Log in
A+ A A-
Michele Saporito

Michele Saporito

URL del sito web:

Un convegno nel ricordo di Peppino Scognamiglio.

Presso il Ridotto del teatro “F. Stabile” di Potenza il giorno Martedì 10 Dicembre 2013 ore 18:00, c’e stato un convegno organizzato dai Lions Club Potenza Host, sullo sport a Potenza in ricordo di Peppino Scognamiglio, Socio Lions appassionato di sport ed innamorato della nostra città, trattando come argomento “Lo sport di vertice a Potenza è in declino: Quali sono le ragioni di questa crisi?”.

Il Lions Club Potenza Host ne discute con i Rappresentanti delle principali Squadre di calcio, pallacanestro e pallavolo della città di Potenza.

Al tavolo, il Presidente Dott. Erberto Stolfi, i moderatori Lions Dott. Giovanni Lamorte, il figlio di Peppino Scognamiglio Leo Dott. Pietro Scognamiglio, Aldo D’andrea e il Sindaco di Potenza Santarsiero.

All’inizio del Convegno si è fatta una presentazione di Peppino Scognamiglio, una persona esemplare, innamorato dello sport, un soggetto coerente, leale, rigoroso e vero. E’ stato Presidente del Coni Regionale e Provinciale, Presidente del Potenza calcio, Giudice di pallanuoto ricevendo il riconoscimento stella d’oro nello sport.

Nel convegno, si è proseguito a parlare della crisi dello sport a Potenza, in riferimento agli anni migliori della città, parla il Dott. Erberto Stolfi “ritornare a quell’epoca quando il calcio piaceva di più quando si diceva: Scola la pasta che devo andare al campo”. L’anno 2007 è stato un’annanata importante per le maggiori squadre di Potenza nel calcio, nel basket raggiungendo grandi risultati, oggi invece, lo sport si è frammentato, colpa anche della crisi economica. Nello sport Matera sta meglio rispetto Potenza, è alimentata da capitali migliori proveniente anche da dirigenti pugliesi e da sponsorizzazioni importanti.

Con questo Convegno si spera nel miglioramento dello sport anche con l’aiuto da parte delle autorità politiche e nel sostegno di tutta la cittadinanza.

Melfi contro la Casertana, il Matera sfida la capolista, il Francavilla per la quinta vittoria consecutiva, Real Metapontino continuare a salire la classifica, il Potenza aumentare il distacco.

In seconda divisione, il Melfi gioca male soffrendo con l’ultima della classe l’Arzanese, raggiunge il pareggio alla fine della ripresa con Cruz e Ricciardo, la prima rete è stata di Cardinale, finisce 3 a 3, oggi all’Arturo Valerio cerca i tre punti contro la Casertana. In serie D, il Matera dopo la giornata di riposo, affronta in una sfida delicata la capolista Progreditor Marcianise, invece, continua la striscia positiva del Francavilla di Lazic che vince anche a Torre del Greco contro la Turris per 2 a 1 con le reti di Sekkoum e Pisani, oggi in casa c’è il Taranto, importante vittoria per il Real Metapontino di mister Sassanelli, con una prestazione d’orgoglio vince per 2 a 0 in casa contro il San Felice Gladiator con Pignatta e Caridi, oggi in campo a Vallo della Lucania sfida il Gelbison Cilento Vallo. In Eccellenza, il Rossoblu Potenza di mister Camelia rallenta, pareggiando per 2 a 2 contro la Murese, ne approfittano invece il Viggiano e il Picerno che si avvicinano riducendo le distanze, oggi al Viviani c’è la sfida contro il Pietragalla.    

Michele Saporito

  • Pubblicato in Sport
  • 0

“L’abbraccio”, la casa/albergo per gli anziani.

Giuseppe D’Andrea e Silvio Raffaele Ciccarese, l’uno responsabile sanitario e l’altro aziendale, hanno notato la mancanza, in città, di case di riposo che ospitino gli anziani anche per brevissimi periodi, anche per una sola notte, da qui l’idea di realizzare una casa/albergo, proprio per offrire un servizio in più a quelle famiglie che magari avvertono la necessità di affidare i propri anziani a qualcuno  per un determinato periodo o una determinata occasione, per le varie esigenze.

Clima familiare dunque ma anche tutti i comfort di chi decide di farsi una “vacanza” in tranquillità. Il giorno primo Settembre 2013, a Potenza è stata inaugurata con la benedizione del parroco, la casa albergo per anziani “L’abbraccio”, in Via delle Querce, a pochi metri di distanza dal parco Montereale e dal centro storico, nel ristrutturato fabbricato dove un tempo c’era la scuola per odototecnici. Un atrio accogliente, con scalinata ricca di piante fiorite, una sala relax dove è possibile consumare i pasti, ascoltare musica e leggere un libro, c’è una cucina, e al piano di sopra le camere da letto, singole o doppie, per ospitare 22 anziani, ognuna provvista di bagno, scrivanie, armadi, comodini, televisore e uno sgabuzzino per sistemare le proprie cose. Tutto – dicono i titolari – è fatto secondo i criteri di qualità e di benessere dei nostri ospiti. Ma cosa più importante, vuole sfatare il vecchio concetto di “casa di riposo”. Perchè gli anziani de “L’abbraccio” non è detto che debbano per forza riposare, se non ne hanno voglia o necessità. Molti sono completamente autosufficienti. Si spostano tranquillamente con i mezzi pubblici o accompagnati dai propri familiari. La struttura è come se fosse casa propria, con una differenza:  c’è sempre qualcuno che si occupa di loro. Tutti i giorni c’è la colazione, il pranzo e la cena grazie alla presenza di uno chef. C’è inoltre, la lavanderia con una dipendente addetta alle pulizia e allo stiramento degli abiti. E’ garantita assistenza sanitaria 24 ore su 24, per gli anziani con l’aiuto di oss e infermieri, è previsto, infine, il servizio navetta nel caso di spostamenti e l’acquisto di farmaci su ricetta del medico curante, che gli stessi titolari vanno a ritirare. Silvio e Giuseppe sono molto giovani: 29 anni il primo e 30 il secondo e anche i loro collaboratori sono più o meno coetanei, per creare anche un ponte generazionale. E’ accessibile a tutti, non costoso, tanti infatti, sono gli anziani del posto che hanno preso a frequentarlo e a partecipare alle attività ricreative proposte, la Domenica celebrazione della Santa Messa e a Natale si organizzeranno tombolate.

 

Michele Saporito

Le lucane scendono in campo nei vari campionati

In Eccellenza dopo il passo falso del Potenza a Villa D’agri, e l’eliminazione in Coppa Italia per opera del Tolve dopo i calci di rigore, oggi torna in campo in casa contro la F.S.T. Rionero. In serie D invece, il Matera di Toma, dopo il pareggio per 2 a 2 contro il Monospolis, al XXI Settembre sfida il Taranto, il Francavilla dopo la importante trasferta a Bisceglie battendo il Bisceglie 1913 per 2 a 0, affronta in casa il Monospolis, il Real Metapontino dopo il pareggio interno contro la Puteolana Internapoli, sfida fuori casa il Grottaglie. In seconda divisione, il Melfi dopo la vittoria casalinga contro il Martina Franca per  1 a 0 grazie al goal del brasiliano Cruz, oggi scende in campo a Messina.
Michele Saporito
  • Pubblicato in Sport
  • 0

Il Villa D’Agri ferma la capolista Rossoblu Potenza.

Il Villa D'Agri ferma la capolista Rossoblu Potenza dopo sette sconfitte consecutive. Mister Pasquale Arleo conquista un punto prezioso, per l'obiettivo permanenza in Eccellenza, contro la squadra della sua città. Dall'altra parte, Pinuccio Camelia deve fare a meno di Campisano squalificato e Leone G. ancora fuori per infortunio. Ritorna dal primo minuto Pastore. Un pessimo arbitraggio condiziona  il match e terreno di gioco in condizioni poco ottimali.

L'avvio di gara non è dei migliori per il Potenza che passa in svantaggio all'11': Piscopia dalla sinistra mette al centro per Savone che mette alle spalle di Manfellotto. Subito lo svantaggio, i padroni non si rendono più pericolosi e il Potenza che va subito alla ricerca del pari. Al 18' Murano salta due diretti avversari, entra in area di rigore ma calcia di pochissimo fuori. Al 33' sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Cocina manda alto e in chiusura di primo tempo una rovesciata di Cioffredi che crea pochi problemi all'estremo difensore di casa.

Nella ripresa arriva il gol del pareggio. Quindicesimo minuto: angolo battuto da Mastroberti, in mischia Falanga realizza il gol del momentaneo 1-1. Quattro minuti più tardi il direttore di gara segnala un fallo di mano di un difensore locale: è rigore. Dal dischetto Dimaio non sbaglia: è 1-2. Il Villa D'Agri non ci sta, e il pareggio arriva a pochi minuti dal termine. Al 32' l'episodio che condiziona il match: Pantone entra in area di rigore, anticipato da Vukcevic cade. E' massima punizione. Dagli undici metri Santochirico firma il definitivo 2-2.

TABELLINO

VILLA D'AGRI - ROSSOBLU POTENZA 2-2

11' pt Savone, 37' st Sanchirico rig. (V) - 15' st Falanga, 19' st Dimaio rig. (P)

VILLA D'AGRI: Bocca, Lofiego, Pizzuto, Pascuzzo, Riso, Savone, Pantone, Fratantuono (26' st Sanchirico), Graziano, Piscopia, De Rosa. A disp.: Rodesca, Cinciarulo, Polito, Notarfrancesco, Spina, Marinelli. All. Arleo

ROSSOBLU POTENZA: Manfellotto, Cocina, Mazzeo, Vukcevic, Pastore, Falanga, Cioffredi (5' st Musillo) (40' st Musillo), Dimaio, Margiotta, Mastroberti, Murano. A disp.: Della Luna, Di Lucchio, Palermo, Leone A., Basilio. All. Camelia

ARBITRO: Rocco PONZIO di Moliterno (Di Pelo di Matera - Favale di Bernalda)

NOTE: Giornata nuovolosa, terreno di gioco in condizioni non ottimali. Ammoniti: Pascuzzo (V), Mastroberti, Vukcevic, Pastore (P). Recupero: 2' pt, 3' st.

  • Pubblicato in Sport
  • 0

In attesa dei “Mercatini del Natale”.

I cambiamenti climatici degli ultimi giorni ci fanno capire che si avvicina il tempo del Natale, ricco dei suoi simbolismi e tradizioni, che di anno in anno vengono mantenute e in determinati occasioni offerti alla cittadinanza; è il caso dei “Mercatini del Natale” che anche nel nostro Capoluogo, in occasione delle festività natalizie, arricchiscono gli ambienti cittadini esibendo varietà di offerte, aspetti di armonia e serenità, eventi e manifestazioni collegate che attirano la gente, permettendo loro di vivere “un clima speciale e festoso”.

Anche quest’anno come preannunciato, durante un colloquio avuto con l’Assessore al Commercio, Turismo e Artigianato del Comune di Potenza, Dott. Luciano De Rosa, avremmo occasione di ammirare i “Mercatini del Natale” i quali saranno ubicati nella cornice della nuova Piazza Prefettura e che vedranno l’esposizione e l’offerta di tipici prodotti natalizi, artigianali di vario genere, addobbi natalizi e prodotti da gustare; lo stesso ospiterà il “Villaggio di Babbo Natale” tanto atteso e ricercato dai bambini e notevole fonte di aggregazione e svago per gli stessi.

Probabilmente il tutto potrà essere accompagnato da eventi e manifestazioni in sintonia con il periodo fino all’Epifania che, come suol dirsi, “tutte le feste porta via”.

La novità di quest’anno vede il coinvolgimento e allestimento natalizio anche in Via Cavour, di recente costituzione e che è andata ha sostituire la fatiscente e precedente “Fornace”, con una nuova costruzione che ha risistema nato l’intera area.

Tutto questo, malgrado le difficoltà economiche del Comune, è stato possibile grazie anche all’apporto dell’A.P.T., che contribuisce a questo nuovo particolare allestimento e all’insieme dell’intero svolgimento della manifestazione; naturalmente mi è stato precisato che a giorni uscirà il Bando con informazioni e notizie dettagliate inerenti la manifestazione e pertanto, il Consiglio Comunale, potrà essere più preciso al riguardo, e che ovviamente tutti i cittadini potranno consultare.

A questo punto ringrazio l’Ass. De Rosa per la sua disponibilità e cortesia, e restiamo in attesa di assistere alle novità ed eventi di questa prossima manifestazione.

Sfide importanti nei vari campionati delle squadre lucane

Oggi tornano in campo le squadre lucane, in Eccellenza il Potenza vuole continuare la sua striscia positiva a sul campo del Villa d’Agri. In serie D dopo la disfatta sul campo del Francavilla per 2 a 0, finisce l’era del tecnico “Cosco” e il Matera, presenta il nuovo tecnico “Antonio Toma” che sarà il nuovo allenatore a guidare la squadra; il Matera che affronterà in trasferta il Monospolis. Brutte notizie in casa Francavilla, sconfitto a tavolino dalla società del San Felice Gladiator per il risultato di 0 a 3, avendo fatto giocare un giocatore, “Ricciardi Armando”, il quale aveva da scontare un residuo di squalifica inflittagli nella stagione precedente; il Francavilla va sul campo del Bisceglie 1913, mentre sempre in serie D il Real Metapontino, ospita la Puteolana Internapoli. In seconda divisione la decisione del Giudice sportivo afflitta al Melfi, ricevuta una multa di 10 mila euro più due squalifiche a due dirigenti, uno “Gioacchino Nobelli” inibizione fino al 30 Giugno 2014 più ammenda di 3.000 euro , e “Pierpaolo Castaldi” inibizione fino al 31 Dicembre 2013 per botte ad osservatore arbitrale nella gara interna contro il Teramo, il Melfi affronterà in casa il Martina Franca

  • Pubblicato in Sport
  • 0

Campagna elettorale in dirittura d’arrivo

Gli ultimi eventi politici hanno lasciato noi lucani fortemente sorpresi, dal momento che non ci saremmo mai aspettati di dover andare a votare per l’elezione anticipata del Governo Regionale. Questa novità è stata causata dallo “scandalo rimborsopoli” che ha destato in noi sorpresa ma soprattutto senso di ripulsa verso quei politici e quella politica fortemente malsana perpetrata ai nostri danni da persone che hanno dimostrato forte superficialità nella giusta conduzione della cosa pubblica; attualmente il 17 e 18 Novembre saremo impegnati nella scelta di nuovi candidati che, vogliamo augurarci non possano mai ripetere queste stesse situazioni. L’ evento è stato portatore di nuove scelte - rapidamente assunte dai partiti politici - i quali hanno capito che altrimenti avrebbero diffuso sempre più il senso di distacco e rigetto da parte di una popolazione molto sfiduciata verso la politica. Infatti, hanno deciso di non candidare Consiglieri uscenti e in particolare quelli interessati dagli scandali, presentare giovani e nomi nuovi a conduzione della futura politica lucana che, vedrà come innovazione la riduzione del numero dei Consiglieri da 30 a 20. Ovviamente, come già abituati a vedere, non mancano coloro i quali, nel nome della “continuità politica” passano dal Comune e Provincia alla Regione, i fedelissimi di sempre abbonati alla candidatura, alcuni uscenti che tentano di avere sempre una posizione dominante e di confermare la propria presenza e il proprio ruolo, come Sergio Potenza candidato per il Centro Democratico, figlio di Antonio Potenza ex segretario regionale dei Popolari Uniti ed ex parlamentare Udeur, Vincenzo Robortella candidato nella lista con Pittella, figlio del consigliere uscente del Pd Pasquale Robortella; il più giovane candidato risulta essere Stefano Conte di Grassano che si presenta con Scelta Civica; inoltre, registriamo anche l’assalto di numerosi sindaci alle poltrone regionali. Vi sono anche liste di partiti che militavano nel centro destra ed oggi passate al fronte opposto e viceversa.

 

Gli eventi politici a cui abbiamo assistito fino ad oggi, non sono stati pacifici, infatti, presso il Tribunale di Potenza, alla presentazione delle liste dei vari partiti, si sono create situazioni caotiche e di contrasto che hanno impegnato le forze dell’ordine ad intervenire; si sono viste liste non ammesse, ricorsi, denunce e situazioni da risolvere in mano al T.A.R., a testimonianza di superficialità e leggerezze da parte dei partiti.

 

Anche il popolo lucano è frastornato da eventi politici inusuali e fastidiosi che durano da tempo e soprattutto colpiti da scandali come, non solo la rimborsopoli regionale, ma anche quella provinciale e gli ultimi controlli della guardia di finanzia riferiti ai rimborsi regionali degli anni precedenti; già in passato “l’esercito degli astensionisti” è stato notevole, e queste situazioni chiacchierate potrebbero ampliarlo notevolmente sospinti anche da quel forte senso di sfiducia nelle istituzioni e loro rappresentanti; vogliamo augurarci che i lucani attuino comportamenti saggi per una migliore gestione e crescita di questa regione.

Pier Ferdinando Casini, parla a Potenza. Al Grande Albergo l’entourage dell’Udc svela le mosse strategiche per le elezioni

Il leader dell’Udc Pierferinando Casini è giunto puntuale alle 11 nella sala del Grande Albergo di Potenza c’è stata la Presentazione dei candidati dell’Udc. Al tavolo oltre i vari candidati della lista tra cui Franco Mollica, Mario Guarente, Nunzio Francesco Testa e altri addetti ai lavori, tra i quali c’è al tavolo anche il candidato Presidente Tito DI Maggio e Pier Ferdinando Casini e del Ministro Mauro.

I candidati si presentano al pubblico presente in aula molto numeroso, parlano sapendo che la Regione vive molti problemi, dal malfunzionamento dei trasporti pubblici, la carenza del lavoro, le strade disastrate e l’Università ricca di Facoltà ma che non ha specializzazioni facendo si e che molti giovani sono costretti a lasciare la Lucania per andare ad altre parti. Nunzio Francesco Testa ha esordito evidenziando : “Il partito, è in corsa per ribaltare il risultato, facendo “rivoluzione con una matita nelle giornate elettorali”. Mario Guarente dal canto suo ha sottolineato:  “Sono 16 gladiatori per conquistare il risultato e come Papa Francesco avvicinato la gente con gesti umili e semplici anche noi possiamo fare questo dando fiducia alla gente”

Pier Ferdinando Casini, parla dei vari problemi in Basilicata dicendo esponendo i numeri più importanti  “la caduta del Pil è di 3,1% più del livello nazionale, produzione industriale nel 2011 è calata del 4,3% nel 2012 del 9,5%, fatturato imprese Lucane dal 2007 al 2011, in 4 anni il fatturato complessivo delle imprese è calato del 18,2%, l’esportazioni che sono quelle che in Italia ha resistito, perché le imprese che hanno resistito sono quelle che sono impegnate nell’esportazioni sono calate del 17,5%. Casini continua la sua analisi rimarcando “Ho detto: andrà meglio con i turisti, la Basilicata è diventata una Regione di tendenza dal punto di vista del settore in questione, sapete come quando qualche anno fa si incominciava a sapere che in tutta l’Europa venivano a comprarsi delle ville in Toscana e poi qualche anno fa la gente incomincia ad andare a fare le ville nel Salento in Puglia, oggi io sento invece che tanta gente che ammette di visitare spesso Matera, c’è una altra attività, quindi mi sono detto probabilmente almeno qui ci sono dati positivi, si vede che qualcosa non funziona nemmeno qui, perchè nel 2012 il turismo è calato del 4,2%”. La disoccupazione, dei ragazzi dai 15 a 34 anni e più del 28%, la cassa integrazione più del 46,3%.

Casini parla della politica europea che se cambia, difficilmente il vecchio continente uscirà da questa crisi, dietro l’angolo ci sono l’elezioni europee, “qualcuno dice i partiti populisti vinceranno io dico: se noi diciamo che l’Europa va bene così, vinceranno i partiti populisti, perché non può essere lo scontro in campagna elettorale tra la politica di oggi dell’Europa e i partiti anti europei, noi dobbiamo fare una battaglia, perché cambi la politica europea perché l’Europa così non piace anche a noi. Perché l’ Europa che finisce per amministrare un rigore che solo un funzionale della Germania non piace neanche a noi. Noi dobbiamo fare una battaglia, perché cambi la politica europea, gioco forza prevarranno i populisti, altrimenti se la gente vedrà l’Europa distante, se davanti a emergenze come quelle che sono del controllo delle frontiere o di Lampedusa, la gente non vede che l’Europa e presente, la gente pensa l’Europa a cosa serve come ci amministra”, servono delle regole ad imporre una politica di rigore all’Italia, e fuori da questa politica di rigore sostanzialmente c’è solo un paese  che svetta che è la Germania che, ha dei risultati strabilianti ai danni di tutti gli altri, addirittura continua Casini: “in Germania si contesta quello che ha fatto ieri Draghi che ha abbassato ancora il costo del denaro, è una misura che non servirà a niente ma che è utilissima per quando riguarda a dare l’ossigeno all’economia”.

Casini parla molto bene dei candidati, un partito con umiltà e con intelligenza, una classe dirigente che può esprimere qualcosa d’importante anche con l’aiuto dei giovani candidati. Dando un grande in bocca a lupo e che la settimana entrante sarà molto importante. Per tutti.      

Michele Saporito

Il triste spopolamento commerciale di Via Pretoria. I motivi di un crollo

Camminando per la centralissima VIA PRETORIA nel centro storico di Potenza, balza subito agli occhi di chiunque il drastico cambiamento avvenuto negli ultimi mesi della geografia dei negozi presenti nella stessa; infatti, non e’ difficile notare che anche attività insediatesi da breve tempo, abbiano già cessato la propria funzione, probabilmente in conseguenza di superficiali indagini di mercato e piani marketing che non hanno permesso il perdurare delle stesse nel centro storico; altre sono assolutamente originali, incalzate dall’espansione di nuovi settori commerciali, come per esempio quelle delle sigarette elettroniche, parafarmacie, etc. etc., o altre sempre sulla cresta dell’onda, come la telefonia non sempre riferita agli usuali marchi commerciali e scarseggiano i negozi dedicati alla vendita di prodotti di marchi inusuali, invece abbondano quelli tradizionali, come abbigliamento, calzature etc. etc..
E’ con disagio che giornalmente il nostro sguardo osserva malinconicamente molte vetrine chiuse, oscurate e distinte dai cartelli “affittasi” a testimonianza delle difficoltà che oggi i commercianti attraversano nel sostenere appunto l’affitto mensile da una parte, ed una scarsità di utenza dall’altra; infatti, i recenti provvedimenti riferiti alla ZTL, l’eliminazione di linee di bus e minibus che attraversavano il centro storico collegandolo ad alcuni punti importanti della stessa città, ed anche i problemi usuali come la mancanza di parcheggi, il costo eccessivo degli stessi, l’assenza di uffici e strutture che richiamino la gente nel centro cittadino. La chiusura post terremoto di alcuni cinema, hanno determinato una minore frequentazione da parte dell’utenza a discapito del settore economico – commerciale; a ciò si aggiunge anche il trasferimento di attività in altre zone della città, la chiusura di negozi tradizionali che da sempre caratterizzavano Via Pretoria, tutte condizioni che hanno determinato lo spopolamento commerciale e la variazione dell’aspetto della stessa, che oggi, non può essere giudicato positivo.
Per tanto tutto ciò è collegato alla mancanza della giusta risoluzione dei diversi problemi che interessano il centro storico, l’introduzione di nuovi provvedimenti, problemi di lunga durata mai risolti e lungaggini burocratiche; se tutto ciò venisse portato a compimento, si offrirebbero certamente nuove spinte al settore commerciale e all’aspetto dello stesso centro storico.
Con questo augurio attendiamo risposte sollecite a beneficio delle attività commerciali, dell’occupazione e di una geografia dei negozi attiva e dinamica a beneficio di tutti.

 

Michele Saporito

Sottoscrivi questo feed RSS

Meteo

Mostly Clear

2°C

Potenza

Mostly Clear

Humidity: 60%

Wind: 25.75 km/h

Ultime

Calendario Articoli

« Febbraio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28      

Area Riservata