Log in
A+ A A-

Giocampus, l’educazione motoria e alimentare come modello di welfare community

Permettere ai bambini e alle loro famiglie di acquisire i principi fondamentali di una corretta cultura del benessere e mettere a disposizione le migliori competenze per facilitare un adeguato avviamento all’attività motoria e adottare una corretta alimentazione.

Sono questi, in sintesi, gli obiettivi di Giocampus, il progetto presentato sabato 4 giugno, a Potenza, presso il Ridotto del Teatro Stabile, diventato un esemplare modello di welfare community nella città di Parma.

Presenti all’incontro Giovanni Salvia, presidente del comitato “Più Sport Potenza”, Dario De Luca, sindaco di Potenza, Valeria Errico, assessore allo sport, Leopoldo Desiderio, presidente Coni Basilicata, Vincenzo Giuliano, Garante dell’infanzia della regione Basilicata. Relatori dell’incontro sono stati la professoressa Laura Soscia che ha tenuto una relazione sui corretti stili di vita in età evolutiva; il professor Giuseppe Scelsi che ha parlato di sport ed inclusione; Elio Volta, coordinatore progetto e docente all’università di Parma, che ha illustrato la metodologia Giocampus.

“Giocampus è un progetto che coniuga l’educazione alimentare e l’attività motoria per il benessere dei ragazzi offrendo una proposta educativa che copre tutto l’arco dell’anno in tre fasi - ha spiegato il prof. Volta - Con Giocampus Scuola mettiamo in atto uno specifico percorso educativo inserito all’interno del programma scolastico e mirato all’insegnamento di un corretto ed equilibrato stile di vita; con Giocampus Neve offriamo ai ragazzi la possibilità di sciare, pattinare, nuotare, giocare, mangiare in modo equilibrato e stare bene insieme; infine con Giocampus estate, diventato da oltre dieci anni l’esperienza di riferimento per i ragazzi della città di Parma, offriamo ai ragazzi la possibilità di praticare oltre venti differenti sport, con la guida dei Maestri del Movimento, istruttori specializzati in educazione motoria e esperti delle discipline sportive, seguendo le linee guida nutrizionali fornite dal Comitato scientifico di Giocampus. I ragazzi, inoltre, sono coinvolti nei laboratori dei Maestri del Gusto, figure educative specializzate nell’educazione alimentare, che trasmettono in forma ludica messaggi positivi sulla corretta alimentazione”. “All’interno dello staff – ha concluso Volta – è presente anche un pediatra che oltre a verificare l’attuazione del programma è a disposizione delle famiglie dei ragazzi per visite e informazioni”.

“Un progetto interessantissimo che da 15 anni, a Parma, rappresenta un vero e proprio esempio di welfare community”, ha dichiarato l’assessore allo sport del Comune di Potenza, Valeria Errico. “Una proposta educativa che sicuramente vedrà il Comune di Potenza, le associazioni e le federazioni sportive mettere in campo azioni volte ad emulare un’iniziativa valida come Giocampus che coniuga movimento, sport ed educazione alimentare”.

Potenza: successo per la festa dello sport

Si è conclusa domenica 5 giugno la seconda edizione della Festa dello Sport di Potenza, appuntamento che ha allietato l’intera cittadinanza potentina.

Il Comitato Più Sport, organizzatore dell’evento, presieduto da Giovanni Salvia, ha promosso una manifestazione che ha coinvolto oltre 25 federazioni sportive, una decina tra enti di promozione sportiva e associazioni, più di 40 discipline rappresentate in 20 location diverse, venduto quasi 4 mila biglietti, il venti per cento in più rispetto all’anno passato.

L’iniziativa di questo weekend ha avuto un grande successo e fonda le sue basi su di un protocollo firmato lo scorso anno dal Comune di Potenza, dal Coni, dal Cip, dall’Aics, dalPanathlon e dalla Banca Monte Pruno.

L'intervento dell'istituto di credito cooperativo deriva dalla volontà di contribuire al miglioramento degli impianti sportivi comunali.

Da qui nasce l'azione della Banca che quest'anno rinnoverà quanto fatto durante la scorsa edizione, cioè acquistando un tabellone elettronico per una Palestra comunale a Potenza (l’anno passato donò la pedana per il volteggio per la ginnastica alla Palestra di Via Roma), oltre che garantire un contributo del 15% dei fondi raccolti con la lotteria. Tale intervento consentirà di acquistare diverse attrezzature sportive per chi pratica sport nella Città di Potenza.

Durante la manifestazione di domenica sera, per la Banca Monte Pruno, in rappresentanza del Consiglio di Amministrazione, è intervenutaLuciana De Fino, la quale ha rinnovato l'impegno della Banca nei confronti di questo progetto a favore dello sport nella Città di Potenza.

Si tratta, infatti, di un segnale forte che vuole testimoniare vicinanza e supporto anche verso quelle attività sportive che non sempre ricevono le attenzioni che meritano.

La Banca Monte Pruno, pertanto, prosegue nella sua mission di generatore di contenuti e di vicinanza verso il capoluogo potentino, nel quale si sta diffondendo un'immagine molto positiva dell'azienda diretta da Michele Albanese, in quanto, sempre vicina alle esigenze ed alle necessità della clientela e di tutti coloro che intendono avvicinarsi al circuito della Banca Monte Pruno.

A Ruoti successo per la 3^ edizione di “Brainstorming” Due giorni di eventi con la partecipazione di oltre 500 alunni e decine di esperimenti nel “Borgo della Scienza” lucano

E’ stata l’edizione che segna l’inizio di una tradizione per Ruoti, la terza di “Brainstorming”, tenutasi il 3 e 4 giugno nel centro ruotese, che si è trasformato in un vero e proprio borgo della scienza, affollato da oltre cinquecento alunni e con due testimonial d’eccezione: lo scienziato dalle origini lucane, Benedetto Vigna, e il colonnello Francesco Laurenzi, sperimentatore e meteorologo Rai. L’evento è stato ideato ed organizzato dall’associazione “Borgo della Scienza”, con la collaborazione dell’Istituto Comprensivo “Carlucci” di Ruoti, Baragiano e Balvano. Tantissimi piccoli scienziati impegnati nelle sperimentazioni chimiche e meccaniche, in una manifestazione di soli due giorni, ma che ha una valenza educativa di particolare interesse. Quest’anno l’organizzazione ha voluto dare risalto alla figura di Michele Carlucci, maestro di viticoltura e di enologia, personaggio di primo piano nella storia della vitivinicoltura: a lui è stata dedicata l’intera mattinata di sabato, con un incontro a più voci presso il Centro di Aggregazione Giovanile di contrada Li Foj. “La prima edizione –ha sottolineato Rosario Famularo, presidente dell’associazione “Borgo della Scienza”, che ha ideato l’evento con Antonio Gioioso- è stata una prova, la seconda una conferma, la terza edizione segna l’inizio di una tradizione per il mio paese, e per tutti i ragazzi che vi partecipano. Tante conferme e novità, grazie alla presenza di due eccellenti testimonial, Vigna e Laurenzi”. Quello del Brainstorming è un progetto che sta trovando sempre più riscontro in regione. Un importante contributo alla manifestazione è stato dato anche dal giornalista Rocco Brancati. Soddisfazione è stata espressa anche da Vigna e Laurenzi, che hanno sottolineato l’importanza della valenza educativa di Brainstorming. Nelle giornate di venerdì e sabato in tanti hanno avuto modo di visitare gli oltre trenta stand con gli esperimenti realizzati dagli alunni degli istituti del potentino. Per quanto riguarda i vincitori, la giuria ha così premiato: per la scuola primaria di primo grado primo posto per il gruppo “I Galileani” del Comprensivo di Barabiano, secondo per “I Discepoli” di Bella e terzo per gli “Scienziati in erba” di Balvano. Per la scuola secondaria primo posto per gli “Scienziati Pazzi” di Ruoti, secondo per “La Banda dei curiosi” di Brienza e terzo per “I Power Blase” di Avigliano. Menzione speciale per il gruppo “Scienziato in miniatura” di Ruoti e premi anche per la parte popolare, al gruppo “Eureka” di Baragiano”, a “I Fantastici 9” di Bella e Scienziati per caso di Ruoti”. Poi ancora al “Gruppo Piccole Menti” di Ruoti, “I sapientoni” di Balvano e “I Fantastici 18” di Baragiano. Brainstorming in soli tre anni è diventato un evento di spicco per il territorio, di vitale importanza, e quest’ultima edizione è stata la testimonianza di un importante lavoro fatto per e con i giovani, e con il mondo della scuola. E si lavora già per l’edizione 2017. A Ruoti piccoli scienziati crescono grazie al “Borgo della Scienza”.

Ruoti, countdown per l’atto terzo di “Brainstorming”: il 3 e 4 giugno la cittadina ruotese si trasforma in “Borgo della Scienza”.

Oltre trenta postazioni con esperimenti di ogni genere, due ospiti di eccezione, centinaia di alunni di una decina di istituti scolastici lucani: c'è attesa a Ruoti per la terza edizione di Brainstorming, in programma il 3 e 4 giugno. La cittadina ruotese è pronta a trasformarsi, per il terzo anno, un vero e proprio “Borgo della Scienza”, così come si chiama l’associazione ideatrice ed organizzatrice dell’unico evento del genere in Basilicata. Per la due giorni a Ruoti ci saranno due ospiti d’eccezione: Benedetto Vigna (lucano, fisico ed inventore del sensore di movimento della Nintendo Wii) e Francesco Laurenzi (meteorologo Rai). L’evento –precisa l’associazione- è organizzato anche grazie alla collaborazione dell’Istituto Comprensivo “Carlucci” di Ruoti, Baragiano e Balvano. Non mancherà, dalla scienza, un collegamento all’enologia, con questo terzo atto di Brainstorming che sarà dedicato alla figura di Michele Carlucci, maestro di viticoltura e di enologia, personaggio di primo piano nella storia della vitivinicoltura.

Brainstorming si aprirà venerdì mattina alle ore 10.30 con la cerimonia di apertura in piazza Ponte, e dalle 11,30 la visita agli spazi espositivi nel borgo, che continuerà anche nel pomeriggio. Sabato 4 giugno alle 9.30 presso il Centro Museale e di Aggregazione Giovanile di contrada Taverna Foj si parlerà di “Michele Carlucci, quando la passione si fa scienza”. Tanti gli interventi di esperti del settore, rappresentanti delle istituzioni, docenti provenienti anche da università fuori regione, in un incontro che sarà moderato dal giornalista Rocco Brancati. L’evento continuerà ad ora di pranzo con la degustazione di vini e formaggi. Nel pomeriggio, dalle 16, la visita agli spazi espositivi nel borgo in oltre trenta postazioni, con i “piccoli scienziati” che metteranno in mostra i tantissimi esperimenti, frutto di lavoro ed apprendimento. Poi la pausa cena e dalle 20 in piazza Ponte lo spettacolo delle scolaresche partecipanti. Dalle 21 invece la premiazione del concorso "Brainstorming". Numerosi gli istituti comprensivi del potentino che parteciperanno a questa terza edizione, come numerosissimi saranno i giovani alunni protagonisti della due giorni ruotese.

Danilo Vignola e Giovanni Di Donna in concerto domani sera a Potenza

Il 28 maggio, il prestigioso palco del Potenza Folk festival, manifestazione che precede il giorno dedicato al Patrono del capoluogo della Basilicata, ospita l’Ukulele Revolver tour. L’ukulele di Danilo Vignola, fra gli artisti lucani più celebri e pluri-premiati, riconosciuto a livello internazionale, insieme alle innovative e virtuose percussioni di Giò Didonna, tornano ad esibirsi in Basilicata. Tour internazionale questo del duo lucano che per questa estate si esibirà in svariati music festival di rilievo nazionali e non; come l’esibizione in programma a Venezia che li vedrà  insieme ai Dik Dik e gli Area, in Sicilia nel festival messinese  dove sono gli ospiti più importanti in cartellone per quanto riguarda la musica mediterranea d’avanguardia, fino allo storico Glastonbury  festival in Inghilterra del 27 luglio, ospiti di Martin Cockerham, fondatore del folk psichedelico inglese, che ha già collaborato in precedenza al fortunato disco di Danilo Vignola. Dunque, la città di Potenza, festeggia quest’anno con l’eccellenza lucana, special guest sarà il direttore d’orchestra Rocco Mentissi, a seguire il concerto dei Renanera.

I campi estivi " alternativi " promossi da Legambiente

Una proposta di turismo educativo, responsabile e non invasivo per l'ambiente. E' la finalità dei campi estivi, organizzati da Legambiente  presso il centro di educazione ambientale “Il vecchio faggio” di Sasso di Castalda. I campeggi di natura  residenziale, si svolgeranno tra i mesi luglio e settembre ed è rivolto ai ragazzi dagli 8 ai 14 anni; il primo campeggio si svolgerà dal 25 Giugno al 2 Luglio, mentre il secondo ed il terzo avranno luogo rispettivamente dal 9 al sedici Luglio, e dal 20 al 27 Agosto.

Passeggiate didattiche nei meravigliosi boschi del posto, visita all’oasi faunistica del cervo, biomonitoraggio e riconoscimento delle specie arboree, laboratori improntati sui temi delle energie rinnovabili e del consumo critico, sono i mezzi con cui i ragazzi saranno condotti per mano in un viaggio alla scoperta dell’enorme ricchezza del territorio. Obbiettivo specifico dell’attività educativa è sia diffondere semplici nozioni naturalistiche o scientifiche, sia suscitare nei ragazzi una maggiore consapevolezza sui problemi legati all’ambiente promuovendo un cambiamento reale e continuo di pensiero e di atteggiamento nei riguardi del mondo in cui viviamo. 

Le attività si svolgeranno con il coordinamento dei  volontari di Legambiente iscritti al registro nazionale degli educatori ambientali che, oltre ad essere qualificati nei settori pertinenti, hanno maturato, durante anni di esperienza nel duplice ruolo di animatori ed educatori di soggiorni didattici, la giusta sensibilità per valutare le dinamiche del gruppo e le esigenze dei singoli.

Il Centro di Educazione Ambientale “Il Vecchio Faggio” è situato nel territorio di Sasso di Castalda (PZ), piccolo paese di circa 1000 abitanti, a 949 m sul l.m., nel Parco Nazionale Appennino Lucano Val d'Agri Lagonegrese. Grazie al particolare paesaggio, caratterizzato da montagne, corsi d'acqua, ricca vegetazione e variegata fauna e flora, Sasso si presenta come uno dei paesi lucani più incontaminati. La struttura, facilmente raggiungibile, si trova all’ingresso del paese in un’accogliente struttura in pietra, ex casermetta del Corpo forestale dello Stato. Sviluppata su due livelli, è dotata di oltre 20 posti letto dislocati in 4 camere, docce, bagni, un’ampia cucina, sala da pranzo e servizi per disabili. Proprio per le sue caratteristiche naturali, gran parte del territorio comunale, circa il 65%, ricade, un Parco dall’elevata variabilità biologica, la cui valenza naturalistica è testimoniata dalla presenza di boschi ad alto fusto o cedui, e da un’importante presenza di fauna come il nibbio reale, la poiana, l’assiolo, il cinghiale, il tasso, il lupo ed il cervo. 

Per ricevere informazioni sui costi e le modalità di prenotazione ai campi estivi organizzati da Legambiente in Basilicata è possibile contattare telefonicamente lo 0971650750 oppure il 3208990497, mentre il recapito e-mail è il seguente Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Ruoti, il 3 e 4 giugno la terza edizione di “Brainstorming” Ospiti d’eccezione il fisico Benedetto Vigna e il meteorologo Rai Francesco Laurenzi

Saranno Benedetto Vigna (lucano, fisico ed inventore del sensore di movimento della Nintendo Wii) e Francesco Laurenzi (meteorologo Rai) gli ospiti d’eccezione della terza edizione di Brainstorming, l’evento in programma a Ruoti il 3 e 4 giugno, organizzato dall’associazione “Borgo della Scienza” e dall’Istituto Comprensivo “Carlucci” di Ruoti, Baragiano e Balvano. Dopo che la scorsa edizione è stata dedicata al senatore Renato Angiolillo, quest’anno l’organizzazione ha voluto dare risalto alla figura di Michele Carlucci, maestro di viticoltura e di enologia, personaggio di primo piano nella storia della vitivinicoltura. L’atto terzo di Brainstorming si aprirà venerdì mattina con la registrazione dei partecipanti alle 8.40 in via Roma. Alle 10.30 la cerimonia di apertura in piazza Ponte, e dalle 11,30 la visita agli spazi espositivi nel borgo, che continuerà anche nel pomeriggio. Sabato 4 giugno alle 9.30 presso il Centro Museale e di Aggregazione Giovanile di contrada Taverna Foj si parlerà di “Michele Carlucci, quando la passione si fa scienza”. Aprirà la giornata Rosario Famularo, presidente dell'associazione "Borgo della Scienza". Con lui il Sindaco Angelo Salinardi, il consigliere regionale Mario Polese e Giovanni Imbrenda, pronipote di Michele Carlucci. Seguiranno numerosi interventi: il docente Lorenzo Rispoli parlerà della valenza educativa del progetto Brainstorming, mentre Antonio Gioioso dell'associazione ruotese presenterà due esperimenti degli allievi. Seguiranno gli interventi di Rocco Brancati (giornalista e saggista), Severino Romano (direttore della Scuola di Agraria dell'Unibas), Matteo Lorito (direttore del dipartimento di Agraria di Portici), Ettore Bove (docente UniBas), Pietro Caterini (Istituto di Agraria di Avellino), Donato Verrastro (docente Università di Salerno), e i docenti Vitale Nuzzo e Monica dell'Aglio del Dipartimento Culture Europee dell'UniBas. Modererà i lavori il giornalista Rocco Brancati. La mattinata si concluderà con la degustazione di vini e formaggi. A seguire l'evento continuerà nel pomeriggio, alle 16, con la visita agli spazi espositivi nel borgo, la pausa cena e dalle 20 in piazza Ponte lo spettacolo delle scolaresche partecipanti. Dalle 21 invece la premiazione del concorso "Brainstorming". Tanti gli istituti comprensivi del potentino che parteciperanno a questa terza edizione. Così come saranno tanti i giovani alunni che prenderanno parte. Piccoli scienziati crescono che saranno protagonisti della due giorni di Ruoti.

Ansia da prestazione. Alla ricerca del viagra della mente

Sabato 9 Aprile presso la sede del Cad Pz Capoluogo, si è svolto il seminario  “ Ansia da prestazione. Alla ricerca del viagra della mente ˮ, condotto dalla dott.ssa Maria Teresa Muscillo e dal dott. Antonio Fraudatario. Scopo dell’incontro è stato quello di offrire alla cittadinanza una panoramica generale sul tema dell’ansia, ed una particolareggiata su quella da prestazione, relativamente alle prestazioni sessuali di coppia ma anche ad altre performances della vita quotidiana.

Per i disturbi dell’ansia si è partiti dalla descrizione di quelli elencati nel manuale diagnostico dei disturbi mentali: disturbi da ansia da separazione, da panico, da ansia generalizzata, fobie, disturbi ossessivo-compulsivo, disturbi post-traumautici da stress.

Tra i disturbi oggi più diffusi vi sono gli attacchi di panico, legati a conflittualità emotive inconsce associate a fattori interni e/o esterni scatenanti; chi ne è affetto percepisce qualcosa di esterno come una minaccia, senza che il suo stato percettivo sia giustificato da circostanze di reale pericolo. Tra gli effetti collaterali che la manifestazione di simili attacchi può ingenerare vi sono la depressione e l’agorafobia, ossia la paura dei vasti luoghi all’aperto.

Nei rapporti sessuali infatti i disturbi legati all’ansia uccidono l’eros e rendono inadeguate le risposte comportamentali verso il partner. Nell’uomo si possono registrare casi di eiaculazione veloce, di eiaculazione ritardata e di disfunzione erettile mentre disturbi dell’orgasmo sopraggiungono nelle donne incapaci di lasciarsi andare durante un rapporto. Tipici nelle donne sono anche la dispareunia ( il provare dolore durante l’atto sessuale ) e il vaginismo ( difficoltà ad essere penetrate dall’organo maschile ). Infine comuni a uomini e donne sono i disturbi del desiderio sessuale e quelli di fobia nei riguardi della sessualità.

La dott. Muscillo ha evidenziato l’importanza, per una corretta gestione delle ansie da prestazione di accettare sé stessi e comprendere le sensazioni corporee che il partner suscita in noi, ai fini di un rapporto di coppia intimo ed autentico

Cosa fare se non si riescono a gestire i disturbi legati all’ansia da prestazione? E’ sicuramente utile iniziare una terapia psico-sessuologica, fondata su strategie cognitivo-comportamentali, sulla riscoperta delle sensazioni corporee e l’analisi del livello di comunicazione nei rapporti di coppia.

Il dott. Antonio Fraudatario ha infine sfatato alcuni miti legati alla sessualità, come quello sulla durata della prestazione sessuale, che erroneamente si ritiene non debba essere inferiore ai trenta minuti, o le scorrette valutazioni legate al fenomeno dell’ autoerotismo, mostrando inoltre alcuni esercizi pratici che consentono di entrare in contatto con il nostro corpo e migliorarne l’accettazione, in particolare delle parti che ci piacciono meno, ma con cui dobbiamo imparare a  convivere per tutto l’arco della nostra esistenza.

Seminario sulla genitorialità promosso dal CAD PZ Capoluogo

Si terrà sabato 2 aprile 2016 alle 17.30 a Potenza nella sede di “Cad Pz Capoluogo”  (via Mazzini,4) il seminario “Diventare genitori: la realtà delle aspettative” organizzato dal Dipartimento Psicologia del Cad (Centro Ascolto Disagio) di Potenza.

 

Attraverso l’esperienza clinica e teorica le psicologhe Mariateresa Muscillo (psicoterapeuta familiare) e Fabiola Santicchio (psicoterapeuta transazionale) cercheranno di descrivere il processo che porta una coppia verso la genitorialità. Dalle aspettative che si creano prima della nascita di un figlio a quelle che resistono e si fortificano nel tempo, dai ruoli assegnati a quelli appresi e irrigiditi nel tempo, dalle vaghe somiglianze alle identificazioni che diventano realtà e, spesso, prigione per un sano sviluppo dei figli.

 

Le aspettative sono reali ed influenzano il processo di differenziazione di un figlio che cresce e ha l’arduo compito di creare il suo spazio nel mondo. Il seminario vuole aprire una riflessione su quanto tali aspettative, a volte, rischiano di essere eccessivamente cristallizzate e rigide, impedendo uno sviluppo fluido della persona e su quali possono essere i compiti evolutivi per un una crescita sana e in continua evoluzione.

 

 

Questa iniziativa rientra nelle numerose attività che il CAD Potenza Capoluogo porta avanti per informare, prevenire ed intervenire sul disagio, con un approccio olistico e multidisciplinare. La linea guida utilizzata è la diffusione della “cultura” come strumento di riappropriazione del proprio benessere fisico, psicologico e sociale.

L’artista lucano Pino Russo ospite questa sera del terzo appuntamento di “Musiconvivio” a Tito Scalo

 

Nuovo appuntamento con la buona musica e le ottime pietanze lucane nell’ambito della kermesse “Musiconvivio”, l’iniziativa del giovedì promossa al Presidio della Ruralità a Tito Scalo, presso “Le Giuggiole”. Dopo il successo nei primi due appuntamenti, giovedì 31 marzo l’ospite di turno sarà il cantautore lucano e melandrino Pino Russo. Special guest dell’ultima edizione di Sanremo Doc, il cantautore lucano è conosciuto non solo per la sua bella voce e per la composizione dei testi, ma anche come compositore per altri artisti. Canta sin da giovanissimo, e negli anni ha partecipato a diversi concorsi nazionali, incidendo tra l’altro diversi album. Scrive anche per la figlia Veronica, che ha raccolto non poche soddisfazioni.

 

Portano la sua firma i due cd musicali in forma dialettale, datati qualche anno fa, che contengono alcuni brani che oggi sono tra i più richiesti nelle emittenti radiofoniche locali, come ad esempio “Borsetta di Carmela”. Il brano “Son tornato bambino” che ha cantato a Sanremo Doc è stato inserito in una compilation che sarà distribuita a livello internazionale. Appuntamento quindi dalle ore 21 nella sala eventi al primo piano del Multicinema Ranieri. Presentatore della kermesse è l’artista lucano Tonino Centola: a lui il compito di presentare una eccellente voce lucana conosciuto anche per le sue doti di cantautore. Per info e prenotazioni telefonare al numero 335.8368652. Ingresso a sei euro, con diritto di consumazione di una pizza presso il presidio della ruralità.

Sottoscrivi questo feed RSS

Chi è online

Abbiamo 499 visitatori e nessun utente online

La Pretoria Social

Ora esatta

Cerca...

Che tempo fa?!

Potenza

Calendario Articoli

« Luglio 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

Area Riservata

fb iconLog in with Facebook