Log in
A+ A A-
comunicati

comunicati

URL del sito web:

2° Conferenza Regionale sui diritti dei bambini e dei giovani

La cerimonia di  consegna degli attestati di merito ai giovani studenti del Liceo Artistico Musicale  di Potenza, che hanno collaborato alla manifestazione  del concorso per il logo del Garante e alla successiva rielaborazione del logo scelto, è stata l’occasione per il Garante dell’infanzia e dell’adolescenza di Basilicata, Vincenzo Giuliano, di commissionare ai ragazzi l’organizzazione della 2° Conferenza Regionale sui diritti dei bambini e dei ragazzi da tenersi nel prossimo autunno.

L’impareggiabile contributo di lavoro e creatività, già evidenziato dagli studenti in occasione della cerimonia di premiazione a suo tempo svoltasi nel teatro Stabile del  capoluogo, è stato rivissuto nell’incontro di mercoledì u.s., forse meno formale ma sempre coinvolgente, nei locali della scuola alla presenza del Preside,  dei professori e del personale dell’Istituto. Nel corso della cerimonia gli allievi, magistralmente seguiti dai loro docenti, hanno dato grande prova di bravura e passione per l’arte allietando i convenuti con l’esecuzione di brani musicali che andavano, in un armonico continuum, da brani di musica classica come la sonatina op.163 a quattro mani di Diabelli a brani di musica più contemporanea come la Swing  Melody per timpani e percussioni, rimovendo per tutta la durata dell’incontro quella seriosità degli eventi ufficiali che molto spesso fa dimenticare la vera essenza dell’avvenimento.

Il Garante ha espresso la propria soddisfazione per questo incontro che, pur nella sua semplicità,  ha dato una ulteriore conferma nella fede nelle nuove generazioni e certamente maggiore fiducia nel guardare al futuro della nostra società, sottolineando che “l’investimento più saggio per il nostro futuro è l’educazione, che non è un semplice prodotto sociale bensì il vero motore del cambiamento”.

Le dinamiche della relazione genitore figlio spiegate dal CAD PZ Capoluogo

Sabato 2 Aprile presso la sede del Cad Pz Capoluogo si è tenuto un seminario dal titolo “ Diventare genitori: la realtà delle aspettative ˮ promosso dal Dipartimento Psicologia del CAD  di Potenza. Le psicologhe e psicoterapeute Maria Teresa Muscillo e Fabiola Santicchio hanno descritto le dinamiche caratterizzanti il processo di genitorialità, con un approfondimento delle reciproche aspettative nella relazione genitore- figlio e della gestione delle difficoltà che ingenerano meccanismi di rottura del rapporto con le figure genitoriali.

In primo luogo si è messo in luce, la necessità  di non rimuovere i propri vissuti perché recidere le proprie radici non aiuta a proiettarsi con fiducia e consapevolezza nel futuro, né a vivere serenamente il presente.

Un ruolo essenziale nelle dinamiche della genitorialità è svolto dalle fantasie, consapevoli e non, che plasmano  la nostra percezione della realtà. Come sottolineato dalla dott.ssa Muscillo “ queste fantasie sono l’anticamera di aspettative che il futuro genitore nutre nei confronti dei futuri e differenti ruoli svolti dai vari membri all’interno del nucleo familiare, e si tratta di un ciclo che si riverbera, in quanto le aspettative generano i ruoli e viceversa ˮ.

Le aspettative dei genitori verso i figli riguardano anche l’identità di genere ( l’essere maschio o femmina ) e quelle disattese, ossia che il genitore ha nutrito su di sé in passato e che non è riuscito a soddisfare : “ il figlio che percepisce di non essere come i propri genitori vorrebbero che fosse, nutre un crescente senso di frustrazione, in quanto non è in grado di concretizzare le aspettative genitoriali percepite come estranee al suo essere più autentico e profondo ˮ. Si è pertanto sottolineato la necessità di favorire un processo di differenziazione che dura tutta la vita e volta a riscoprire la propria unicità. Come ha sostenuto Massimo Recalcati i vissuti sono risorse e non limiti. Pertanto, si deve cercare di accettare quelle che sono state eventuali mancanze affettive da parte di uno o entrambi i genitori riappropriandosi  dei modelli di riferimento più consoni alla propria personalità e integrandoli con i desideri e i bisogni dell’oggi, in un costante dialogo tra le aspettative  e le esigenze individuali e quelle delle figure genitoriali ˮ.

In tale ottica è decisiva la categoria del perdono per quelle che riteniamo siano state mancanze affettive perché il riconoscimento e l’accettazione degli errori altrui sono tappe essenziali per accettare sé stessi ed essere liberi interiormente.

La dott.ssa Fabiola Santicchio si è soffermata sul concetto di risonanza emotiva,  ossia la capacità di comprendere gli stati d’animo altrui. Un bambino che ha fame non è consapevole di esserlo sebbene avverta uno stato di attivazione psico-fisico negativo spesso osservabile in termini di terrore  che va regolato attivando uno stato positivo che soddisfi il suo bisogno ˮ.

La capacità di comprendere le esigenze affettive dei figli spesso sfuma con il tempo, in quanto diventano preponderanti le aspettative e i giudizi che si nutrono nei loro confronti; basti pensare a quelle madri, che in presenza di un attacco di panico da parte del figlio manifestano a loro volta un simile stato emotivo.

Come far fronte ad una mancanza affettiva nella vita di tutti i giorni ? Non solo nella relazione genitore- figlio ma anche nei rapporti interpersonali quotidiani  per accettare una mancanza bisogna vedere quello che c’è di buono in essa, come se fosse una forma di apprendimento. Fare pace con il proprio bagaglio emotivo accettando serenamente eventuali mancanze da parte di chi avrebbe ma non ha voluto o non è riuscito a cogliere i nostri bisogni più profondi.

Gocce d’autore presenta il libro del jazzista D’Errico

Fuor di metafora. Sette osservazioni sull'improvvisazione musicale è il titolo del libro scritto da Francesco D’Errico, edito da Editoriale Scientifica, collana Punto org, che il Circolo culturale Gocce d'autore e l’associazione musicale Tumbao School presenteranno venerdì 11 marzo presso la Sala convegni del Museo archeologico provinciale “M. Lacava” di Potenza, in collaborazione con la libreria Ermes e Mondadori del capoluogo lucano. Il libro contiene sette osservazioni sull'improvvisazione musicale che spaziano dall'esperienza al pensiero, dal metodo alle azioni della vita quotidiana. La presentazione del libro sarà l'occasione per un dibattito a più voci sull'improvvisazione, paradosso e archetipo che molto ha da insegnare a tutti noi.

Due i momenti in programma. Il primo, in collaborazione con l’Apofil Provincia di Potenza, si terrà nella mattinata dalle 8,30, alle 13,30 con gli studenti dell’Istituto Professionale Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera “U. Di Pasca” di Potenza. La partecipazione all’iniziativa del Circolo culturale Gocce d’Autore rientra nelle attività dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (I&FP) organizzati da Apofil in stretta collaborazione con gli Istituti Scolastici Tecnici e Professionali della Provincia di Potenza. I percorsi I&FP si collocano nel sistema di Offerta Sussidiaria Integrativa che ha tra le sue finalità quella di contrastare la dispersione scolastica con il conseguimento di una qualifica professionale e attraverso il concreto reinserimento del drop-out all’interno del circuito scolastico. 140 gli allievi che prenderanno parte ad un evento culturale di rilievo che consentirà loro di condividere un momento formativo basato sulla creatività e sull'apprendimento emotivo, elementi fondamentali per l’acquisizione di competenze trasversali e per l’apertura all’autoimprenditorialità.

Nel pomeriggio, alle 16,30, la presentazione si rivolgerà ad un pubblico eterogeneo con la partecipazione dell’autore Francesco D'Errico, noto jazzista e compositore, docente presso il Conservatorio "G. Martucci" di Salerno, di Mauro Maldonato, psichiatra e professore di Psicopatologia Generale presso l’Università degli studi della Basilicata e Visiting professor presso l’Universidade de São Paulo, Pontificia Universidade Catolica de São Paulo e presso la Duke University, di Marco De Tilla, musicista e di Giuseppe Romaniello Direttore Generale Apofil. Modera la giornalista Eva Bonitatibus.

Eva Bonitatibus

Risultato storico per l'Anpas di Basilicata

Storico risultato per l' Anpas, Associazione Italiana delle Pubbliche Assistenze, che grazie all'elezione di Egidio Ciancio, vice presidente del Csv Basilicata, è ora rappresentato in tutti gli organismi regionali del Terzo Settore. La recente nomina si aggiunge a quelle occorse nei mesi scorsi tra cui quella di Gianni Russo della Pubblica Assistenza di Picerno come componente dell'Osservatorio Lucano sul volontariato o quella di Carmine Lizza della Pubblica Assistenza di Villa D'Agri alla Consulta Regionale della Protezione Civile Basilicata. Le diverse elezioni testimoniano il lavoro che da anni ANPAS esercita sul territorio in tema di Pubblica Assistenza e l'apporto fornito al mondo del volontariato, non solo lucano. 

Si chiama invece Rifiuti Zero il nuovo evento organizzato da Anpas per fine mese presso una scuola elementare del Comune di Latronico, e che si affiancherà  a progetti già   esistenti quali Io non rischio, campagna di comunicazione su rischio sismico, alluvione e maremoto che ha avuto invece un eco ed una diffusione nazionale 

DOBBIAMO DIFENDERE LE NOSTRE RADICI CRISTIANE

In merito al recente, lungo e complesso Consiglio Regionale di giovedì 3, che votava i vari articoli dello Statuto e gli emendamenti proposti agli stessi dai vari Consiglieri, è intervenuta  anche l’Associazione dei Liberi e Forti di Basilicata con il suo Presidente, Pino Nigro. In modo particolare ha ricordato il gran valore che ricopre l’Art 5, quello che, nei principi generali, parla “dell’uguaglianza, la persona e la solidarietà”, proprio in ambito statutario. E lo ha fatto sottolineando il momento particolare in cui, analizzando l’emendamento a tale articolo 5, proposto dal Consigliere Pace, che chiedeva l’inserimento “in aderenza alle radici cristiane” nello stesso, si è scatenato un duro confronto tra i consiglieri, fino a far passare lo stesso Pace come “una sorta di crociato pronto a sbandierare tali radici che, a ben guardare, a detta dei più e come ha poi confermato la votazione dello stesso emendamento, con la votazione, sembra non concernere noi e la Basilicata”. Un qualcosa che ha preoccupato la stessa associazione che ha voluto dire il suo pensiero in merito. “Ci ha molto sorpreso tale comportamento, dal momento che le radici cristiane sono insite al nostro essere lucani  – ha continuato Nigro – e ritenevo che fosse doveroso che in tanti sostenessero tale tesi, non  guardando a chi l’ avesse proposto, ma al fatto che, ritengo, dobbiamo essere sempre in prima linea nel difendere la nostre radici, in ogni caso e da ogni attacco ad esse arrivi,  mentre abbiamo assistito a tanta avversione e non riusciamo a farcene una ragione”.

                                                                           Giuseppe Nigro

Eventi Natale 2015, pubblicato l’avviso

Il Comune ha pubblicato un avviso per acquisire manifestazioni di interesseper la realizzazione di attività collaterali da inserire negli ‘Eventi del Natale 2015’, “finalizzate all’arricchimento dell’offerta culturale e ricreativa nel periodo natalizio” spiega l’assessore alla Cultura, Annalisa Percoco. Possono presentare istanza, corredata da relativa proposta progettuale dell’attività che si intende realizzare, tutti i soggetti pubblici e/o privati singoli o in raggruppamento, proponenti realizzazione di eventi, laboratori, incontri culturali, workshop, rassegne, manifestazioni, in sintonia con attività del periodo natalizio. In particolare  sono individuate le seguenti sezioni: 1. La favola del Natale nelle scuole cittadine, 2. Il Natale della Musica Sacra, 3. Le strade del Natale (artisti di strada), 4. Il Natale dello Sport, 5. La magia del Natale (spettacoli di magia ecc.), 6. Le tradizioni del Natale (cultura popolare, strumenti della tradizione e sapori della tradizione ) 7. Sulle arie del Natale (musica gospel, jazz, blues, ecc.) Natale è Solidarietà . Le manifestazioni si svolgeranno: nelle piazze e slarghi del centro storico cittadino, a esclusione di Piazza Mario Pagano nel periodo interessato dai Mercatini di Natale dall’8 al 31 dicembre 2015 e dal Villaggio di Babbo Natale e dalla Casetta della Befana sino al 6 gennaio 2016; nella piazza Santa Lucia a eccezione dei giorni interessati dai festeggiamenti organizzati dalla Confraternita che questo anno vengono anticipati dall’11 al 12 dicembre. Inoltre, verranno presi in considerazione, tutti i progetti che si intendono realizzare nei quartieri della città, con particolare attenzione alle piazze centrali dei vari quartieri e i parchi cittadini. Ssaranno prese in considerazione ulteriori proposte di eventi da svolgersi negli spazi dei contenitori culturali, compatibilmente con le iniziative già programmate. I soggetti interessati, tramite apposito modulo (allegato all’avviso reperibile sul sito internet www.comune.potenza.it), devono far pervenire la propria manifestazione di interesse con allegata la proposta progettuale, articolata nel seguente modo: descrizione del progetto; eventuali esperienze maturate dal soggetto proponente inerenti la progettazione e/o la realizzazione di eventi e manifestazioni; articolazione temporale ed eventuale ripetizione dell’evento; fascia di età interessata; persone interessate (anziani, persone con disabilità, ecc.); valorizzazione di prodotti e/o tradizioni locali; preferenza di date per la realizzazione. Le proposte saranno valutate da apposita commissione giudicatrice. Le domande devono pervenire entro e non oltre le ore 13.30 del giorno 30 novembre  2015 con le seguenti modalità (farà fede il timbro di accettazione):

  • a mezzo raccomandata a.r. indirizzata a: Comune di Potenza – Ufficio Cultura - Piazza G. Matteotti 85100 POTENZA;
  • a mezzo di posta elettronica certificata al seguente indirizzo mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ;
  • a mezzo corriere privato;
  • consegnata a mano presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Potenza – piazza Matteotti (dal lunedi al venerdi ore 8.30/13.30 – martedi e giovedi 16.00/18.45)

Entro il 4 dicembre 2015 verrà stilata la graduatoria delle proposte ammesse, pubblicandola sul sito istituzionale www.comune.potenza.it, e sarà comunicata, a mezzo posta elettronica o fax, ai soggetti proponenti ammessi l’accettazione del relativo progetto. Informazioni sull’iniziativa saranno pubblicate sul sito web del Comune di Potenza. Ulteriori notizie potranno essere richieste all’Ufficio Cultura del Comune di Potenza – via Nazario Sauro (Palazzo della Mobilità)– tel. 0971 415106 – e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Tutti i costi relativi alla realizzazione delle proposte progettuali saranno a totale carico dei soggetti proponenti. L’Amministrazione Comunale di Potenza metterà gratuitamente a disposizione gli spazi pubblici, i contenitori culturali oltre all’affissione gratuita.

Prestigioso riconoscimento per l'Ufficio Scolastico di Basilicata

L’Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata, è impegnato fin dal 2011 nella ricerca e prevenzione dello stress lavoro-correlato nelle scuole, attraverso una commissione interistituzionale che ha visto anche la partecipazione dell’INAIL, della Regione, delle ASL, della Consigliera Regionale di Parità, dell’Ordine Regionale degli Psicologi, delle Organizzazioni Sindacali, di un magistrato ed esperti di varia provenienza, e coordinato dall’Ing. Pasquale Costante, responsabile dell’Ufficio Tecnico di Coordinamento Regionale per la Sicurezza nelle istituzioni scolastiche

Grazie al lavoro svolto in questi anni, è stato elaborato un metodo originale di valutazione del rischio stress lavoro correlato nelle scuole. Tale metodologia ha ottenuto il riconoscimento di “buona pratica” ed è stata premiata il 29 ottobre 2015, durante la Cerimonia di chiusura della Campagna europea “Insieme per  la prevenzione e la gestione dello stress lavoro-correlato”, promossa dall’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA).

Analogo riconoscimento è stato assegnato ad altre aziende e organizzazioni che hanno apportato contributi eccezionali e innovativi  per la gestione efficace dello stress e dei rischi psicosociali sul lavoro.

L’innovazione introdotta dall’USR Basilicata riguarda la realizzazione di una metodologia del tutto originale che individua e assegna un diverso valore ai fattori di rischio stress lavoro-correlato nella scuola, coinvolge fin dall’inizio tutti i lavoratori nella valutazione, consente di tener conto di eventuali discriminazioni di genere, in modo da pervenire ad una valutazione di genere del rischio stress lavoro-correlato.

Il metodo si avvale di un supporto informatico disponibile gratuitamente dalle scuole che ne fanno richiesta, sul sito http://www.utsbasilicata.it

 Lo stesso è già stato adottato dall’87% delle scuole della Basilicata, con il coinvolgimenti di circa 9.300 lavoratori, e da oltre 100 scuole della regione Puglia.

All’USR Basilicata è stato assegnato anche un secondo riconoscimento, come “Partner nazionale” della campagna ambiente di lavoro sani e sicuri 2014-15.

 

                                                       IL DIRIGENTE

                                                       Claudia DATENA

L’Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata, è impegnato fin dal 2011 nella ricerca e prevenzione dello stress lavoro-correlato nelle scuole, attraverso una commissione interistituzionale che ha visto anche la partecipazione dell’INAIL, della Regione, delle ASL, della Consigliera Regionale di Parità, dell’Ordine Regionale degli Psicologi, delle Organizzazioni Sindacali, di un magistrato ed esperti di varia provenienza, e coordinato dall’Ing. Pasquale Costante, responsabile dell’Ufficio Tecnico di Coordinamento Regionale per la Sicurezza nelle istituzioni scolastiche

Grazie al lavoro svolto in questi anni, è stato elaborato un metodo originale di valutazione del rischio stress lavoro correlato nelle scuole. Tale metodologia ha ottenuto il riconoscimento di “buona pratica” ed è stata premiata il 29 ottobre 2015, durante la Cerimonia di chiusura della Campagna europea “Insieme per  la prevenzione e la gestione dello stress lavoro-correlato”, promossa dall’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA).

Analogo riconoscimento è stato assegnato ad altre aziende e organizzazioni che hanno apportato contributi eccezionali e innovativi  per la gestione efficace dello stress e dei rischi psicosociali sul lavoro.

L’innovazione introdotta dall’USR Basilicata riguarda la realizzazione di una metodologia del tutto originale che individua e assegna un diverso valore ai fattori di rischio stress lavoro-correlato nella scuola, coinvolge fin dall’inizio tutti i lavoratori nella valutazione, consente di tener conto di eventuali discriminazioni di genere, in modo da pervenire ad una valutazione di genere del rischio stress lavoro-correlato.

Il metodo si avvale di un supporto informatico disponibile gratuitamente dalle scuole che ne fanno richiesta, sul sito http://www.utsbasilicata.it

 Lo stesso è già stato adottato dall’87% delle scuole della Basilicata, con il coinvolgimenti di circa 9.300 lavoratori, e da oltre 100 scuole della regione Puglia.

All’USR Basilicata è stato assegnato anche un secondo riconoscimento, come “Partner nazionale” della campagna ambiente di lavoro sani e sicuri 2014-15.

 

                                                       IL DIRIGENTE

                                                       Claudia DATENA

“Grasso che Cola” si presenta a Potenza, alla libreria Ermes

Il contraddittorio ruolo dei partiti e del sistema politico italiano e i suoi innumerevoli paradossi. Il malcostume dilagante. Ma anche il “problematico” rapporto giovani e lavoro. L’avvento dei social, la loro pervasività di genere e la conseguente mutazione genetica della moderna comunicazione di massa. E ancora, la difficile convivenza dei lucani col petrolio. In breve, i fatti e i misfatti recenti e meno recenti della vita pubblica (italiana e non) riletti in chiave umoristica dal giornalista Antonio Grasso e raccolti in un libro dal titolo “Grasso che Cola”, pubblicato da Zaccara Editore. “Un libro – come sottolinea in prefazione il giornalista e filmmaker, Salvatore Verde – davvero inusuale nel panorama editoriale lucano e non solo”. Una raccolta di battute e aforismi che “vuol far riflettere, sdrammatizzando”, spiega Grasso. Il volume (pagg.112, euro 12), con vignetta di copertina del maestro Mario Bochicchio, sarà presentato mercoledì 11 novembre prossimo a Potenza, sul soppalco Hermaion della libreria Ermes, in viale Firenze 10. Start ore 18. Dialogano con l’autore Teresa Lettieri e Maria De Carlo.

Una passeggiata ecologica per ripulire le strade del capoluogo: la nuova iniziativa del Cad di Potenza

“Camminata In-Differente”

Una passeggiata ecologica per ripulire la città

Domenica 8 novembre – ore 15 - piazza V. Verrastro – Potenza

Alle 17 seminario sulla corretta gestione e raccolta dei rifiuti all’Auditorium di Santa Cecilia

 

Una passeggiata ecologica, per mostrare lo stato di abbandono di strade urbane più periferiche e allo stesso tempo informare e formare i cittadini sui vantaggi di una buona raccolta differenziata.

E’ la Walking Trash” letteralmente “Spazzatura in cammino”, organizzata dal CAD - Centro di Ascolto del Disagio di Potenza Capoluogo, costituito da un gruppo di professionisti eterogenei che hanno deciso di mettere a disposizione del territorio le proprie competenze e capacità con l’intento di tutelare e assistere tutti coloro che sentano la necessità di trovare una forma di ascolto al proprio disagio, offrendo prestazioni professionali diversificate a prezzi agevolati. La “Camminata In-Differente” – questo il nome dell’iniziativa - prevede la pulizia di un tratto di strada cittadino di Rione Poggio Tre Galli con appuntamento domenica 8 novembre a Potenza alle 15 in piazza V. Verrastro. A seguire, alle 17, presso l'Auditorium di Santa Cecilia, seminario sul tema della corretta gestione e raccolta dei rifiuti.

Dopo i saluti iniziali del sindaco di Potenza Dario De Luca e del presidente del Cad – Pz Mariateresa Muscillo, interverranno Roberto Sabatino, ideatore della giornata, Marco De Biasi, presidente di Legambiente Basilicata, Salvatore Masi, docente Unibas e Silvio Ascoli direttore dell’Acta. Conclude Rocco Coviello, assessore comunale all’Ambiente. L’incontro sarà moderato da Antonio Bixio e Salvatore Manfreda, entrambi docenti Unibas.

In linea con la filosofia del Cad, inteso come gruppo aperto dove ciascuno può offrire il proprio contributo e quindi al servizio di tutti i cittadini, l’intento è quello di svolgere un’azione psico-pedagogica che possa costituire un vero e proprio “modello operativo” da adottare per prendersi cura della propria città, responsabilizzando i cittadini verso azioni quotidiane volte al benessere collettivo. L’iniziativa, dunque, è rivolta sia ai cittadini affinché acquisiscano una corretta informazione sull’importanza della raccolta differenziata per il suo impatto ambientale e sociale, che alle istituzioni, affinché mettano in campo azioni politiche volte a una corretta gestione del sistema rifiuti e al mantenimento del decoro urbano.

Importante riconoscimento del Ministero dell' Istruzione per l' Ufficio Scolastico di Basilicata

Il metodo operativo per la  valutazione e gestione del rischio stress lavoro-correlato nella scuola, nell’ottica di genere, è già stato adottato in 137 scuole della Basilicata (87%, con il coinvolgimento di n.9300 lavoratori) e in oltre 100 scuole della Regione Puglia.

 

Il 29 ottobre 2015 a Roma, Villa Malta, Via di Porta Pinciana, durante la Cerimonia di chiusura della Campagna europea “Insieme per  la prevenzione e la gestione dello stress lavoro-correlato”, promossa dall’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) e coordinata a livello nazionale dal Focal Point Italia rappresentato dall’INAIL, è stato consegnato alla Direzione Regionale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata un riconoscimento di “buona pratica” per la realizzazione del  “Metodo di valutazione del rischio stress lavoro correlato nelle scuole ”, nella persona dell’ing. Pasquale Costante, responsabile Ufficio  Tecnico di Coord. Regionale Per La Sicurezza nelle Istituzioni Scolastiche (U.T.S.). Nel corso della cerimonia, inoltre, la dr.ssa Ester ROTOLI - Direttore Centrale Prevenzione INAIL, Manager Focal Point Italia EU-OSHA – ha consegnato anche un secondo riconoscimento all’USR Basilicata, come “Partner nazionale” della campagna ambiente di lavoro sani e sicuri 2014-15.

Il Premio europeo per le buone prassi 2014-2015, è stato riconosciuto alle  aziende o organizzazioni che hanno apportato contributi eccezionali e innovativi  per la gestione efficace dello stress e dei rischi psicosociali sul lavoro. I dettagli del loro eccezionale contributo saranno contenuti in una pubblicazione speciale che verrà ampiamente distribuita in tutta Europa e promossa attraverso il sito dell’EU-OSHA.

La metodologia premiata, avviata nel 2011 e ultimata nel 2014, è stata realizzata da un Gruppo di Lavoro Regionale, coordinato dall’ing. Pasquale Francesco Costante - e con la partecipazione dell’INAIL, della Regione, delle ASL, della Consigliera Regionale di Parità, dell’Ordine Regionale degli Psicologi, delle Organizzazioni Sindacali, di un magistrato ed esperti, tra cui la dr.ssa Cinzia Frascheri - Responsabile nazionale Cisl  salute e sicurezza sul lavoro e della Responsabilità Sociale delle Imprese – e l’ing. Domenico Mannelli - dirigente di ricerca INAIL , direttore dei Dipartimenti ISPESL di Basilicata e Calabria.

Muovendo da quanto realizzato dall’ISPESL  e da alcune reti di scuole del Veneto coordinate dal Gruppo di Lavoro regionale “SGS” (Sistema di Gestione e Sicurezza) del SiRVeSS,  è stata realizzata una metodologia completamente originale che individua e assegna un diverso valore ai fattori di stress lavoro-correlato nella scuola, fa partecipe dall’inizio tutti i lavoratori alla valutazione, consente di tenere conto di eventuali discriminazioni di genere e per la prima volta in assoluto di pervenire agevolmente ad una valutazione di genere del rischio stress lavoro-correlato. Il metodo si avvale di un supporto informatico messo gratuitamente a disposizione delle scuole che ne fanno richiesta e prevede a breve lo sviluppo di un nuovo software che consentirà la creazione di una banca dati a disposizione di tutti i ricercatori del settore.

Per ottenere il software è sufficiente collegarsi al sito http://www.utsbasilicata.it

 

 

Per info:

Tel. : 0971 443772

Cell. 340.6434224

Sottoscrivi questo feed RSS

Chi è online

Abbiamo 133 visitatori e nessun utente online

La Pretoria Social

Ora esatta

Cerca...

Che tempo fa?!

Potenza

Calendario Articoli

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      

Area Riservata

fb iconLog in with Facebook