Log in
A+ A A-
Michele Saporito

Michele Saporito

URL del sito web:

Potenza, pesca al parco fluviale del Basento: questa l'iniziativa per bambini e adulti.

Continua ad animare il Parco Fluviale del Basento, rivelazione di questa estate potentina.

Dopo il provvedimento del Sindaco, attraverso il quale sono state stabilite le regole di comportamento da osservare pre fruire del parco fluviale del Basento, ecco una nuova iniziativa per grandi e piccini.

Il 31 agosto 2019 si terrà la prima giornata di avvicinamento alla pesca grazie al supporto di Alsia Basilicata, Fipsas Federazione Italiana Pesca Sportiva Attività Subacquee Nuoto Pinnato e tante altre associazioni.

Una giornata ricca di diverto per tutti coloro che desiderano cimentarsi in questo appassionante sport.

L'invito è rivolto a tutti:

"Bambini e adulti potranno liberare trote nel meraviglioso fiume che dobbiamo far tornare a splendere".

Ci sarete?

 

Michele Saporito 

 

 

Dalla Basilicata all'America: Acerenza tra le 10 mete italiane "non scontate" e, presto, capitale per un giorno!

cerenza, il borgo medievale, la Città attedrale, il 3 agosto 2019 sarà Capitale per un giorno.

L'evento, annuncia il sindaco Fernando Scattone:

"E' coprodotto dal Comune di Acerenza e la fondazione Matera Basilicata 20a9 e affidata alla Pro Loco che in piena sinergia e collaborazione con le altre associazioni del territorio garantiranno l'ospitalità e l'accoglienza dei turisti nel rispetto delle linee guida impartite dalla stessa fondazione matera 2019.

Il progetto Capitale per un giorno si muove nella direzione di favorire le relazioni tra comuni e creare una rete per legare queste energie, nell'anno più importante per Matera e per la Basilicata intera.

Con questa iniziativa, gli abitanti di Matera e i suoi cittadini temporanei avranno l'opportunità di scoprire le eccellenze culturali dei diversi angoli della Basilicata, tra cui Acerenza, che la prestigiosissima rivista americana, Forbes Italia, la definisce tra le dieci mete più belle ma poco conosciute al mondo.

Tutto ciò, da un lato ci riempe di orgoglio, ci gratifica per il lavoro sin qui svolto nella promozione del nostro borgo che da anni è censito nell'esclusivo club dei "borghi più belli d'Italia", dall'altro ci sprona ad una maggiore responsabilità e coscienza dell'indiscutibile patrimonio storico, artistico e culturale che possediamo.

L'evento Capitale per un giorno avrà una direzione artistica di prestigio, quella dell'artista di fama internazionale Giancarlo Spina.

Artista di prestigio, ha dato con la sua opera un immenso contributo al panorama artistico italiano, partendo dalle radici delle avanguardie e sviluppando la sua opera in chiave cubista che risente però di innesti fauves nonchè espressionisti.

Numerose gallerie d'arte italiane e francesi ospitano le sue tele, non poche sono le mostre personali al Consolato generale d'Italia a Nizza, una di esse nel 1994, anno nel quale riceve anche le Grand Prix International d'Art Plastique "l'Aigle de Nice".

Il programma della giornata prevede:

11:00: Acerenza Art Festival nel borgo, laboratori di arte di scrittura creativa, esposizioni, mostre, convegni...

11:00: La banda in Piazza, Concerto Bandistico Città di Acerenza...

15:30: Accoglienza dei visitatori, visite guidate del borgo...

16:00: Presentazione guida 2019 a cura della 2Pro Loco".

17:00: Saluti Istituzionali - Convegno su "I Todiasco e il '500 lucano", Salone del Museo Diocesano di arte Sacra, a cura dell'associazione TEU.

20:00: Sfilata in abiti d'epoca, rievocazione storica "Dai Longobardi ai Normanni, storia di una Cattedrale".

Infine grande appuntamento musicali, domenica 4 agosto 2019, alle ore 19:30: Canto Minimo, la Canzone popolare lucana tra preghiere e storie d'amore - Cattedralòe di Santa Maria Assunta, Graziano Accinni e Giuseppe Forestiero.

L'invito, quindi, è quello di intraprendere un viaggio verso una meta, Acerenza ricca di storia, arte, cultura e tradizioni.

Pronti a scoprire le bellezze della nostra terra?

 

Michele Saporito

A Potenza la "Giornata del Laureato": I dettagli.

L'Università della Basilicata fa sapere in un comunicato che: "Mercoledì 26 giugno 2019 nel centro storico di Potenza" la prima "Giornata del laureato", sul modello dei "Graduation day" dei college anglosassoni, al pari di altri Atenei italiani.

Alle ore 17:30 i laureati nell'Unibas 2018/2019 si raduneranno in Piazza Prefettura, con il tocco d'ordinanza, insieme ai rappresentati di Senato Accademico, Consiglio di Amministrazione, Consiglio degli studenti, Prorettori, Presidenti dei Centri e docenti, per sfilare verso Piazza Matteotti, Piazza Sedile, dove è prevista la cerimonia di consegna delle pergamene da parte della Rettrice, Aurelia Sole.

Una delle pergamene andrà a Rehman Shamsur il primo studente in Italia, laureato Unibas, vincitore dii una delle "100 Borse per titolari di protezione internazionale" del progetto sostenuto dalla Crui, dal Ministero dell'Interno e dall'Andisu (Associazione nazionale degli organismi per il diritto allo studio universitario).

Il corteo da Piazza Prefettura a Piazza Matteotti, Piazza Sedile sarà accompagnato dagli intermezzi musicali degli studenti del Liceo musicale "Walter Gropius" di Potenza, e accolto dal coro Unibas - Universa Musica.

Alle ore 18:00, sono poi previsti i saluti istituzionali del sindaco di Potenza, Mario Guarente; del Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi; del Prefetto del capoluogo lucano, Annunziato Vardè; dell'ex Presidente del Consiglio degli Studenti,  Sebastiano Greco e dela Rettrice.

Alle 18:30 il giornalista e scrittore Oreste Lo Pomo interverrà sul tema "Cultura e conoscenza, valori di democrazia".

La pergamena a Rehman Shamsur sarà consegnata da Luigino Filice (Presidente Andisu), e da Mara Di Lullo (Direttore Centrale per le politiche dell'immigrazione e dell'asilo - Prefetto - Ministero degli Interni).

La cerimonia di consegna delle pergamene ai laureati sarà seguita dal classico lancio dei tocchi, simbolo della chiusura del percorso accademico.

Queste le parole della Rettrice, Aurelia Sole:

"Abbiamo voluto organizzare questa iniziativa, per festeggiare il successo conseguito dai nostri ragazzi, dando così inizio a una tradizione che mette lo studente al centro della vita dell'Ateneo, attraverso un giusto mix di identità e partecipazione.

Il mio ringraziamento va tutto alla comunità accademica, che sa sempre rendersi partecipe dei momenti significativi di questo Ateneo.

Stiamo già lavorando a replicare l'iniziativa anche nella sede di Matera".

Campagna Amica, la natura arriva a Potenza.

Appuntamento del sabato.

Ogni sabato nel piazzale sovrastante le scale mobili di Via Carlo Armellini i consumatori del capoluogo lucano possono acquistare direttamente dai produttori, frutta e prodotti tipici di qualità, controllati e certificati. Al mercato si organizzano anche visite guidate agli stand dei produttori per far conoscere le realtà produttive e i prodotti del territorio e laboratori del gusto per la didattica ai bambini.

Altre date relative all'evento.

29/06/2019 - 06/07/2019 - 13/07/2019 - 20/07/2019 - 27/07/2019 - 03/08/2019 - 10/08/2019 - 17/08/2019 - 24/07/2019 - 31/07/2019 / 07/09/2019 / 14/07/2019

 

Michele saporito

Lo sapete che a Matera c'è la balena fossile più grande mai ritrovata?

Un milione e mezzo di anni fa una balenottera azzurra lunga 26 metri nuotava nel Mediterraneo: il suo enorme scheletro è stato ritrovato fossile vicino a Matera, sulle rive del lago artificiale di San Giuliano. Lo studio, coordinato dai paleontologi dell'Università di Pisa e appena pubblicato su Biology Letters, ridisegna l'evoluzuione del gigantismo estremo delle balene. Si dimostra, infatti, che il vertiginoso aumento delle loro dimensioni non è recente come creduto fino ad oggi (cioè limitato agli ultimi 2,5 milioni di anni) ma è iniziato quasi 15 milioni di anni fa, consentendo a quelli che sono considerati gli "ingegneri" dell'ecosistema marino di avere più tempo per "progettare" la struttura ecologica che oggi caratterizza in mari del pianeta. Lo scheletro fossile di un'enorme balena scoperto nel 2006 nel Comune di Matera, sulle rive del lago artificiale di San Giuliano, torna ora al centro dell'attenzione grazie a uno studio appena pubblicato sulla rivista internazionale Biology Letters, edita dalla prestigiosa Royal Society di Londra. La ricerca ha coinvolto i paleontologi GiovanniBianucci, Alberto Collareta, Walter Landini, Caterina Morigi e Angelo Varola del Dipartimento di Scienze della Terra dell'Università di Pisa, Agata Di Stefano del Dipartimento di Scienze Biologiche Geologiche e Ambientali dell'Università di Catania e elix Marx del Directorate Earth and History of Life, oyal Belgium Institute of Natural Sciences di Bruxelles.

Il mistero di "Giuliana" in 5 risposte.

Il gigantismo è, infatti, un fenomeno che è comparso e si è affermato, in maniera indipendente e in tempi diversi, in molte linee evolutive di vertebrati. Al di là di un generico vantaggio che le grandi dimensioni potrebbero aver dato ad una specie nella competizione con quelle di taglia più piccola, molti aspetti del fenomeno restano oscuri. In particolare, negli ultimi anni l'attenzione dei ricercatori si è focalizzata sul gigantismo estremo evoluto dai misticeti, quei cetacei che nel corso della loro evoluzione hanno sostituito i denti con i fanoni per filtrare dalla massa d'acqua i piccoli organismi di cui si nutrono.

Questi mammiferi marini, comunemente noti come balene, hanno il proprio rappresentante più spettaccolare proprio nella balenottera azzurra, che può superare i 30 metri di lunghezza e le 180 tonnellate di peso, attestandosi dunque come il più grande animale, in termini di massa, mai comparsa sulla terra. Tra le possibili cause del gigantismo dei misticeti ipotizzate da studi recenti va ricordata la pressione selettiva esercitata dai grandi predatori marini del passato, come Livyatan melvillei (un parente del capodoglio trovato fossile in Perù) e lo squalo gigante Carcharocles megalodon, che avrebbe avvantaggiato le balene più grandi e quindi meno vulnerabili agli attacchi. Anche il progressivo raffreddamento del pianeta potrebbe aver favorito l'enorme aumento della taglia delle balene. In particolare, la messa in posto delle calotte glaciali contribuì alla ridistribuzione di cibo nei mari concentrandolo soprattutto in quelli polari.

Molte balene si spostarono a loro volta in queste aree fredde per nutrirsi, dovendo tuttavia compiere lunghi viaggi stagionali per tornare a riprodursi nelle acque calde tropicali.

In questo caso la pressione selettiva avrebbe favorito le balene più grandi perchè in grado di immagazzinare una quantità maggiore di risorse energetiche per affrontare le lunghe migrazioni.

Il tesoro dimenticato in una scatola.

"Poichè tutte le balene fossili sono molto più piccole delle enormi balenottere attuali - spiega Alberto Collarete - fino ad oggi modelli macroevolutivi hanno sostenuto che il gigantismo dei misticeti fosse un fenomeno molto recente, originatosi durante il periodo Quaternario, coincidente con gli ultimi due milioni e mezzo di anni. Questa idea ha trovato supporto in studi recenti che, attraverso modelli macroevolutivi, sostengono che l'estremo gigantismo dei misticeti sia un fenomeno limitato agli ultimi 2-3 milioni di anni. Un punto debole di queste ricerche consiste però nel fatto che i resti fossili di misticeti risalenti agli ultimi milioni di anni sono molto scarsi e pertanto l'ipotesi della recente accelerazione nell'aumento della taglia si basa prevalentemente sulle dimensioni gigantesche delle balene attuali". Lo studio della balena di Matera porta un contributo fondamentale per chiarire gli aspetti ancora oscuri di questi importanti processi evolutivi. Le analisi dei microfossili associati alla balena, condotte da Agata Di Francesco e Caterina Morigi, hanno infatti fornito una datazione compresa tra 1,49 e 1,25 milioni di anni fa, all'interno di un intervallo temporale (il Pleistocene inferiore) relativamente vicino al presente, in cui il record dei cetacei è quasi inesistente o quanto meno non accessibile poichè le rocce che ne potrebbero contenere i resti fossili si trovano in gran parte ancora nei fondali marini. "Inserendo i dati ottenuti dallo studio preliminare della balena di Matera e di altri reperti recentemente rinvenuti in Perù nei modelli macroevolutivi più largamente accettati - afferma Felix Marx - si è scoperto che l'estremo gigantismo dei misticeti è un fenomeno più antico di quanto di pensasse e che l'aumento delle dimensioni è stato probabilmente più graduale di quanto prima teorizzato".

"Considerato il profondo impatto che i misticeti hanno avuto sull'evoluzione degli ecosistemi marini a scala globale, nonchè la loro fondamentale influenza nel foggiare la struttura ecologica degli oceani moderni - conclude Giovanni Bianucci - conoscere in dettaglio questi processi evolutivi è di fondamentale importanza per decifrare le dinamiche evolutive dell'ambiente marino e i delicati equilibri delle comunità biologiche dell'oceano globale e quindi anche per capire quali potrebbero essere gli effetti dovuti alla scomparsa di questi giganti del mare. Non dobbiamo, infatti, dimenticare che la balenottera azzurra, dopo essere riuscita a sopravvivere con successo per oltre un milione di anni, è stata portata sull'orlo dell'estinzione da soli cento anni di caccia spietata da parte dei balenieri e ancora non sappiamo come la sua definitiva scomparsa potrebbe cambiare il delicato equilibrio naturale di cui fa parte".

Didascalia foto:

Ricostruzione artistica di Balaenoptera cf. musculus di Matera (disegno di Albero Gennari).

 

 

Michele Saporito

Andata dei quarti di finale dei play-off di Lega Pro: Potenza-Catania 1-1.

Domenica 109 maggio 2019 si sono giocati le andate dei qaurti di finale di play-off di Lega Pro 2018/2019.

Potenza: rossoblù ancora in gioco per il turno.

França acciuffa il Catania.

Ma Caiata reclama per l'arbitro.

França-gol al 90+1 e il potenza resta in corsa.

Spogliatoio: proteste per la direzione arbitrale.

Il presidente Caiata: "Sono nauseato".

Mister Raffaele: "Ottima prestazione".

Domenica 19 maggio 2019 si sono giocati le andate dei quarti di finali di play-off di Lega Pro.

Il Potenza di mister Raffaele allo stadio "Alfredo Viviani" di Potenza alle ore 18:30, pareggia 1-1 contro il Catania, le reti, al 7' del primo tempo gli ospiti del Catania passano in vantaggio e al 90+1 i padroni di casa del Potenza pareggiano con França.

Mercoledì 22 maggio 2019 si giocano i ritorni dei quarti di finale dei play-off di Lega Pro 2018/2019.

Il Potenza giocherà alle 20:30 a Catania contro il Catania.

 

Michele Saporito

 

Play-off Lega Pro: Potenza-Virtus francavilla 3-1.

Rossoblù strepitosi un altro passo verso il grande sogno.

Travolto la Virtus Francavilla (3-1).

Allo stadio "Alredo Viviani" di Potenza crolla la Virtus francavilla che spaventa i rossoblù in diverse occasioni.

Potenza spietato: il sogno continua.

Si sblocca su autorete. Stratosferici piccinni (che fa gol) e Ioime. Il tris eè di Lescano.

Nonostante il tempo inclemente, la pioggia e il freddo, il vivianiera caldissimo.

Solita implacabile spinta della Ovest.

Dopo i due turni di play-off a girone si passa alla fase nazionale. il Potenza domenica 19 maggio 2019

Il Potenza di mister Raffaele allo stadio "Alfredo Viviani" di Potenza alle ore 20:30, vince per 3-1 contro la Virtus francavilla, le reti, al 27' del primo tempo i padroni di casa del Potenza passano in vantaggio con un'autorete di Tiritiello, al 67' del secondo tempo arriva il raddoppio del Potenza con Piccinni, al 70' del secondo tempo la terza rete del potenza con Lescano su calcio di rigore e all'86' del secondo tempo gli ospiti della Virtus Francavilla segnano la rete della bandiera con Mastropietro.

Dopo i due turni di play-off a girone si passa alla fase nazionale. Il Potenza domenica 19 maggio 2019 giocherà l'andata in casa contro il Catania e il ritorno a Catania.

Michele Saporito

Play-off Lega Pro girone C: Potenza-Rende 0-0. Poule scudetto: Bari-AZ Picerno 0-0.

Domenica 12 maggio 2019 si è giocato la prima fase dei play-off.

Potenza-Rende 0-0, i rossoblù passano il turno con un pari a reti bianche.

Allo stadio "Alfredo Viviani" di Potenza in scena la sfida inaugurale dei play-off del girone C di Lega Pro, tra i padroni di casa del Potenza, classificato al 5 posto in classifica, e il Rende, decimo.

Il Potenza di mister Raffaele allo stadio "Alfredo Viviani" di Potenza alle ore 16:30, pareggia 0-0 contro il Rende e conquista così l'accesso al secondo turno dei play-off del raggruppamento meridionale, dove sarà di nuovamente testa di serie e affronterà la Virtus Francavilla.

Domenica 12 maggio 2019 si è giocato la prima fase della Poule Scudetto per il titolo di campionane d'Italia di Serie D.

Termina a reti inviolate il match al "San Nicola" di Bari.

Nel girone insieme all'AZ Picerno ci sono Bari e Avellino.

L'AZ Picerno di mister Giacomarro allo stadio "San Nicola" di Bari alle ore pareggia 0-0.

 

Michele Saporito

Gli ambasciatori lucani e la musica da cantina.

Per noi ambasciatori lucani è sempre una grande emozione suonare e cantare tra la gente che partecipa attivamente.

Prediligiamo tale aspetto "conviviale" dell'arte e, riproponendo testi e musiche "da cantina" estrapolate dalla nostra tradizione meridionale, cerchiamo di creare una tipologia di spettacolo coinvolgente che ci porta da una costa all'altra della Basilicata attraverso i suoi paesi tutti caratteristici per un qualcosa di unico e speciale come i molti buon vini prodotti in regione. Vogliamo essere "ambasciatori" della nostra terra lucana, della sua bellezza, dei suoi ricordi, dei suoi desideri, della sua gente. Messaggeri di un "modus vivendi et operandi" che sta incontrando sempre di più il consenso di pubblico, ci impegniamo a divulgare questa nostra filosofia del voler vivere sano, ecologico e decontaminato da luoghi comuni e fenomeni negativi provenienti anche da tv commerciali. La nostra arte di spettacolo spesso è accompagnata da campagne di sensibilizzazione sulle molteplici questioni attuali (sociali, ambiente, salute ecc.) per cui non di rado ci affianchiamo ad associazioni come familiari vittime della strada, Legambiente, movimento per l'infanzia ed altre.

 

Michele Saporito 

Lega Pro, girone C: Potenza-Vibonese 1-0. Serie D, girone H: AZ Picerno-Bitonto 3-2, F.C. Francavilla-Audace Cerignola 0-3. Serie D, girone I: Rotonda-Messina 1-3.

Domenica 5 maggio 2019 si è giocata la trentottesima giornata diciannovesima giornata di ritorno del campionato di Lega Pro girone C 2018/2019.

Per trovare di meglio bisogna andare agli anni della Serie B. Ma al di là degli amarcord la squadra di mister Raffaele ora pensa davvero in grande.

Da 25 anni non si vedeva un Potenza così.

Classifica esaltante con pochi eguali nella storia rossoblù: sesto posto e play-off sfiorati nel 1993/1994 in Serie C1, quinta piazza anche nel 1970/1971.

Una settimana di lavoro e concentrazione in vista dell'arrivo all'"Alfredo Viviani" del Rende.

La gioia dei bambini di Spinoso al fianco dei giocatori rossoblù.

Il Potenza di mister Raffaele allo stadio "Alfredo Viviani" di Potenza alle ore 18:30, vince di misura per 1-0 contro la Vibonese, la rete al 45+3 del primo tempo con Bacio Terracino.

Domenica 5 maggio 2019 si è giocata la trentaquattresima giornata diciasettima giornata di ritorno del campionato di Serie D girone H 2018/2019.

L'AZ Picerno si gode la promozione in Lega Pro. Domenica al "San Nicola" di bari per la Poule cudetto.

Un sogno diventato realtà.

L'AZ Picerno di mister Giacomarro allo stadio " di Rionero in Vulture ale ore 14:30, vince per 3-2 contro il Bitonto, le reti al 40' del primo tempo l'AZ Picerno passano in vantagio con Tedesco, al 49' del secondo tempo arriva il raddoppio dell'AZ Picerno ancora con Tedesco che sigfla la sua doppietta, al 57' del secondo tempo la terza rete dell'AZ Picerno con Kosovan su calcio di rigore, al  65' del secondo empo gli ospiti del Bitonto vanno in rete con Picci ell'85' del secondo tempo il Bitonto accorcia le distanze con Turitto.

L'F.C. Frncavilla travolto.

L'F.C. Francavilla di mister Lazic allo stadio "Nunzio Fittipaldi" di francavilla in Sinni alle ore 14:30, perde per 0-3 contro l'Audace Cerignola, le reti, al 14' del primo tempo li ospiti dell'Audace Cerignola pasdsano in vantaggio con Esposito, al 58' del secondo tempo arriva il raddoppio dell'Audace Cerignola con Foggia e al 72' del secondo tempo la terza rete dell'Audace cerignola ancora con Esposito che sigla la sua doppietta.

Domenica 5 maggio 2019 si è giocata la trentaquattresima giornata la diciasettesima giornata del campionato di Serie D girone I 2018/2019.

Il Rotonda di mister Baratto allo stadio "Nicola Vulcano" di castelluccio iInferiore alle ore 14.30, perde per 1-3 contro il Messina, le reti, al 4' del primo tempo gli ospiti del messina passano in vantaggio con Cocimano, al 68' del secondo tempo arriva il raddoppio del Messina con Barbera, all'82' del secondo tempo la terza rete del messina con Catalano eal 90+1 del secondo tempo i padroni di casda del rotonda vanno in rete con Galdean.

 

Michele Saporito

 

Sottoscrivi questo feed RSS

Meteo

Mostly Clear

2°C

Potenza

Mostly Clear

Humidity: 60%

Wind: 25.75 km/h

Ultime

Calendario Articoli

« Agosto 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  

Area Riservata