Log in
A+ A A-

La Psicologia Ingenua

Noi esseri umani siamo per natura animali sociali: l'evoluzione ci ha resi dipendenti gli uni dagli altri per la soddisfazione dei nostri bisogni, compresi quelli più essenziali. La conseguenza ovvia di questo è che all'interno della società si è reso indispensabile acquisire conoscenze dagli altri e mettere in comune le proprie di conoscenze al fine di sopravvivere e prosperare. Anche a causa di queste relazioni, parte di ciò che ogni essere umano pensa è costituito da pensieri su se stessi, le altre persone, le nostre relazioni e le convenzioni sociali, siano essere regolamentate da norme istituzionalizzate oppure implicitamente accettate e rispettate. Non è raro ascoltare frasi del tipo "anche io sono un po' Psicologo": se questa frase risulta mortificante per coloro i quali hanno dedicato parte della propria esistenza a studiare e diventare Psicologo, in realtà non è completamente errata. Già negli anni '50 del 20° secolo, Psicologi di rilievo parlavano di Psicologia Ingenua riferendosi alla naturale inclinazione di ogni individuo a valutare i tratti di personalità o le caratteristiche psicologiche delle persone con la quale si relazionavano. Questo comportamento ha una valenza evoluzionistica in quanto soddisfa una chiara funzione adattiva: comprendere se le persone con la quale ci relazioniamo possono essere di aiuto o procurarci un danno ci permette di prevederne il comportamento e di decidere come interagire con loro. Le ricerche hanno evidenziato che persone anche prive di competenze nel campo della Psicologia sono spesso molto precise e veloci nel valutare la personalità altrui attraverso l'osservazione del comportamento. Tuttavia la precisione con cui formulano questi giudizi sugli altri è spesso inficiata da alcuni errori o vizi sistematici determinati prevalentemente dall'utilizzo ridotto delle facoltà mentali, oppure dalla disponibilità di informazioni limitate sulla quale ragionare, oppure quando motivazioni particolari inducono a trarre determinate conclusioni, spesso in linea con le aspettative di partenza. Queste tipologie di errori però rappresentano un'area di indagine molto interessante per gli Psicologi di professione poiché forniscono informazioni sui processi mentali che contribuiscono alla formazione della percezione altrui e sui giudizi emessi, siano essi accurati od inesatti. Elaborare valutazioni sui comportamenti degli altri dunque rappresenta un comportamento inalienabile alla quale ognuno di noi non può sottrarsi; le conclusioni alla quale arriviamo indirizzeranno il nostro agire e condizionerà quello degli altri. L'aggettivo ingenuo non si riferisce necessariamente ad una errata o superficiale valutazione ma si riferisce, tra l'altro,  al fatto che a differenza di una valutazione effettuata in ambito professionale le conclusioni alla quale giungiamo non sono particolarmente accurate, anche per via della velocità di valutazione e dal tempo, spesso ridotto a disposizione per elaborare la stessa, nonché della verifica alla quale la valutazione viene sottoposta una volta elaborata.

Dr Michele Passarella

Devi effettuare il login per inviare commenti

Meteo

Potenza

Ultime

Calendario Articoli

« Luglio 2024 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

Area Riservata