Log in
A+ A A-

L’INNFORM DI POTENZA HA PRESENTATO IL DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2015

È stato presentato il "Dossier Statistico Immigrazione 2015", giovedì 29/10/2015 al Consiglio Regionale della Basilicata. Il rapporto raccoglie i dati attuali riferiti all'immigrazione in Italia, è curato dal Centro Studi e Ricerche IDOS per conto dell’UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) del Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Quest’anno il Dossier è realizzato in partenariato con la rivista interreligiosa Confronti, con il sostegno dei fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese. La presentazione del Dossier si è tenuta in contemporanea, in tutti i capoluoghi regionali e delle due province autonome di Trento e Bolzano.

L’incontro in Basilicata, moderato dallo scrittore e mediatore interculturale Hamza Zirem, è organizzato dall’organismo di formazione accreditato in Regione Innform, soggetto referente per la Basilicata del Centro Studi e Ricerche IDOS. L’emigrazione è un fenomeno in forte crescita con implicazioni importanti dal punto di vista politico, economico, sociale e umanitario. Sul tema dell’immigrazione che dei rifugiati si fa spesso una speculazione ideologica, i mezzi di informazione tendono ad evidenziare solo le notizie negative o drammatiche relative al fenomeno. L’impegno dei redattori del Dossier consiste nell’unire al rigore scientifico e all'analisi socio-statistica, la semplicità espositiva al fine di soddisfare le esigenze di tutti i lettori: funzionari pubblici, operatori sociali, studenti, ricercatori ed immigrati. Il Dossier Statistico offre un’analisi delle migrazioni fondata su vari aspetti: il contesto internazionale; i flussi migratori e la presenza di immigrati e rifugiati in Italia; il mondo del lavoro; i diversi livelli di inserimento sociale e i contesti regionali. Con diversi protagonisti, molte tematiche sono affrontate: le politiche a favore dell’immigrazione, l’istruzione, la formazione e il lavoro degli immigrati in Basilicata. La Regione Basilicata continua a mettere in atto una serie di misure che mirano a supportare le comunità straniere presenti in regione e a favorire l’inclusione sociale.

Dopo la proiezione di un breve video, a cura di Rai News 24, Donato Di Sanzo, dottore di ricerca in sociologia presso l’Università degli Sudi di Salerno, ha presentato i dati nazionali del Dossier. Nel 2014, gli italiani residenti all’estero erano 4637000, sono aumentati di 155000 rispetto al 2013. Invece gli stranieri residenti in Italia erano 5014000 nel 2014, sono aumentati di 92000 rispetto al 2013. L’Italia ridiventa di più un paese di emigrazione.

La Dott.ssa Oriana Marino, dell’organismo di formazione Innform e referente IDOS per la Basilicata, ha presentato i dati regionali del Dossier. Secondo i dati Istat al 31 dicembre 2014, risiedono in Basilicata 576619 persone. Tra queste, i cittadini stranieri sono 18210, i romeni sono 8213, gli albanesi sono 1695 ed i marocchini sono 1585. I stranieri provenienti dall’Asia centro-meridionale (indiani, pakistani…) sono in crescita in Basilicata con 1148 residenti nel 2014.

Antonio Sanfrancesco, presidente dell’Associazione FILEF Basilicata (Federazione italiana lavoratori emigrati e famiglie), ha parlato di alcuni progetti di cui la FILEF è protagonista. L’Associazione FILEF è stata partner del progetto RE.TI. insieme alla Regione Basilicata e all’organismo di ricerca EXO. Il progetto ha permesso la realizzazione di un sistema informativo efficace ed efficiente sui diritti e i doveri degli immigrati. Dal mese di giugno 2015, le comunità di San Fele e Rapone, supportati dall’Associazione FILEF Basilcata e dalla Cooperativa Novass, stanno ospitando decine di minori stranieri non accompagnati, un progetto che si propone di attivare un modello di identificazione in grado di avviare un processo di inclusione sociale.

Rocco Garramone, Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Racioppi di Spinoso e Coordinatore del Centro permanente per l’Istruzione degli adulti ha spiegato il compito che svolge la scuola nel processo di integrazione dei cittadini immigrati.

Felicia D’Anna, Presidente di AIF Basilicata (Associazione Italiana Formatori), esperta nei processi di apprendimento/formazione e osservatrice molto attenta del mondo sociale, ha parlato dei legami tra il fenomeno dell'immigrazione e il mondo della formazione mettendo in evidenza in che termini diventano un binomio interessante.

Anna D’Andretta, Assistente sociale e formatore, si occupa di progettazione e gestione dei servizi sociali e socio-educativi, in particolare segue le diverse problematiche della disabilità. Ha parlato di una questione complessa e poco conosciuta: la doppia fatica di essere immigrati e disabili evidenziando gli elementi che caratterizzano la doppia diversità come complessità.

Dietro le statistiche ci sono storie di persone, la cubana Ligia Maria Suarez e la burundese Alice hanno raccontato le loro testimonianze.

Visto l’assenza dell’assessore regionale del Dipartimento Politiche della Persona, Flavia Franconi, è intervenuta la Dott.ssa De Lorenzo dell’Ufficio regionale del Terzo Settore.

L’incontro si è concluso con l’intervento di Pietro Simonetti, coordinatore della Task Force regionale per l'immigrazione.

Ultima modifica ilMartedì, 03 Novembre 2015 11:49
Hamza Zirem

Hamza Zirem

Devi effettuare il login per inviare commenti

Meteo

Potenza

Ultime

Calendario Articoli

« Febbraio 2023 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          

Area Riservata