lopez, da due passi, non riesce a imprimere forza al suo colpo di testa e il pallone è facile preda del portiere lucano. L'occasione più clamorosa per il Fasano capita sulla testa dell’argentino Gentile che, in pieno recupero, si ritrova a dover appoggiare in rete ma la sua mira non è preciso e Cefariello ringrazia.

La F.C. Francavilla di mister Lazic allo stadio "Vito Curlo" di Fasano alle ore 16:00, vince di misura 0-1 contro la Città di Fasano, la rete degli ospiti della F.C. Francavilla arriva al 19' del primo tempo con Cabrera.

F.B.C. Gravina-U.S.D. Lavello 1-1, un pareggio che serve solo ai gialloblù.

Nonostante il gran caldo la partita è giocata a ritmi altissimi dalle due squadre, con i padroni di casa più aggressivi e la U.S.D. Lavello pronto a ripartire con belle manovre avvolgenti. Al quarto d'ora la F.B.C. Gravina va vicinissimo al gol con Gilli, che viene liberato da un tocco di testa davanti a Carretta, ma poi probabilmente credendo di essere in fuorigioco, calcia male e mette fuori. Cinque minuti dopo ancora i padroni di casa pericolosi, questa volta con Cappiello, che sfonda bene dalla destra ma poi ciabatta la conclusione permettendo al portiere ospite la presa facile. Intorno alla mezz'ora gli ospiti si presentano al tiro due volte in rapida successione, prima con Dell'orfanello che trova l'opposizione di Martellone e poi con Burzio che calcia di poco alto dopo un bel triangolo con Longo. La partita adesso fa ancora più intensa, con i gialloblù che si presentano al tiro con Chiaradia il quale si vede murare il suo sinistro e Carretta para senza affanni. La U.S.D. Lavello risponde con Liurni che chiama al grande intervento il portiere di casa che compie un vero e proprio miracolo mettendo in angolo. Le azioni da gol continuano a fioccare da una parte e dall'altra ma il primo tempo comunque si chiude sullo zero a zero.

Si riparte e la F.B.C. Gravina dopo appena tre minuti passa in vantaggio con un gran destro dai 25 metri di Toskic che batte inesorabilmente il portiere ospite. La U.S.D. Lavello rabbiosamente si riversa nella metà campo dei gravinesi che  provano ad approfittare degli spazi e con Messori prova il tiro addirittura dalla trequarti che per poco non sorprende Carretta. La pressione degli ospiti viene premiata al 68esimo quando Liurni chiude benissimo una bella azione corale portando i suoi sull'uno ad uno. I murgiani si riversano nella metà campo lucana ma al 75esimo rischiano di capitolare di nuovo, per un incomprensione in difesa, con Marotta che conclude su Martellone in uscita. Sul finire Toskic prova la conclusione a sorpresa su una punizione, con la palla che esce di pochissimo lambendo il palo. Dopo cinque minuti di recupero la partita si chiude con un pareggio che alla fine serve di più alla F.B.C. Gravina, che guadagna un punto su due dirette concorrenti per la salvezza.

La U.S.D. Lavello di mister Zeman allo stadio "Stefano Vicino" di Gravina alle ore 16:00 pareggia 1-1 contro la F.B.C. Gravina, le reti, al 2' del primo tempo i padroni di casa della F.B.C. Gravina passano in vantaggio con Toskic e al 63' del secondo tempo arriva il pareggio degli ospiti con Liurni.

Domenica 23 maggio 2021 si è giocata la trentunesima giornata di ritorno del campionato di serie D girone I 2020/2021.

 Castrovillari-Rotonda 1-0. Terza vittoria consecutiva per il Castrovillari.

 Il Rotonda di mister Pepe allo stadio "Mimmo Rende" di Castrovillari alle ore 16:00, perde di misura 1-0 contro il Castrovillari, la rete dei padroni di casa arriva al 50' del primo tempo con Di Dato.

 

Michele Saporito 

Serie D girone I: Rotonda-Roccella 3-3.

Mercoledì 19 maggio 2021 si sono giocate sei partite della trentesima giornata di ritorno del campionato di serie D girone I 2020/2021, altre due partite si giocheranno mercoledì 2 giugno 2021 e una partita si giocherà domenica 6 giugno 2021. 

Rotonda-Roccella 3-3. Il Rotonda pareggia in casa contro il fanalino di coda Roccella.

L'orgoglio del "giovane" Roccella: pari in rimonta a Rotonda.

Nonostante manchi solo l'aritmetica a sancire il ritorno in eccellenza calabrese del Roccella dopo sette stagioni in serie D, gli amaranto tengono alto l'onore strappando con forza e determinazione un pareggio in casa del Rotonda, in corsa per il quinto posto.

Squadra imbottita di giovani quella schierata da mister Galati, con due soli atleti di lungo corso sui venti arrivati in Basilicata. Una scelta atta alla crescita, alla maturazione e all'acquisizione di esperienza per tanti promettenti ragazzi, sui quali costruire il Roccella del futuro.

Il Rotonda di mister Pepe allo stadio "Gianni Di Sanzio" alle ore 16:00, pareggia 3-3 contro il Roccella, le reti, all'8' del primo tempo i padroni di casa passano in vantaggio con Actis Goretta, all'11' del primo tempo arriva il pareggio degli ospiti del Roccella con Samake, al 24' del primo tempo il nuovo vantaggio del Rotonda con Diop, al 36' del primo tempo la terza rete del Rotonda con De Santis, al 59' del secondo tempo il Roccella accorcia le distanz4e con Iacono e al 90+3' il Roccella pareggia con Coluccio.

 

Michele Saporito   

 

Serie D girone H: AZ Picerno-Casarano 0-0, F.C. Francavilla-Nardò 0-0 e U.S.D. Lavello-Fasano 0-0. Serie D girone I: Gelbison Vallo della Lucania-Rotonda 1-0.

Domenica 16 maggio 2021 si è giocata la trentesima giornata di ritorno del campionato di serie D girone H 2020/2021.

AZ Picerno-Casarano 2-2, allo scadere arriva la doccia fredda per i lucani.

AZ Picerno, mister Palo: "C'è amarezza. Gara condotta dai miei, ora testa alla Puteolana".

 AZ Picerno contro il Casarano beffato nel finale causa un errore clamoroso del portiere Giuliani su calcio d'angolo a battuta diretta di Sansone, ora si catapulta a sei lunghezze dalla capolista Taranto. Al termine del match commenta in questo modo la sfida il tecnico dei lucani Antonio Palo: "C'è amarezza - esordisce il trainer - per aver presao un gol nel finale dopoi aver ribaltato il risultato del Casarano. Per gran parte della gara abbiamo dimostrato di essere superiori al Casarano sotto tanti punti di vista. Il nostro cammino non cambia a questo punto, avremmo dovuto vincere le sei gare restanti e ora dovremmo ottenere tutti i punti a disposizione nelle ultime cinque.

Cercheremo di portare avanti questo percorso di crescita costante che ci dovrà portare al raggiungimento del traguardo finale. A mio avviso non è precluso il raggiungimento della vetta".

Il mister prosegue parlando anche dell'importanza del risultato in merito alla classifica e alle ultime giornate di campionato: "Vogliamo rompere le scatole fino alla fine e se riusciremo a confermare le prossime gare. Il bilancio andrà fatto al termine della regular season, ma al momento sono contento dei miei ragazzi, capaci di fare grandi cose. Giuliani spesso ci ha messo una pezza, purtroppo l'errore capita quindi è giusto non farlo pesare sulle spalle del ragazzo".

L'AZ Picerno di mister Palo allo stadio "Donato Curcio" di Picerno alle ore 15;:00, pareggia 2-2 contro il Casarano, le reti al 13' del primo tempo gli ospiti del Casarano passano in vantaggio con Feola, al 37' del primo tempo i padroni di casa dell'AZ Picerno pareggiano con Esposito su calcio di rigore, al 62' del secondo tempo è l'AZ Picerno a passare in vantaggio con Albadoro e al 90'

3' il Casarano pareggia con l'autorete di Giuliani.

F.C. Francavilla-Nardò 0-0, per i granata arriva il quinto pareggio di fila.

La compagine di mister Danucci non va oltre il pari a reti bianche contro la F.C. Francavilla. Un punto che sta stretto al Toro in chiave play-off.

Primo tempo

Nonostante il predominio territoriale, i padroni di casa non riescono a creare grossi problemi alla retroguardia granata. Partita nel complesso equilibrata con un Nardò maggiormente propenso alla manovra e una F. C. Francavilla aggressivo e alla continua ricerca di accelerazioni, tant’è che bisogna aspettare il finale di tempo per le prime emozioni. Al 38' gli ospiti sfiorano il vantaggio: Scialpi pennella un perfetto cross per Rimoli che di testa non inquadra lo specchio della porta. A due minuti dal termine, sono i sinnici a mancare il gol: Nolè ruba un pallone sulla trequarti e s'invola verso la porta avversaria, Milli è prodigioso in uscita e mura l’attaccante lucano. Squadre al riposo sul risultato di 0-0.
 
Secondo tempo
 
Parte bene il Nardò che mette subito alle corde gli avversari. Al 48' ci prova Törnros con una gran conclusione, Cefariello si supera e respinge la minaccia. La reazione dei lucani è tutta in un calcio di punizione di Galdean al 55', palla alta sulla traversa. Il Toro preme sull’acceleratore e a dieci minuti dal termine sfiora il colpaccio: il solito Törnros si libera al limite dell'area e spara un sinistro a botta sicura che si infrange sul palo. Finale di gara convulso con il Nardò in costante pressione ma la F.C. Francavilla si difende bene e strappa il pareggio..

La F.C. Francavilla di mister Lazic allo stadio "Nunzio Fittipaldi" di Francavilla in Sinni alle ore 15:00, pareggia a reti bianche 0-0.

U.S.D. Lavello-Fasano 0-0. U.S.D. Lavello bloccato in casa dal Fasano.

Le due formazioni si dividono la posta in palio.

 La U.S.D. Lavello non va oltre il risultato di 0-0 contro il Fasano e si fa sorpassare in classifica dalla Fidelis Andria, scendendo così al quarto posto. Pari prezioso in chiave salvezza, invece, per il Fasano di Costantini.

La U.S.D. Lavello di mister Zeman allo stadio "Michele Lorusso£" di venosa alle ore 15:00, pareggia a reti bianche 0-0 contro il Fasano.

Sabato 15 maggio 2021 e domenica 16 maggio 2021 si è giocata la ventinovesima giornata di ritorno del campionato di Serie D girone i 2020/2021.

Gelbison Vallo della Lucania-Rotonda 1-0, i Cilentini tornano al successo grazie al gol di Mesina.

I rossoblù ritrovano la vittoria.

Il Rotonda di mister Pepe allo stadio "Giovanni Morra" di Vallo della Lucania alle ore 16:00, perde di misura 1-0 contro la Gelbison Vallo della Lucania, la rete dei padroni di casa della Gelbison vallo della Lucania arriva al 70' del secondo tempo con Mesina.

 

Michele saporito 

 

APPUNTAMENTO CON POW - WOW L'ARENA VIRTUALE

Si parlera' del Content House, " quel nuovo fenomeno nato in America dove gli spazi creativi e condivisi vengono messi a disposizione dei giovani talenti i quali possono creare contenuti da veicolare, insomma un nuovo modo di comunicare e attrarre la nuova generazione attraverso l'uso di video - musica e intrattenimento;

tutto cio' diventa una nuova opportunita' per i brand, i quali possono utilizzare nuovi canali e linguaggi per raggiungere la nuova generazione che influenza sempre piu' ogni scelta d'acquisto.

Durante la POW - WOW FASHION TECH WEEK - si parlera' di Sostenibilita' - Tecnologia e Digitale, puntando il dito su Moda - Beauty - Lifestyle, il tutto condito con musica;

un'evento presentato per la prima volta in Italia, con tre giorni totalmente virtuali, gratuiti e internazionale, che consentira' anche di creare il proprio Avatar all'interno di un'arena, girare all'interno della stessa, incontrare altri partecipanti e speaker da tutto il mondo e avere la possibilita' di interagire con loro in tempo reale".

Il tutto organizzato dall'instancabile Andreina Serena Romano, che ha studiato Politiche d'Immagine del Made in Italy e International Business, insieme ad Anastasia Esther Murano ed altri, per offrire a tutti un'occasione unica il 18/19/20 maggio 2021, con accesso gratuito registrandosi sul sito - WWW.FASHIONTECHWEEK.IT -, dove sara' possibile trovare anche il programma.

Pertanto a tutti Voi, in bocca al lupo.

 

LUCIANO GENTILE

foto fonte facebook

Serie D girone H: Sorrento-AZ Picerno 0-1, Real Agro Aversa-F.C. Francavilla 2-1 e Casarano-U.S.D. Lavello 2-3. Serie D girone I: Rotonda-F.C. Messina 1-1.

Domenica 9 maggio 2021 si è giocata la ventinovesima giornata di ritorno del campionato di serie D girone H 2020/2021.

Sorrento-Az Picerno 0-1, rossoneri ko i lucani espugnano di rigore lo stadio "Italia" di Sorrento. Due legni e il gol per Esposito.

Nel primo tempo la sbloccano i lucani dagli undici metri, nella ripresa ospiti vicini al bis col palo ancora del capitano ma i padroni di casa nel finale sfiorano ripetutamente un pari che sarebbe stato probabilmente il risultato più giusto.

La rete dagli undici metri di Esposito è sufficiente a punire i rossoneri. Seconda sconfitta consecutiva per il Sorrento e zona play-out più vicina

SORRENTO (NA). Allo stadio "Italia" in campo la ventinovesima giornata del campionato di serie D girone H, i padroni di casa del Sorrento ospitano l'AZ Picerno. Sfida importante per entrambe le squadre, i campani vogliono chiudere il discorso salvezza, mentre i lucani sono a caccia di una vittoria che può tenere ancora viva la speranza di agguantare il primo posto.

E' un Sorrento a corrente alternata quello che esce sconfitto per 0 a 1 dal match casalingo contro il Picerno. Una sfida certamente difficile per i costieri, al cospetto di una squadra in piena lotta per la prima posizione in classifica e la promozione diretta. Ai lucani basta un rigore siglato al 37' dal capitano Esposito per chiudere i conti, ma i padroni di casa hanno tanto da recriminare.

Soprattutto nel finale i ragazzi di mister La Scala sfiorano ripetutamente il pareggio, dopo il legno colpito da Sandomenico nel primo tempo. Soltanto la dea bendata nega al Sorrento la gioia del gol, e dunque un punto che varrebbe oro, complici le vittorie di Aversa e Fasano che complicano enormemente la questione salvezza per la squadra rossonera.

LA CRONACA di SORRENTO - AZ PICERNO

PRIMO TEMPO:

La prima frazione di gioco è all’insegna dell'equilibrio. Diverse le occasioni da rete, tra queste arriva il gol del vantaggio picernese.

Il Sorrento prova subito a sbloccarsi al 6', con una punizione guadagnata da Cassata e calciata da Sandomenico, troppo debole e centrale per impensierire Giuliani. La risposta dei rossoblù arriva al 15', Albadoro prova la conclusione potente da posizione defilata, bloccata da Scarano. I padroni di casa appaiono più abili nel districarsi in campo e nel rendersi pericolosi in avanti. Cassata servito da Masullo trova un tiro da buona posizione al 25', la palla termina però alta sulla traversa.

I lucani reagiscono, si difendono bene e riescono a passare in vantaggio nella seconda metà del primo tempo. Esposito centra il palo con un tiro dalla distanza al 36'. Lo stesso capitano rossoblù si presenta sul dischetto un minuto dopo, a causa di un tocco di mano in area di Cacace, tra le proteste dei costieri. Il tiro è potente e centrale, imparabile per Scarano. Al 37' il tabellino recita 0 a 1.

Il Sorrento non ci sta, un paio di giri di lancette e Sandomenico sfiora il gol del pareggio su punizione, ma il pallone si stampa sul palo. Dopo 2' di recupero al 45'+2' si chiude la prima frazione di gioco.

SECONDO TEMPO:

All'inizio della ripresa sono gli ospiti a scendere in campo agguerriti e vogliosi di mantenere inalterato il risultato a proprio favore.

Al 48' capitan Esposito per poco non punisce per la seconda volta il Sorrento. Il suo potente tiro centra in pieno la traversa. L'AZ Picerno controlla il match senza alcuna pressione, Albadoro va vicino al raddoppio al 57', servito da un cross dalla destra di Kone, ma il colpo di testa è impreciso.

I rossoneri vengono fuori soltanto nel finale, con diverse palle gol purtroppo infruttuose. Liccardi riceve palla da La Monica al 76', è bravo a difenderla e a girarsi per cercare lo spazio per il tiro, la palla termina di poco al lato. Il forcing rossonero continua quando all'83' Sandomenico indirizza a botta sicura di testa a due passi dalla porta avversaria, decisivo il miracoloso intervento di Stasi sulla linea.

Termina così un match nel complesso equilibrato, con occasioni da ambo le parti, e diversi legni colpiti da entrambe le squadre. Il risultato finale premia il Picerno, ma non rispecchia il reale bilancio delle palle gol avute dalla squadra di casa. Il Sorrento inanella la seconda sconfitta dopo quella subita sul campo del Portici.

L'AZ Picerno di mister Palo allo stadio "Italia" di Sorrento alle ore 16:00, vince di misura 0-1 contro il Sorrento, la rete degli ospiti dell'AZ Picerno arriva al 37' del primo tempo con Esposito su calcio di rigore.

Real Agro Aversa-F.C. Francavilla 2-1. Real Agro Aversa vittoria ai danni della F.C. Francavilla.

Vittoria importantissima del Real Agro Aversa che torna al successo dopo otto partite e riaccende la speranza della salvezza diretta. Al Bisceglie i ragazzi di De Stefano hanno offerto un’ottima prova battendo 2-1 una diretta rivale nelle lotta per non retrocedere, il Francavilla di Lanko Razic. Con questo successo i normanni si portano al tredicesimo posto con 30 punti mentre i pugliesi rimangono fermi a quota 28 punti scivolando al quindicesimo posto

Real Agro Aversa - F.C. Francavilla 2-1: i normanni tornano alla vittoria

La gara regala subito emozioni con gli ospiti che al decimo del primo tempo sfiorano il goal sugli sviluppi di un calcio d’angolo ma il colpo di testa di Ronza viene fermato da un ottimo intervento di Papa. Al 21' replicano i normanni con il colpo di testa di Negro che viene deviato da Di Ronza con la palla che finisce sul palo. Al 29' occasione clamorosa ed allo stesso tempo assurda per gli aversani con Ziello che direttamente da calcio d’angolo colpisce la traversa, il pallone finisce nell’area piccola con i giocatori normanni che si avventano sul pallone e ne esce un tiro che finisce ancora una volta sul palo. Al 34' arriva il meritato vantaggio granata con Ziello che direttamente da calcio di punizione mette la palla all’incrocio e porta in vantaggio il Real Agro Aversa

Nel secondo tempo subito la F.C. Francavilla alla ricerca del pari ma il tiro di Nolè viene intercettato da un attento Papa. La squadra di De Stefano continua a macinare occasioni sfiorando prima il goal con un siluro di Faella che accarezza al palo ma poi, al 58' i normanni trovano il meritato raddoppio sugli sviluppi di un altra splendida azione condotta da Faella che serve Ndiaye che viene fermato dal portiere rossoblù Cefariello, sulla ribattuta lo stesso esterno senegalese rimette in mezzo per Faella che con uno splendido tiro fa esplodere i pochi presenti al Bisceglia. Al 67' viene espulso il tecnico del Real Agro Aversa De Stefano. Al minuto 80' arriva il goal del 2-1 della squadra della Basilicata con Leonetti che di testa riapre il match. Il Real Agro Aversa però non concede occasioni alla squadra di Razic e torna finalmente alla vittoria dopo otto giornate e mette nel mirino il dodicesimo posto, detenuto fino a questo momento dalla Citta del Fasano che ha un margine di quattro punti di vantaggio sulla squadra granata.

La F.C. Francavilla di mister Lazic allo stadio "Augusto Bisceglia" di Aversa alle ore 16:00, perde 2-1 contro il Real Agro Aversa, le reti, al 34' del primo tempo i padroni di casa passano in vantaggio con Ziello, al 58' del secondo tempo arriva il raddoppio del Real Agro Aversa con Faella e all'80' del secondo tempo gli ospiti della F.C. Francavilla accorciano le distanze con Leonetti.

Casarano-U.S.D. Lavello 2-3. Salentini in caduta libera. I lucani corsari allo stadio "Giuseppe Capozza" di Casarano. Doppio Burzio lancia gli uomini di mister Zeman.

Accade tutto nella ripresa, botta e risposta tra le due squadre nel giro di pochi minuti. Nelò finale decisivo l'attaccante argentino che regala tre punti pesanti in ottica play-off ai suoi.

Sfida con vista playoff con i rossazzurri reduci dal terribile tonfo esterno col Cerignola e desiderosi di riscatto dopo due ko di fila, mentre i lucani nelle ultime tre uscite stagionali hanno raccolto tre pareggi e vogliono ritrovare la vittoria per tenere a bada le inseguitrici.

La U.S.D. Lavello di mister Zeman allo stadio "Giuseppe Capozza" di Casarano alle ore 16:00, vince 2-3 contro il Casarano, le reti tutte nel secondo tempo, al 59' i padroni di casa passano in vantaggio con Rodriguez su calcio di rigore, al 62' arriva il pareggio degli ospiti della U.S.D. Lavello con Longo, al 66' è la U.S.D. Lavello che passa in vantaggio con Burzio, al 73' il Casarano pareggia con Sansone e all'87' la U.S.D Lavello ripassa in vantaggio ancora con Burzio che sigla la sua doppietta personale.

Sabato 8 maggio 2021 e domenica 9 maggio 2021 si è giocata la ventottesima giornata di ritorno del campionato di serie D girone I 2020/2021.

Rotonda-F.C. Messina 1-1. Occasione sprecata per i peloritani.

Si torna in campo dopo due domeniche senza calcio e la F.C. Messina è atteso dalla difficile gara sul campo del Rotonda, che arriva a questa sfida dopo una settimana particolarmente agitata, tra le dimissioni di mister Boncore, le dichiarazioni del presidente Bruno e l'arrivo del neo tecnico Pepe. I lucani giocano per raggiungere la matematica salvezza, ma con due gare in meno sperano ancora in qualcosa di più e in quella zona play-off attualmente lontana sei lunghezze.
Per i giallorossi, invece, l'imperativo è vincere per dare continuità alle ultime vittorie, soprattutto in trasferta, e non perdere terreno dalla capolista Acr. I 4 punti di svantaggio non sono un gap incolmabile ma la squadra di mister Costantino non potrà permettersi alcun passo falso. La F.C., che ha dovuto fare i conti con qualche problema fisico, si schiera con il 4-3-1-2, dando seguito alle ultime uscite. Davanti a Marone, la linea difensiva è composta da Marchetti, Fissore, Cangemi e Ricossa mentre, ad impostare il gioco, un inedito trio composto da Agnelli, Lodi e Bevis, con Arena padrone della trequarti, in appoggio alla coppia d'attacco composta da Carbonaro e Caballero. Si accomoda in panchina el mago Coria, insieme a Palma e Piccioni. Tutto da scoprire, invece, il "nuovo" Rotonda di Alfonso Pepe, all'esordio sulla panchina lucana: la formazione di casa dovrebbe schierarsi con il 3-4-1-2, affidandosi all'estrosità di Actis Goretta e Ferreira in avanti, supportati da Adeyemo. Si accomoda in panchina, per problemi fisici, il portiere titolare e capitano Polizzi, sostituito da Kaspunitis. 

Primo tempo: Inizia la sfida sul sintetico del Di Sanzio di Rotonda, con una temperatura estiva. Football Club Messina in tenuta interamente blu, mentre i padroni di casa scendono in campo con la classica casacca verde con inserti bianchi. Inizia in attacco la formazione lucana, conquistando un calcio d'angolo poi sventato addirittura da Caballero. Al 5' il primo squillo della F.C. Messina, con Lodi che prova la conclusione, ribattuta dalla retroguardia potentina. A dispetto del gran caldo, la gara appare abbastanza viva frizzante. Al 7' il vantaggio dei padroni di casa con Ferreira, abile a risolvere, con il piatto sinistro, una mischia nell'area dei peloritani. Al 14' esce proprio l'autore del gol, Ferreira Da Luz, per un problema fisico, al suo posto Diop. Prova a reagire il Football Club, con due angoli consecutivi conquistati al 19': il secondo si conclude con un tiro insidioso di Arena, bloccato da Kapustinis. I peloritani provano ad aumentare la pressione ma il Rotonda, grazie al gol realizzato a freddo, si difende ordinatamente, rintuzzando gli attacchi degli ospiti. Episodio dubbio alla mezz'ora: azione travolgente di Arena che, dopo aver saltato due uomini, trova Caballero, abile a servire Bevis che insacca la palla del pareggio. Il guardialinee, però, alza la bandierina, annullando il pareggio degli ospiti. Proteste vibranti degli uomini di Costantino, tra i quali viene ammonito Carbonaro. Momento favorevole agli ospiti che, alla ricerca della rete, stanno assediando la porta del Rotonda. Il Football Club Messina sta attaccando senza soluzione di continuità e, al 35', Carbonaro colpisce il palo esterno dopo un'azione personale. Al 40' una conclusione di Lodi, deviata in angolo da Kapustinis, viene trasformata in rimessa dal fondo dal guardalinee: i calciatori del Football Club continuano a protestare con la terna arbitrale che allontana gli uomini in blu. Finisce il primo tempo allo stadio "Gianni Di Sanzio" di Rotonda, con i padroni di casa in vantaggio per 1-0. Sicuramente più propositivo la F.C. Messina che può recriminare per il gol annullato a Bevis ed il palo esterno scheggiato da Carbonaro.

Secondo tempo: Inizia la ripresa senza cambi. Stesso copione del primo tempo: la F.C. Messina preme nella metà campo lucana, senza però raccogliere i frutti del proprio sforzo. Occasione per i peloritani: Ciccio Lodi, abile a liberarsi nello stretto, serve Caballero che, dopo un buon controllo, spara a lato. Nuove proteste ospiti per un brutto fallo del già ammonito Ceesay, non sanzionato dall'arbitro con il secondo giallo. Continua la pressione degli ospiti, alla disperata ricerca del pareggio, mentre i padroni di casa si limitano a controllare. Costantino, nel tentativo di cambiare l'inerzia della gara, inserisce el mago Coria al posto di Bevis. Al 67', sul calcio d'angolo battuto da Lodi, Fissore colpisce di testa ma non impensierisce l'estremo difensore lucano. Dopo l'ingresso del numero 10 argentino, mister Costantino si gioca anche la carta Piccioni, che entra al posto di Carbonaro. Il gioco è molto spezzettato, con molti falli e pochissime azioni manovrate. Rimangono solamente 10' minuti più recupero per le speranze dei peloritani che, nonostante la grande voglia, non riescono ad imbastire azioni pericolose per mettere in difficoltà Kapustinis. Da una punizione di Lodi, battuta velocemente, nasce un'occasione per la F.C. Messina, sprecata malamente da Fissore che, di testa, lancia una "telefonata" all'estremo difensore lucano. Improvvisa conclusione di Boscaglia che, con un tiro da fuori area, sfiora il doppio vantaggio per i padroni di casa. Tenta il tutto per tutto l'allenatore dei peloritani: Bianco sostituisce Cangemi a poco più di 5' dalla fine. Proteste dei calciatori della F.C. Messina per il quarto fallo di confusione fischiato dall'arbitro su altrettanti calci d'angolo. La panchina di casa, saggiamente, protesta continuamente per spezzettare la partita: l'arbitro fa il gioco del Rotonda estraendo il cartellino giallo nei confronti del secondo portiere lucano. Vengono concessi 5' di recupero. Al 90'+1' la F.C. Messina riesce a trovare il pareggio grazie ad un bellissimo gol di Agnelli che piazza una splendida conclusione all'incrocio dei pali. Al 90'+3' Ciccio Lodi rischia di regalare l'incredibile vantaggio agli ospiti grazie ad un'insidiosa punizione bloccata dall'estremo difensore. Arriva il triplice fischio, in una partita che, fino al 90', sembrava assolutamente maledetta per i peloritani. Grande rammarico per gli uomini di Costantino che, visti i concomitanti pareggi di A.C.R. Messina e Gelbison, buttano al vento l'occasione per riavvicinarsi alla vetta.

Il Rotonda di mister allo staio "Gianni Di Sanzio" di Rotonda alle ore 16:00, pareggia 1-1 contro la F.C. Messina, le reti, al 7' del primo tempo i padroni di casa del Rotonda passano in vantaggio con Ferreira e al 90'+1' arriva il opareggio della F.C. Messina con Agnelli.

 

Michele Saporito

 

 

Il Rotonda ha scelto il nuovo allenatore.

Il Rotonda Calcio comunica che la guida tecnica della squadra è stata affidata a mister Mario Pascuzzo, 39 anni, di Acri, ed al suo staff. Un triennio alla guida dell'Acri, in eccellenza calabrese, con cui ha conquistato una storica Coppa Italia d'eccellenza nel 2015. Lo scorso anno, invece, alla guida dell'Olympic Rossanese, sempre in eccellenza, ha conseguito un ottimo terzo posto, ed è stato votato dai colleghi come il miglior allenatore del campionato per la stagione 2018/2019.

 

Michele Saporito

Dimissione a sorpresa del mister del Rotonda Davide Boncore.

Martedì 4 maggio 2021 il mister Davide Boncore lascia la panchina del Rotonda. Di seguito la nota della società di patron Bruno:

"La società comunica ufficialmente di aver accettato le dimissioni, dovute a motivi strettamente personali, del responsabile tecnico della prima squadra sig. Davide Boncore".

Sono state settimane non semplici quelle vissute dall’ambiente del Rotonda, come raccontato dal collega Carlo Catucci, corrispondente dal centro lucano per Arca communication, nelle interviste con il presidente Francesco Bruno e con i giocatori Polizzi e Ferreira.

"Boncore ha sempre avuto ampia fiducia da parte nostra - dice il massimo dirigente biancoverde - ma purtroppo ha delle vicissitudini con alcune partite che lui stesso ha denunciato e dei capi d'imputazione per omessa denuncia. Ultimamente non era una persona serena come all'inizio e si sono creati problemi nello spogliatoio: ne ho parlato con i ragazzi che si sono resi conto di come nelle ultime due settimane si fosse parlato solo di quell'inchiesta e non delle cose da fare in campo. La squadra non era tranquilla, Boncore già giovedì 29 aprile 2021 aveva chiesto ripetutamente di essere esonerato, ma io ritenevo che fosse lui a doversi dimettere".

Davide Boncore ha affidato la replica a Nebrodi in campo: "Apprendo con enorme stupore le dichiarazioni rilasciate dal presidente del Rotonda.  Fa specie rilevare che ancora oggi, nonostante io abbia denunciato i fatti, esiste nel mondo del calcio gente che alza un muro di omertà. Mi sono dimesso perchè la mia coscienza e la mia dignità mi impongono di rispettare i valori di lealtà sportiva e rispetto per il lavoro svolto. Ho dato incarico ai miei legali di seguire la vicenda e tutelarmi nelle sedi giudiziarie più opportune. Attendo con serenità gli sviluppi del procedimento disciplinare presso la F.I.G.C. e del procedimento penale presso la Procura di Enna".

 

Michele Saporito

Serie D girone H: AZ Picerno-Puteolana rinviata, F.C. Francavilla-F.B.C. Gravina 1-1 e U.S.D. Lavello-Real Agro Aversa 1-1.

Sabato 1 maggio 2021 e Domenica 2 maggio 2021 si è giocata la ventottesima giornata di ritorno del campionato di serie D girone H 2020/2021.

AZ Picerno-Puteolana rinviata a data da destinarsi a causa di casi di positività da Covid-19 tra i tesserati della società della Puteolana.

F.C. Francavilla-F.B.C. Gravina 1-1. Gol di Abayan per la F.B.C. Gravina, poi pareggia Del Col per la F.C. Francavilla: parità tra F.C. Francavilla e F.B.C. Gravina.

 Le due formazioni si dividono la posta in palio.

Termina in parità il match tra F,.C. Francavilla e F.B.C. Gravina. Nell'1-1 finale, apre le marcature Abayan per la F.B.C. Gravina con De Col per la F.C. Francavilla che realizza il definitivo pareggio.

La F.C. Fracavilla di mister Lazic allo stadio "Nunzio Fittipaldi" di Francavilla in Sinni alle ore 15:00, pareggia 1-1 contro la F.B.C. Gravina, le reti tutte nel secondo tempo, al 57' gli ospiti della F.B.C. Gravina passano in vantaggio con Abayan e al 58' arriva il pareggio dei padroni di casa della F.C. Francavilla con Del Col.

U.S.D. Lavello-Real Agro Aversa 1-1, i lucani si infrangono sul muro granata. Espulso Garcia nel finale per la U.S.D Lavello.

Botta e risposta nel primo tempo tra le due squadre, apre Longo per la U.S.D. Lavello poi pareggia Chianese per la Puteolana. Nella ripresa i lucani si riversano in attacco ma i casertani resistono e strappano un punto prezioso in ottica salvezza.

U.S.D. Lavello-Real Agro Aversa 1-1: Chianese replica a Longo.

La squadra di mister Karel Zeman, figlio di Zdenek, parte molto forte e al 3' sfiora il vantaggio con Burzio che spreca da pochi passi mandando il pallone a lato. Ancora la squadra di Potenza pericolosa con Liurni che calcia ma fa i conti l'estremo difensore normanno Papa che compie un grande intervento. Al 32' arriva il vantaggio dei gialloverdi con Longo che serve Longo dopo il palo di Militano e infila in rete il goal dell'1-0. Dopo 9 minuti però il Real Agro Aversa replica e pareggia grazie a Chianese che finalizza a rete un cioccolatino di Gallo ristabilendo così la parità.

Nella ripresa la partita è estremamente equilibrata con le due squadre che non si scompongono per non rischiare di prendere goal. Le emozioni sono praticamente zero a parte un tentativo nel finale della squadra di mister Zeman salvato però di faccia da Mariani. Nei minuti di recupero espulso Giunta per un fallo su Guglielmo. La partita termina sull'1-1 con il Real Agro Aversa che ottiene un punto importante in casa di una squadra forte come la U.S.D. Lavello.

La U.S.D. Lavello di mister Zeman allo stadio "Michele Lorusso" di Venosa alle ore 15:00, pareggia 1-1 contro il Real Agro Aversa, le reti tutte nel primo tempo, al 32' i padroni di casa della U.S.D. Lavello passano in vantaggio con Longo e al 41' arriva il pareggio degli ospiti del Real Agro Aversa con Chianese.

 

Michele Saporito

 

 
Sottoscrivi questo feed RSS

Meteo

Potenza

Ultime

Calendario Articoli

« Maggio 2021 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Area Riservata