Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 799
  • Fallito caricamento file XML
Log in
A+ A A-

Basilicata location ideale di cinema arte e cultura

I luoghi e gli ambienti suggestivi della Basilicata, la rendono sempre la location ideale per il cinema, l' arte e la cultura. Un’ulteriore conferma arriva da due imminenti appuntamenti in programma.Il prossimo 18 settembre (ore 17) nel Castello di Monteserico, nel territorio del comune di Genzano di Lucania, sarà presentato in anteprima nazionale il film muto, restaurato dalla Cineteca di Bologna, “Malombra”: uno dei grandi successi della cinematografia italiana, prodotto nel 1917 dalla Cines, tratto dal romanzo di Fogazzaro, per la regia di Carmine Gallone, con l’indimenticabile Lyda Borelli, affiancata da Amleto Novelli e Augusto Mastripieri. Le musiche originali della pellicola, restituita a ‘nuova vita’, sono state composte dal lucano Maestro Pasquale Menchise, e dal laziale Maestro Luca Salvadori. Durante la proiezione le musiche saranno eseguite eccezionalmente dal vivo e dirette dallo stesso M° Menchise. Un evento culturale di grande rilevanza che, tra l’altro, prevede un’inedita particolarità: la proiezione, infatti, avverrà in un luogo realmente abitato, in passato, dalla stessa protagonista del film, la diva del cinema muto di quegli anni, Lyda Borelli, nonché moglie del Conte Vittorio Cini di Venezia, proprietario del Castello. Il progetto, voluto dall’Orchestra da Camera e Sinfonica Lucana con Ateneo Musica Basilicata, in collaborazione con la Fondazione Lucana Film Commission, Cineteca Lucana, APT Basilicata, Regione Basilicata, Comune e Assessorato alla Cultura di Genzano di Lucania, rientra nell’ambito della più ampia iniziativa di promozione territoriale e culturale denominata “Il Castello si racconta”. Il giorno precedente alla proiezione del restaurato “Malombra”, il prossimo 17 settembre (ore 18:00), sempre nel Castello di Monteserico, ci sarà invece l’occasione per approfondire il tema “Cinema e territorio: cultura e turismo” alla presenza di autorevoli personalità istituzionali e del mondo più rappresentativo della Settima Arte.

Matera è Fiera

La Capitale Europea della Cultura si prepara a ospitare l'evento fieristico "Matera è Fiera", giunto ormai alla sua VII edizione si svolgerà dal 31 agosto al 4 settembre 2016, in Piazza della Visitazione nella città dei sassi.
La manifestazione sarà caratterizzata da una variegata offerta espositiva, dalla presenza di diversi servizi sempre più idonei alle esigenze imprenditoriali attuali. La crescita e lo sviluppo delle aziende è da sempre mission dell'evento fieristico, occasione unica per accrescere la voglia di confrontarsi e conoscere i nuovi competitors. "Matera è Fiera 2016” ha assunto un respiro nazionale grazie alla presenza di espositori provenienti dalla Puglia, Campania, Calabria, Sicilia, Lombardia, Lazio, Friuli e naturalmente dalla Basilicata. Per la prima volta la manifestazione ospiterà un'azienda tedesca, segno di apertura sull’Europa e novità assoluta. Un altro motivo per non perdere assolutamente questo momento è la presentazione delle eccellenze della zootecnia lucana. Grazie alla preziosa quanto imprescindibile collaborazione con l'ARA (Associazione Regionale degli Allevatori), saranno presentate le razze autoctone del territorio, che identificano le eccellenze del settore zootecnico nonché volano di crescita, promozione e sviluppo di un comparto destinato a ricoprire un ruolo primario e strategico per l'economia della regione.  Nell'area adiacente Piazza della Visitazione saranno allocati, in appositi box, bovini, ovini, suini, caprini ed equini rappresentanti le eccellenze del settore e, nel contempo, gli allevatori proporranno momenti didattici per illustrare le peculiarità di ogni razza, l'utilizzo di e la commercializzazione dei prodotti”. Ovviamente, come da tradizione, non mancheranno numerosi spettacoli, che allieteranno le serate. "Matera è Fiera” potrà vantare la finale regionale delle selezioni per Miss Europa 2016 che si svolgerà nella giornata inaugurale di mercoledì 31 agosto. Durante le serate il pubblico potrà ascoltare artisti di fama internazionale e nella serata finale applaudire cantare e ballare lo spettacolare gruppo nazionale dei “Sud Sound System."

Matera è Fiera

La Capitale Europea della Cultura si prepara a ospitare l'evento fieristico "Matera è Fiera", giunto ormai alla sua VII edizione si svolgerà dal 31 agosto al 4 settembre 2016, in Piazza della Visitazione nella città dei sassi.
La manifestazione sarà caratterizzata da una variegata offerta espositiva, dalla presenza di diversi servizi sempre più idonei alle esigenze imprenditoriali attuali. La crescita e lo sviluppo delle aziende è da sempre mission dell'evento fieristico, occasione unica per accrescere la voglia di confrontarsi e conoscere i nuovi competitors. "Matera è Fiera 2016” ha assunto un respiro nazionale grazie alla presenza di espositori provenienti dalla Puglia, Campania, Calabria, Sicilia, Lombardia, Lazio, Friuli e naturalmente dalla Basilicata. Per la prima volta la manifestazione ospiterà un'azienda tedesca, segno di apertura sull’Europa e novità assoluta. Un altro motivo per non perdere assolutamente questo momento è la presentazione delle eccellenze della zootecnia lucana. Grazie alla preziosa quanto imprescindibile collaborazione con l'ARA (Associazione Regionale degli Allevatori), saranno presentate le razze autoctone del territorio, che identificano le eccellenze del settore zootecnico nonché volano di crescita, promozione e sviluppo di un comparto destinato a ricoprire un ruolo primario e strategico per l'economia della regione.  Nell'area adiacente Piazza della Visitazione saranno allocati, in appositi box, bovini, ovini, suini, caprini ed equini rappresentanti le eccellenze del settore e, nel contempo, gli allevatori proporranno momenti didattici per illustrare le peculiarità di ogni razza, l'utilizzo di e la commercializzazione dei prodotti”. Ovviamente, come da tradizione, non mancheranno numerosi spettacoli, che allieteranno le serate. "Matera è Fiera” potrà vantare la finale regionale delle selezioni per Miss Europa 2016 che si svolgerà nella giornata inaugurale di mercoledì 31 agosto. Durante le serate il pubblico potrà ascoltare artisti di fama internazionale e nella serata finale applaudire cantare e ballare lo spettacolare gruppo nazionale dei “Sud Sound System."

Matera è Fiera

La Capitale Europea della Cultura si prepara a ospitare l'evento fieristico "Matera è Fiera", giunto ormai alla sua VII edizione si svolgerà dal 31 agosto al 4 settembre 2016, in Piazza della Visitazione nella città dei sassi.
La manifestazione sarà caratterizzata da una variegata offerta espositiva, dalla presenza di diversi servizi sempre più idonei alle esigenze imprenditoriali attuali. La crescita e lo sviluppo delle aziende è da sempre mission dell'evento fieristico, occasione unica per accrescere la voglia di confrontarsi e conoscere i nuovi competitors. "Matera è Fiera 2016” ha assunto un respiro nazionale grazie alla presenza di espositori provenienti dalla Puglia, Campania, Calabria, Sicilia, Lombardia, Lazio, Friuli e naturalmente dalla Basilicata. Per la prima volta la manifestazione ospiterà un'azienda tedesca, segno di apertura sull’Europa e novità assoluta. Un altro motivo per non perdere assolutamente questo momento è la presentazione delle eccellenze della zootecnia lucana. Grazie alla preziosa quanto imprescindibile collaborazione con l'ARA (Associazione Regionale degli Allevatori), saranno presentate le razze autoctone del territorio, che identificano le eccellenze del settore zootecnico nonché volano di crescita, promozione e sviluppo di un comparto destinato a ricoprire un ruolo primario e strategico per l'economia della regione.  Nell'area adiacente Piazza della Visitazione saranno allocati, in appositi box, bovini, ovini, suini, caprini ed equini rappresentanti le eccellenze del settore e, nel contempo, gli allevatori proporranno momenti didattici per illustrare le peculiarità di ogni razza, l'utilizzo di e la commercializzazione dei prodotti”. Ovviamente, come da tradizione, non mancheranno numerosi spettacoli, che allieteranno le serate. "Matera è Fiera” potrà vantare la finale regionale delle selezioni per Miss Europa 2016 che si svolgerà nella giornata inaugurale di mercoledì 31 agosto. Durante le serate il pubblico potrà ascoltare artisti di fama internazionale e nella serata finale applaudire cantare e ballare lo spettacolare gruppo nazionale dei “Sud Sound System."

PRESENTAZIONE LIBRO FRANCESCA SASSANO

Venerdì 27 maggio, alle 18.00, nella Sala dell'Arco del Palazzo della città di Potenza, sarà presentato il libro di Francesca Sassano "Lei stava lì" Florence Art Edizioni. L'autrice, avvocato di Potenza con alle spalle svariate pubblicazioni di carattere giuridico, nel testo affronta il delicato tema dei Desaparecidos. "La spoliazione dei beni che abbiamo subito, tutti, con il saccheggio delle nostre case e dei nostri oggetti, comprendeva anche inostri figli" - scrive Sassano nel volume che mette in luce il dramma di tante madri argentine alle quali sono stati sottratti i figli brutalmente nel periodo compreso tra il 1976 e il 1983. All'iniziativa promossa dal Circolo Spaventa Filippi parteciperanno: Angela Maria  Salvatore, Direttore responsabile della rivista Leukanikà; Santino Bonsera, Presidente del Circolo Spaventa Filippi; Nicola Lisanti, storico e giornalista; Ermenegildo Caccese, Docente presso l'Università di>Basilicata e Rocco Galasso, Direttore del Centro Studi "R. Danzi", a concludere l'incontro saranno il Sindaco di Potenza Dario De Luca e l'Assessore alla Cultura Roberto Falotico. 

Soprintendenza belle arti e paesaggio della Basilicata

Per celebrare il centenario della prima guerra mondiale, il Servizio educativo della Soprintendenza belle arti e paesaggio della Basilicata ha promosso e realizzato con gli studenti della Scuola secondaria di 1° grado dell’Istituto comprensivo “A. Busciolano”di Potenza il progetto sui Parchi e Giardini storici denominato "Memoria e identità": il Parco della Rimembranza di Potenza". L’obiettivo primario del progetto è stato quello di sviluppare negli studenti il senso di responsabilità e di rispetto nei confronti del patrimonio culturale e nello specifico degli spazi verdi presenti nel proprio territorio comunale, quali espressione di civiltà, creatività e sapere, insieme alla consapevolezza della propria memoria storica e della propria identità culturale. I Parchi e Viali della Rimembranza furono istituiti nel 1922, su proposta dell’allora sottosegretario di Stato per la Pubblica Istruzione, Dario Lupi, per commemorare i caduti della Grande guerra 1915-1918 e, successivamente, con la legge n. 559 del 21 marzo 1926, dichiarati “pubblici monumenti”. Attraverso la conoscenza e lo studio della Villa comunale di Santa Maria, dove nei primi mesi del 1923 fu realizzato il Parco della Rimembranza cittadino, si è fornito agli studenti lo spunto per riflettere sul valore dei beni culturali e sull’importanza che questi rivestono per il progresso civile e sociale di una comunità, che in essi trova le tracce della propria storia. Con il recupero della memoria storica di un’esperienza legata alla commemorazione dei caduti della Grande guerra ai più sconosciuta, compiuto attraverso l’attento lavoro di ricerca condotto dagli studenti, il luogo che per alcuni decenni è stato il Parco della Rimembranza di Potenza rappresenta, allo stesso tempo, la testimonianza tangibile dell’immane follia della guerra e l’omaggio più autentico al ricordo e al sacrificio di tutte le sue vittime. Gli studenti della Scuola secondaria di 1° grado dell’Istituto comprensivo “A. Busciolano” di Potenza presentano i risultati del progetto martedì 7 giugno 2016 alle ore 10.30 presso la Villa comunale di Santa Maria, PROGETTO PARCHI E GIARDINI STORICI MEMORIA E IDENTITÀ: IL PARCO DELLA RIMEMBRANZA DI POTENZA Potenza – Villa comunale di Santa Maria 7 giugno 2016, ore 10.30

IL RITMO DEI FRESCHI LAZZI & SPILLI

  1. Due parole su di voi ai lettori? Ciao, piacere di conoscervi, siamo un gruppo e facciamo musica, ci chiamiamo Freschi Lazzi & Spilli. Questa è la presentazione per pigri, chi ha poco tempo per leggere può saltare direttamente alla prossima risposta. A chi invece ha voglia di saperne ancora, diciamo che la musica che facciamo è musica nostra, di genere non troppo definito, diciamo dalle parti del pop, nei vicoli intorno alla piazza principale, con uno sguardo alla periferia. Se non vi è chiaro, vorremmo rassicurarvi: essere vaghi e misteriosi nelle interviste è tra le cose che più ci diverte.
  2. Come è nato il vostro gruppo? Il nostro gruppo è nato da una condivisione, una serata divisa tra Freschi e gli Out of Bounds (cioè i Lazzi & Spilli) più di sei anni fa. Siamo affezionati all’idea del palco per molti, ci sentiamo a casa nel varietà, e vogliamo bene agli altri artisti, anche quando sono odiosi e si prendono tutte le bottigliette d’acqua del camerino per far dispetto.
  3. Vi siete presentati a Sanremo e con grande soddisfazione, siete arrivati in finale nella sezione “Nuove Proposte”, come avete vissuto quest’esperienza televisiva? Ci siamo sentiti come bambini che giocano a fare un mestiere, ci siamo mischiati tra i professionisti e abbiamo capito che scrivere e suonare si chiama “produzione”, dire sempre qualcosa è “ufficio stampa”, e che è bene fingere di conoscere tutte le persone che ti vengono nominate (“Ho lavorato per anni con Arturo Marcovaldo…” “Ah, come no, Arturo!”). Comunque la televisione ha un fascino magico, di magia anche un po’ nera, che è oggettivamente innegabile.
  4. Come pensate di far divertire i vostri sostenitori? Non prendersi sul serio è un atteggiamento, un modo di essere, è la cosa che davvero ci accomuna, più dei gusti musicali, più delle aspirazioni personali. Suonare insieme non è l’unica cosa che facciamo, e questo ci permette di essere leggeri, di guardare alla nostra sala prove come a una sala giochi, non un ufficio. Ma non è un segreto, non ne facciamo mistero. Il nostro vero segreto riguarda una bizzarra abitudine di Luca Cappelli, il nostro tastierista, ma è un segreto.
  5. Cosa vi distingue nella produzione di un brano? Ogni processo creativo si muove secondo dei vincoli e dei gradi di libertà, e il caso di “Abbraccialo per me”: avevamo una tematica, un titolo, e per il resto carta bianca. Dopo una stesura intuitiva abbiamo discusso il testo con il regista Vittorio Sindoni, in modo che il brano calzasse perfettamente alla sua storia.
  6. “Abbraccialo per me” è la colonna sonora dell'omonimo film di Vittorio Sindoni, film forte e profondo, che narra del legame indissolubile di una madre con suo figlio, affetto da disturbo mentale. Come è stato per voi prendere parte ad un progetto cinematografico? E’ stata una novità, prendere parte a un’opera collettiva, un formicaio pieno di gente indaffarata a raggiungere il bello, il meglio che si può. Abbiamo capito che il lavoro di ognuno può cambiare il risultato, è stata una grande scuola di sguardo al dettaglio. E abbiamo affinato il nostro siciliano: adesso riusciamo a parlarlo senza sembrare degli italoamericani di terza generazione.
  7. State lavorando a un nuovo disco? quando sarà il vostro prossimo concerto? I prossimi mesi saranno quasi del tutto dedicati alla registrazione del nostro nuovo disco, ma non ci faremo mancare qualche live, così, giusto per non perdere l’allenamento. Se volete informazioni più precise riguardo la nostra posizione, possiamo con una certa sicurezza dire “centro-sud”.
  8. Quali sono i contatti per seguirvi? Cercate Freschi Lazzi & Spilli su facebook, twitter, youtube e instagram. Siamo ovunque, come il polline.

 

 

 

 

 

 

Crazy fashion per la Primavera- Estate 2016

Per donne non troppo sdolcinate sono i trend della primavera /estate 2016. Total look dai motivi floreali, stampe a righe, figure geometriche, decori tridimensionali, motivi animalier e tonalità multicolor riporteranno l’allegria. Si abbandonano, i colori freddi dell’inverno, per dare spazio a bouquet di fiori dalle tonalità pastello, allo stile marinaro con tinte blu profondo, si dona spazio alle stampe a righe che si presentano sia coloratissime che nella classica variante bianca e blu. La nuova moda, s’ispira alla Spagna in forme e colori ma non abbandona la classica ed elegante combinazione del tailleur black end white e la rivisitazione del caro e vecchio denim. Il plissettato e i volant arricchiscono abiti dal sapore vintage e dalle forme extra-large. Saranno mini i pull e i gilet su gonne e pantaloni e non più di moda saranno minigonne o scollature pronunciate. Nella prossima stagione, saranno le spalle ad essere scoperte e si privilegerà, il vedo non vedo, grazie all’ uso di trame in rete. Le catene e le frange diventeranno i must have della stagione, infatti adorneranno abiti, maglie, pantaloni, accessori e gioielli. Maxi borse e grandi orecchini dalle forme geometrici, spesso in colori accessi saranno i principali trend di stagione. Tornerà di moda il color oro e l’argento nonché le paillettes su abiti lunghi e maglie. Per avere un perfetto look, un dettaglio da non trascurare è la cintura, ideale per segnare il punto vita e creare giochi di colore. Ovviamente non passano mai inosservati i vertiginosi tacchi per serate perfette, o le semplici ballerine ma anche le sneakers in versione alta cambiano, vengono impreziosite con raso e inserti in oro, un vero e prorpio revival degli anni '80. Poi con l’uso spassionato di fiocchi e applicazioni di fiori sulle pettinature, la moda primavera-estate sarà davvero crazy.

 

 

Crazy fashion per la primavera- estate 2016

Per donne non troppo sdolcinate sono i trend della primavera /estate 2016. Total look dai motivi floreali, stampe a righe, figure geometriche, decori tridimensionali, motivi animalier e tonalità multicolor riporteranno l’allegria. Si abbandonano, i colori freddi dell’inverno, per dare spazio a bouquet di fiori dalle tonalità pastello, allo stile marinaro, con tinte blu profondo, tornano in uso le stampe a righe che si presentano sia coloratissime sia nella classica variante bianca e blu. La nuova moda, s’ispira alla Spagna in forme e colori ma non abbandona la classica ed elegante combinazione del tailleur black end white e la rivisitazione del caro e vecchio denim. Il plissettato e i volant arricchiscono abiti dal sapore vintage e dalle forme extra-large. Saranno mini, i pull e i gilet da abbinare su pantaloni e gonne, non più di moda saranno minigonne o scollature pronunciate, nella prossima stagione, a scoprirsi saranno le spalle e si privilegerà, il vedo non vedo, grazie all’ uso di trame in rete. Le catene e le frange diventeranno i must have della stagione, infatti adorneranno abiti, maglie, pantaloni, accessori e gioielli. Maxi borse e grandi orecchini dalle forme geometrici, spesso in colori accessi saranno i principali trend di stagione. Tornerà di moda il color oro e l’argento nonché le paillettes su lunghi abiti. Per avere un perfetto look, un dettaglio da non trascurare è la cintura, ideale per segnare il punto vita e creare giochi di colore. Ovviamente, non passano mai inosservati vertiginosi tacchi per serate perfette, o le semplici ballerine ma anche le sneakers, in versione alta, vengono impreziosite con raso o inserti in oro. Con l’uso spassionato di fiocchi e applicazioni di fiori sulle pettinature, la moda primavera-estate sarà davvero crazy.

STANDING OVATION PER UN TALENTUOSO CHITARRISTA

Troppo bravo il maestro Gianfranco Cloralio per restare sconosciuto. Un peccato non diffondere le sue idee, non ascoltare tanto talento. PERA MARCIA, con le sue edizioni musicali, ha prodotto con piacere il suo primo CD. Clorario è un chitarrista professionista, un’artista ambivalente sia in studio di registrazione che sul palco. Nei suoi concerti “Sugar Sound” - gruppo sempre della PERA MARCIA – lascia senza fiato per la sua straordinaria grinta e una favolosa tecnica chitarristica. Con incredibile naturalezza, Cloralio riesce a sbalordire e divertire il pubblico. Una straordinaria mente compositiva, rara e carismatica che entusiasma tutti e trasferisce passione e grinta ai suoi molteplici alunni. “Grande musicista e amico, sono fiero di averlo nella mia edizione e fra poco anche sulla distribuzione digitale DIGITAL RECORD, su tutte le piattaforme digitali in tutto il mondo. In bocca al lupo Maestro Cloralio e AD MAIORA SEMPER” -dice il suo amico e produttore- Enzo Polito. Ed è stata subito Standing Ovation per il talentuoso chitarrista che presto si potrà ascoltare su tutte le piattaforme digitali.

i

Sottoscrivi questo feed RSS

Meteo

Potenza

Ultime

Calendario Articoli

« Giugno 2024 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Area Riservata